Tag: faglia

Ovunque, ma non a Pratola: prima a portare in Regione il progetto di Polo della Protezione civile

Praticamente scippato alla valle Peligna che lavorava al progetto da decenni, ancor prima dei terremoti e degli incendi che hanno devastato la regione verdognola dei parchi. Struttura fondamentale negata a Pratola Peligna (Aq) che con gli altri Comuni della valle e soprattutto gli ambientalisti chiede da un secolo, senza esagerazione, di riconvertire a fini di pace la polveriera di colle San Cosimo, ex fabbrica di polveri da sparo Dinamite Nobel a metà del ‘900 a servizio poi del Polo chimico di Bussi officine. Tramonta definitivamente il Polo logistico di Protezione civile nazionale nella conca. É stato sbriciolato in altri territori perché, dicono, si gestisce meglio una emergenza spalmando i presidi per gli interventi un po’ ovunque, non dove però ce n’è davvero bisogno: nemmeno l’ombra di un polo logistico di protezione civile in un territorio a massimo rischio sismico, bruciacchiato e incendiato, terremotato. ma messo fuori dal cratere aquilano, dove covano la faglia profonda e un po’ più su la faglia parallela del Morrone, tra le più pericolose, a detta dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). Continue reading “Ovunque, ma non a Pratola: prima a portare in Regione il progetto di Polo della Protezione civile”

Orsa Pro Natura Peligna: la campagna ‘Io non rischio’ è una beffa

La campagna di informazione “Io non rischio” del Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, promossa per la prevenzione del rischio sismico e del rischio idrogeologico, nei riguardi della popolazione della valle Peligna è una beffa, riferendo all’impianto che sta per essere costruito proprio a 2 passi dalla faglia del Morrone, tra le più pericolose d’Italia, e con il raccordo dei tubi che attraversa un’area storica per il  dissesto idrogeologico.  Continue reading “Orsa Pro Natura Peligna: la campagna ‘Io non rischio’ è una beffa”

Reazioni a Sulmona: Casa Italia a rischio con il Governo del ‘cambiamento’

Sulmona (Aq). Cosa resterà di Casa Italia una volta depennato il dipartimento a capo dell’unico progetto, a firma Pd (Partito democratico), che ha preso in considerazione la patria di Ovidio, e non l’Aquila, per la prevenzione sismica. Non è un caso che la città sia vicinissima a quella che l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) ha definito la più pericolosa d’Italia: la faglia di monte Morrone.

Aggiornamento

 Immagine di copertina Maria Trozzi

Continue reading “Reazioni a Sulmona: Casa Italia a rischio con il Governo del ‘cambiamento’”

La Faglia Profonda: sotto il Morrone c’è molto di più

In valle Peligna, sotto il sistema di faglie del Morrone, c’è qualcos’altro che si muove in profondità anche verso la Maiella. Uno studio ha consentito d’individuare un Sovrascorrimento profondo nell’Abruzzo Citeriore che interessa la superficie costiera tra Lanciano e Ortona, (Ch) e verso Ovest, a 15-20 km sotto il massiccio della Maiella, comprende anche la terrazza di Sulmona, scivolando però a circa 25 km di profondità, nella Conca Peligna.

Aggiornamento 1, 2, 3 4,  5 e 6

Continue reading “La Faglia Profonda: sotto il Morrone c’è molto di più”

Magnitudo locale 3.2 a Campo di Giove, nessun danno a persone e cose

Campo di Giove (Aq). Non ci sono danni a persone, cose e abitazioni, ma solo un po’ di paura per gli abitanti. Dopo il caldo del pomeriggio e la scossa che apre la serata alle ore 21.12, più volentieri si scende in piazza Alberto Duval a distrarsi. L’argomento della serata e inevitabilmente il terremoto: “Tre punto due, l’hai sentito?”. Anche lassù i più fortunati rispondono: “No ero in movimento”. Temperatura 12 gradi centigradi nella località turistico montana superabili con una maglietta o una giacca che riparino dal freddo e dall’umidità che è pari al 69% alle 3 di notte.

Continue reading “Magnitudo locale 3.2 a Campo di Giove, nessun danno a persone e cose”

Biblioteca chiusa: l’ultimo libro prestato dal Centro servizi culturali

Sulmona (Aq). Più di un centinaio i libri in prestito e bisognerà tenerseli da parte anche oltre il mese concesso, forse anche di più del tempo stimato dalle voci rassicuranti che vorrebbero, per la prossima settimana, l’accesso agli atti, ossia, alla perizia che ha portato alla chiusura della biblioteca (17 maggio) per un basso indice di vulnerabilità (0,26). Il Centro servizi culturali, Agenzia regionale di promozione culturale, a Sulmo conta un patrimonio di circa 35 mila libri che raccolgono polvere da più di una settimana. 

Aggiornamento 1 2  e 3

Continue reading “Biblioteca chiusa: l’ultimo libro prestato dal Centro servizi culturali”

Monitoraggio e prevenzione: troppa confusione con l’annuncio di un centro Ingv nella polveriera di San Cosimo

Pratola Peligna (Aq). Antonio Gramsci l’avrebbe definita una boutade: “Sarà un punto di osservazione in collina utilizzando un vecchio ricovero di munizioni” quella del presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso.

