Tag: elettrosmog

No elettrodotto 380 Kv. La Regione non mantiene gli impegni, allora è sit-in a Pescara

Chieti. Mentre ci si organizza per l’ennesimo sit-in No elettrodotto 380 Kv che si svolgerà a Pescara, il 22 gennaio ore 15 dinanzi la sede della Regione in viale Bovio, la memoria torna a un lontano passato. Un passato remoto in cui una Regione chiamata Abruzzo, rappresentata da un presidente di nome Luciano D’Alfonso, assunse alcuni impegni e promise promise,  promise tante cose. L’ente territoriale un tempo s’impegnò nei confronti della comunità delle province di Chieti e di Pescara a fare quanto in suo potere per fermare l’opera o almeno frenarla. Delle decine di buone intenzioni regionali di quel lontano 24 febbraio non rimangono che i tralicci. Di quelli, come dei pali monostelo, la compagnia elettrica ne ha piantati tanti, in questi mesi, mentre il consiglio regionale ha piantato i cittadini. I comitati No elettrodotto vennero persuasi ad attendere le mosse dei rappresentanti regionale per stoppare la mastodontica opera di Terna spa.

Continue reading “No elettrodotto 380 Kv. La Regione non mantiene gli impegni, allora è sit-in a Pescara”

Antenne San Silvestro, valori ancora oltre i limiti. Vacca (M5S): “Ora basta!”

San Silvestro colle (Pe). Il valore dei campi elettrici misurati a San Silvestro colle è superiore ai limiti di legge. É  l’ora di dire basta per il deputato del M5Se, Gianluca Vacca. Il parlamentare chiederà con un’Interpellanza urgente, alla Regione, di avviare la delocalizzazione delle antenne. L’onorevole annuncia che il Movimento 5 stelle diffiderà il ministero per lo sviluppo economico per indurlo a levare le antenne ormai radicate nella frazione di Pescara. Le emittenti radiofoniche, televisive e telefoniche dove andranno a piazzare mai le loro inquietanti e dannose strutture. Satureranno gli spazi di altre località già assediate? In qualche modo dovranno pure trasmettere  e allora oltre a proporre delocalizzazioni, piani e diffide occorre definire un Piano antenne efficace e che vincoli davvero i colossi radiotelevisivi che incidono pesantemente sull’immobilità del Paese a forma di stivale. Questo per evitare che in Abruzzo vi siano tante altre San Silvestro colle.

Continue reading “Antenne San Silvestro, valori ancora oltre i limiti. Vacca (M5S): “Ora basta!””

Il 69 è quasi fatto, manca poco per accontentare Terna!

Chieti. Per il sostegno numero 69 dell’elettrodotto Villanova-Gissi, che si allunga nei cieli delle province di Pescara e Chieti per 69,3 km, il cantiere non dovrebbe essere nemmeno aperto e invece i lavori per innalzare il pilone, eseguiti per Terna da Abruzzo energia spa, stanno  per essere conclusi.
Continue reading “Il 69 è quasi fatto, manca poco per accontentare Terna!”

Elettrodotto: il prefetto chiede chiarezza, i comitati chiedono Giustizia

Chieti. Il prefetto di Chieti, Antonio Corona, s’impegna sin da lunedì a chiedere chiarezza ai ministeri sulle vicende dell’elettrodotto Villanova-Gissi. Quando i cittadini lo incontrano nella tarda mattinata è troppo pretendere dal neo rappresentante della prefettura teatina, insediatosi il 29 giugno, che conosca in dettaglio i fatti dell’elettrodotto 380 kv di Terna. Eppure Corona appare prevenuto di fronte alla delegazione, l’espressione quasi ostile è come di chi non si fidasse. Nella prima mezz’ora è proprio dura per i comitati, il piatto della bilancia è tutto dalla parte della multinazionale. 

Continue reading “Elettrodotto: il prefetto chiede chiarezza, i comitati chiedono Giustizia”

L’aria che frigge nei cantieri del collegamento cavidotto Tivat ed elettrodotto 380 kv

Video Maria Trozzi

Il video è tratto dal sopralluogo svolto ieri nei 2 cantieri di Villanova, dove l’aria già frigge, anche se l’elettrodotto non è pronto, ma le operazioni di collegamento delle strutture vanno avanti. La frazione di Cepagatti (Pe), in provincia di Pescara, è il punto strategico per l’intero impianto che Terna, multinazionale elettrica, sta realizzando: cavidotto Tivat, Italia-Montenero ed elettrodotto 380 Kv, Villanova-Gissi. Il cavo a corrente continua, dalla costa adriatica pescarese arriverà alla foce del fiume Vallelunga per poi penetrare verso San Giovanni Teatino (Ch) ed arrivare a Villanova dove, in uno dei 2 siti (nel video) vengono installati i macchinari per la linea internazionale e nell’altro i piloni, monostelo e tralicci, per la direttrice Adriatica cui darà energia l’elettrodotto 380 kv. I lavori nella centrale di Villanaova sono necessari per realizzare la linea di collegamento al nuovo cantiere e l’allaccio previsto sulla dorsale adriatica con il passaggio a corrente alternata. I cavi elettrici? Pendono e penderanno un po’ ovunque su case, masserie, stabilimenti industriali, strade, vigneti e campi coltivati. Innumerevoli poi le irregolarità che i comitati cittadini e gli ambientalisti hanno riscontrato nella realizzazione dell’opera, tra i cantieri. Già ora l’aria frigge nella centrale di Villanova e su contrada Bucceri un angustioso monosillabo di fondo accompagna lo sfrigolare nell’aria come se migliaia di friggitrici invisibili tormentassero passanti e decine di famiglie che vivono nei luoghi del tracciato dell’elettrodotto, tutti seriamente preoccupati per il loro futuro.

