Tag: fanghi

Mazzocca Smaschera il Sedicente Governo del Cambiamento

 In definitiva, un governo che ha tradito il proprio mandato già durante la luna di miele col popolo italiano, così sulle attività dei 5 stelle interviene il sottosegretario regionale d’Abruzzo Mario Mazzocca. Continua a leggere “Mazzocca Smaschera il Sedicente Governo del Cambiamento”

Niente sversamento di fanghi nel mare della Torre di Cerrano. Resta alta l’attenzione

I vertici regionali concordano sull’opportunità di accantonare ogni ipotesi di versamento a mare dei sedimenti provenienti dal dragaggio del porto di Ortona (Ch) considerate  le alternative percorribili al vaglio dei tecnici. Così in un incontro a Teramo stamane  il vicepresidente della Regione Giovanni Lolli ha anche illustrato la determina regionale numero 40 del 21 febbraio scorso con la quale è stata adottata la sospensione dell’autorizzazione per la parte dell’immersione in mare dei sedimenti. 

Continua a leggere “Niente sversamento di fanghi nel mare della Torre di Cerrano. Resta alta l’attenzione”

L’Alternativa del Soil washing per i sedimenti da scaricare vicino Torre di Cerrano, intanto sit-in di protesta

Teramo. Per salvaguardare dagli sversamenti l’Area marina protetta Torre di Cerrano si pensa anche ad un intervento di Soil washing, un processo di separazione fisica dell’inquinante che renderà innocui i sedimenti del dragaggio del porto di Ortona da scaricare nel tratto di mare vicino al Sito di interesse comunitario (Sic) Torre del Cerrano. Per questa operazione però occorrerebbero fondi aggiuntivi, circa 1 milione di euro per un lavaggio che eliminerebbe completamente il limo dai sedimenti. Anche di questa possibile alternativa si parlerà domani all’Aquila nell’incontro organizzato dal vice presidente della Regione, Giovanni Lolli per un confronto con i sindaci di Pineto (Te), Robert Verrocchio, il commissario straordinario del Comune di Silvi (Te) Samuele de Lucia e i primi cittadini di Montesilvano (Pe) Francesco Maragno e Città Sant’Angelo (Pe) Gabriele Florindi vicini all’area individuata per lo sversamento.

Continua a leggere “L’Alternativa del Soil washing per i sedimenti da scaricare vicino Torre di Cerrano, intanto sit-in di protesta”

Sversamenti nei pressi dell’Area marina protetta, Mazzocca sollecita l’intervento di D’Alfonso

Teramo. Sullo sversamento dei sedimenti del dragaggio del Porto di Ortona nelle vicinanze dell’Area marina protetta Torre di Cerrano interviene il sottosegretario regionale, Mario Mazzocca, che chiarisce di  aver avuto diversi incontri anche a Pineto per individuare e condividere percorsi alternativi e soluzioni sostenibili. 

Continua a leggere “Sversamenti nei pressi dell’Area marina protetta, Mazzocca sollecita l’intervento di D’Alfonso”

Cava Le Grottelle: Stop agli scarichi dal Consiglio di Stato. Ritardi nella bonifica

Avezzano (Aq). É stata scongiurata, per la seconda volta, la ripresa dell’attività di scarico dei fanghi industriali nella cava Le Grottelle di Collelongo. La IV sezione del Consiglio di Stato ha respinto l’appello cautelare, della società di Trasacco  (Aq) che gestisce il sito, per la riforma dell’ordinanza del Tribunale amministrativo regionale (Tar Abruzzo) che ha statuito “il divieto di prosecuzione attività per il recupero rifiuti a carico della ditta Tamburro” emesso dal settore ambiente della Provincia dell’Aquila il 10 febbraio 2016.

Continua a leggere “Cava Le Grottelle: Stop agli scarichi dal Consiglio di Stato. Ritardi nella bonifica”

Fanghi toscani a Collelongo da rimuovere subito, il Tar ha deciso

L’Aquila. Vale il principio di precauzione, più volte richiamato dal Wwf Abruzzo montano, per il caso Le Grottelle perché i rifiuti industriali della Toscana finiti nella ex cava di Collelongo minacciano il pozzo Triolo non ancora contaminato, ma a rischio, dista solo 300 metri dal sito contaminato. I fanghi dovevano essere rimossi entro il 30 settembre di quest’anno, ribadisce il Tribunale amministrativo regionale e, dopo 3 rinvii, mercoledì i giudici si pronunciano: i rifiuti vanno immediatamente rimossi e se non provvederanno i responsabili se ne dovrà occupare il Comune.