Aggiornamento

Continue reading “Monitoraggio e prevenzione: troppa confusione con l’annuncio di un centro Ingv nella polveriera di San Cosimo”

Dislivello su un giunto:  di nuovo chiuso ponte Capograssi a Sulmona 

Sulmona (Aq). La prudenza non è  mai troppa. Sarà per questo che è stato chiuso, ma solo alla circolazione veicolare di nuovo ponte Capograssi, collega il centro storico della città  dei confetti al resto della patria di Ovidio (aggiornamento 2018).

Ieri mattina le prime verifiche, nel pomeriggio il viadotto  è  stato riaperto. Oggi di nuovo altri controlli per approfondire  le condizioni strutturali e soprattutto di un giunto all’ingresso della Zona a traffico limitato dove preoccupa il dislivello creato dopo l’ultimo terremoto di domenica scorsa.

 

 

 

 

mariatrozzi77@gmail.com



Metanodotto tracciato sulle Faglie dell’Appennino #NoSnam: Chiudete la vicenda Rete adriatica

Sarebbero 3 terremoti separati l’uno dall’altro. Uno il 24 agosto poi il 26 ottobre e ancora una scossa ieri. La sequenza è impressionante. In sostanza, scossoni e scontri nel sottosuolo determinerebbero un susseguirsi di attivazioni di faglie, effetto domino, con magnitudo elevata anche per lo sciame sismico. Norcia, Visso e tanti altri comuni del cratere sono il tracciato del gasdotto Rete adriatica che a Sulmona trarrà forza dalla centrale di spinta del gas naturale a pochi metri dalla Faglia del Morrone. Cosa accadrebbe se tra le future crepe ci fosse un metanodotto o una centrale di compressione del gas naturale? I Comitati cittadini per l’ambiente tornano sul progetto del gasdotto che dalla Puglia alla Romagna trasporterà il gas attraversando faglie, vecchie e nuove, ed aree a rischio sismico elevatissimo. Il progetto non sarà immune dagli effetti del decreto che accelera i tempi per le grandi opere. Strategico il Rete adriatica, ma per chi? Di certo non per le popolazioni, ad ogni costo la multinazionale vuole trasportare il gas per venderlo all’Europa e fare profitto per sé, nulla è previsto per i territori in cui sarà piazzato il serpentone d’acciaio e il mega impianto. #nosnam 

Aggiornamento 1  e 2 

Faglia del Morrone: in ogni momento potrebbe attivarsi

Continue reading “Metanodotto tracciato sulle Faglie dell’Appennino #NoSnam: Chiudete la vicenda Rete adriatica”

Diniego alla classificazione Rete nazionale dei gasdotti per i tracciati Sulmona-Foligno e Oricola

La delibera di giunta approvata ieri rafforza la posizione della prima linea, degli attivisti in trincea e garantirà compattezza al fronte No Snam contro il metanodotto Rete adriatica soprattutto per i tracciati Sulmona-Foligno (169,2 km) e Sulmona-Oricola (90,810 kmche la Regione considera fuori dalla Rete nazionale dei gasdotti. Il parere dell’ente resta indispensabile per l’opera e ieri l’esecutivo regionale ha ribadito che questi progetti di condotte non rientrano nella classificazione della Rete nazionale dei gasdotti. Dopo le ore 20 è stata data così risposta all’aggiornamento chiesto dal ministero dello sviluppo economico,  ovvero diniego della giunta abruzzese per le 2 condotte in progetto della Snam perché non riconosciute come parte della Rete italiana dei gasdotti.  

Continue reading “Diniego alla classificazione Rete nazionale dei gasdotti per i tracciati Sulmona-Foligno e Oricola”

Chiuderà 4 mesi la Tiburtina Valeria, partono i lavori per la III galleria paramassi

A dir poco una sciagura per le gole di San Venanzio, per i superequani e l’intera comunità subequana. Sarà chiusa per circa 4 mesi la strada statale 5, tra Molina e Raiano, per la realizzazione della terza ed ultima galleria paramassi sul tratto.

Aggiornamento 1  e 2

Continue reading “Chiuderà 4 mesi la Tiburtina Valeria, partono i lavori per la III galleria paramassi”

Prevenzione sismica nella valle del big one. Scrive ai Presidenti giovane amministratore di Vittorito

Vittorito (Aq). “Prima che sia troppo tardi” insiste il giovane Francesco Di Felice quando fa appello alle massime autorità dello Stato perché predispongano fondi per la prevenzione sismica e la messa in sicurezza dell’Abruzzo interno. “Intervenite prima che sia troppo tardi” la povertà tracimata dalla crisi endemica (2008) rende quasi impossibile l’adeguamento antisismico per tante famiglie dell’entroterra abruzzese ancora impreparate ad un eventuale big one peligno.

Continue reading “Prevenzione sismica nella valle del big one. Scrive ai Presidenti giovane amministratore di Vittorito”

Centrale e gasdotto Snam. No anche all’alternativa elettrica. Casini traduca gli impegni in fatti

Sulmona (Aq). Con il consenso unanime del Consiglio Comunale, il Sindaco Casini ha assunto l’impegno a proseguire la lotta per impedire che la Snam possa insediare sul nostro territorio i suoi dannosi e pericolosi impianti.

Continue reading “Centrale e gasdotto Snam. No anche all’alternativa elettrica. Casini traduca gli impegni in fatti”