Continua a leggere “Fanghi toscani a Collelongo da rimuovere subito, il Tar ha deciso”

Fanghi dalla Toscana a Collelongo: mercoledì udienza al Tar sul caso della cava Le Grottelle

Il pozzo d’acqua potabile è salvo, per il momento. La buona notizia per centinaia di famiglie della Vallelonga che si dissetano grazie all’impianto che attinge acqua dalla falda, a 300 metri dalla cava di Collelongo, si accompagna al rischio di contaminazione del pozzo che rimane per il Wwf Abruzzo montano. Per questo è a dir poco attesa la decisione del Tribunale amministrativo regionale sul ricorso della ditta Tamburro Remo contro il divieto di prosecuzione dell’attività nella cava incriminata disposto dalla Provincia dell’Aquila, a dicembre 2015, per la difformità qualitativa dei fanghi industriali provenienti dalla Toscana e conferiti a Le Grottelle. Inutile dirlo, la prima conseguenza degli sversamenti compromettono un sito di interesse comunitario nel cuore di un’area protetta importantissima: il Parco nazionale D’Abruzzo, Lazio e Molise. L’udienza dinanzi al Tar è fissata mercoledì 9 novembre, dopo 3 rinvii

Aggiornamento

Continua a leggere “Fanghi dalla Toscana a Collelongo: mercoledì udienza al Tar sul caso della cava Le Grottelle”

Rifiuti non pericolosi da trattare ad Aielli, ma nell’impianto anche sostanze pericolose da stoccare

Aielli (Aq). Solo 15 giorni di tempo, fino al 10 novembre, per presentare in Regione le Osservazioni al progetto della Ekorec che preoccupa non poco il mondo ambientalista. Tratterà, una volta realizzato circa 84 mila tonnellate l’anno di rifiuti, l’impianto è previsto nel Fucino, ricade nel territorio di Aielli, sulla statale 5bis, a poche decine di metri da un’area di frana. Per la complessità dell’impianto cittadini e ambientalisti chiedono che il progetto sia sottoposto a procedura diValutazione d’impatto ambientale (Via). La società ha attiato l’iter per la verifica di assoggettabilità, protocollo d’indagine per accertare se un progetto debba o meno essere assoggettato alla Via.

Continua a leggere “Rifiuti non pericolosi da trattare ad Aielli, ma nell’impianto anche sostanze pericolose da stoccare”

Fanghi di dragaggio a Città S.Angelo. Mazzocca chiede il rinvio dell’esame del progetto della piattaforma

Città Sant’Angelo (Pe). È una documentazione bisognosa di particolari tecnici indispensabili per capire davvero come saranno trattati i fanghi di dragaggio che arriveranno anche da Pescara e se nella piattaforma saranno destinati anche fanghi provenienti da Sic e Sir, ovvero da siti inquinati come l’area del Polo chimico di Bussi sul Tirino (Pe). Non è chiaro, mancano dettagli importanti. Per questo il sottosegretario regionale, Mario Mazzocca, dopo aver esaminato accuratamente le carte, ha chiesto un rinvio della valutazione, programmata domani, del progetto di Piattaforma per il trattamento e il recupero di sedimenti di dragaggio fluviale e marino costieri proposta a Città Sant’Angelo (Pe).

Continua a leggere “Fanghi di dragaggio a Città S.Angelo. Mazzocca chiede il rinvio dell’esame del progetto della piattaforma”

Miscelati male e oltre i limiti i fanghi toscani a Collelongo. Il Wwf denuncia, l’amministrazione non ringrazia, anzi!

Collelongo (Aq). É allarmismo se un’associazione ambientalista s’interessa dello sversamento di fanghi provenienti dalla Toscana? Lo è se chiede il monitoraggio della falda acquifera perché le concentrazioni di sostanze inquinanti nei fanghi toscani vanno oltre i limiti di legge? Per l’amministrazione di Collelongo è allarmismo gratuito quello del Wwf Abruzzo montano per l’ex Cava Le grottelle. L’associazione ambientalista ha chiesto semplicemente che nell’area interessata dagli sversamenti sia eseguito un monitoraggio costante dell’acqua di falda. I fanghi toscani preoccupavano già prima che venissero scaricati in alta quota e sin dalla culla, in Toscana, non rientravano nei parametri di legge per la miscelazione, a confermare sono gli esiti delle analisi dell’agenzia per l’ambiente (Arpa toscana). Se non v’è dubbio sulla miscelazione sbagliata e sulla concentrazione di idrocarburi pesanti nei fanghi toscani gettati nell’ex cava, resta una domanda: perché l’amministrazione non si mobilita a chiedere un monitoraggio della falda e critica solerte il Wwf Abruzzo montano che ha colmato la lacuna amministrativa per garantire sicurezza per la falda e salute per i cittadini?  

Aggiornament01 e 2Archivio

Continua a leggere “Miscelati male e oltre i limiti i fanghi toscani a Collelongo. Il Wwf denuncia, l’amministrazione non ringrazia, anzi!”

Fanghi di dragaggio in mare a Punta aderci, la denuncia del Forum H2O

Vasto (Ch). Sarebbero oltre 33 mila m³ i fanghi che verranno scaricati in mare proprio dinanzi Punta Aderci, tra le spiagge più belle d’Abruzzo. Il Forum H2O denuncia il fatto e vuole vederci chiaro sul materiale da scaricare, in due fasi, proveniente dall’avamporto di Vasto e in parte destinato anche ad un ripascimento a Casalbordino, sempre in provincia di Chieti.

Continua a leggere “Fanghi di dragaggio in mare a Punta aderci, la denuncia del Forum H2O”