Tutto su Elettrodotto Villanova-Gissi

Dossier Elettrosmog. La lunga notte di San Silvestro colle 29.11.2014

Aggiornamenti

Il culto dei vivi. Terna valorizzerà i reperti trovati nel cantiere di Atessa 16.11.2015

Elettrodotto: un pugno all’occhio. Chiesta l’immediata sospensione dei lavori per il Villanova-Gissi

Lanciano (Ch). E’ un pugno all’occhio: paesaggi sono al palo, calanchi, distese coltivate, colline, spazi verdi sacrificati e la salute? Prima di tutto a rischio elettrosmog non solo per gli imprenditori agricoli. I costi fissi in bolletta poi schizzeranno alle stelle. L’elettrodotto 380 Kv va fermato anche per il Comune di Lanciano che a metà agosto fa ribollire il sangue, con i controlli dei suoi tecnici. Un calderone di dubbi sulla qualità e sulla sicurezza sceneggiata per l’opera. L’amministrazione locale chiede un’ordinanza immediata di sospensione dei lavori ai ministeri delle infrastrutture, dello sviluppo economico e dell’ambiente. A gettare nello sconforto assoluto i pochi che ancora credevano nella bontà dell’opera sono le risultanze dei rilievi tecnici eseguiti dall’Ufficio urbanistica del comune teatino. E’ peggio di quanto ci si aspettasse. Preoccupano le carenti risposte della Terna spas che insiste col piantare i pali là dove non sarebbe proprio il caso di farlo. Si ha l’impressione che nemmeno la società sappia ormai cosa stia accadendo, in loco, nei cantieri abruzzesi o forse si lavora ad oltranza, sperando di finire quel capolavoro prima che arrivi il fermo definitivo alla realizzazione della struttura. La Regione però tace..

Continue reading “Elettrodotto: un pugno all’occhio. Chiesta l’immediata sospensione dei lavori per il Villanova-Gissi”

Cittadini scortati da cittadini contro le immissioni Terna: lasciati soli dalla Regione

Provincia di Chieti. Il Coordinamento dei comitati No elettrodotto Villanova – Gissi annuncia che solo ieri è stato ristabilito il diritto dei proprietari di opporsi all’occupazione d’urgenza della società che sta costruendo l’elettrodotto 389 kv. Ci voleva una proprietaria dei terreni finita in ospedale, per opporsi all’immissione, con 9 giorni di prognosi, la signora Franca Colanero appunto che ha tentato di difendere la sua terra mentre si ha notizia, non verificata però, che sarebbero stati refertati in ospedale a Lanciano, con 20 giorni di prognosi, i funzionari della multinazionale elettrica: costole rotte, ma da chi e quando sarebbe successo?

Foto di copertina Coordinamento nazionale No elettrodotti

Continue reading “Cittadini scortati da cittadini contro le immissioni Terna: lasciati soli dalla Regione”

Manifestazione contro il Numero 2 di Terna per dire No al Traliccio

Cepagatti (Pe). Per il primo pilone nessun problema, è da piazzare su un terreno di proprietà Terna. La società che costruisce l’elettrodotto Villanova-Gissi però ne ha decine di altri da elevare al cielo, dedicati al dio del sol che però non è Mitra. Già al secondo palo, il numero 2, arrivano le grane. Va occupato un terreno privato, non uno qualsiasi, parliamo del fondo del titolare di un’azienda vitivinicola del Consorzio tutela vini d’Abruzzo che in quella località lavora e vive. Anche per questo si organizza la manifestazione democratica di protesta di mercoledì prossimo, ore 9 in contrada Bucceri (info su evento e pagina Facebook).
Continue reading “Manifestazione contro il Numero 2 di Terna per dire No al Traliccio”

E’ possibile sospendere Imu e Tasi per immobili svalutati dall’elettrodotto Villanova Gissi

No elettrodotto Twerna Tasi Imu report-age.com 2015Si può chiedere la sospensione del pagamento dell’Imu, imposta municipale unica, e della Tasi, Tassa sui servizi indivisibili, a fronte della presenza di detrattori ambientali, come l’elettrodotto Villanova – Gissi, nelle vicinanze dei terreni e di altri immobili di proprietà. In linea di principio, per detrattori ambientali s’intendono: discariche di rifiuti solidi urbani non controllate, cave a cielo aperto non più in esercizio, impianti tecnologici in contrasto con i valori percettivi del paesaggio (linee elettriche aeree in quota, antenne ripetitrici di segnali audio e televisivi), scarpate stradale non modellate e reinverdite.

In attesa di una riqualificazione ambientale che è sempre più foriera nelle intenzioni dei vertici istituzionali, per tutte le proprietà svalorizzate dalla presenza di questi detrattori mettiamo a disposizione il fac simile del documento da compilare per la richiesta di sospensione del pagamento, autorizzata con Decreto interministeriale n. 239/EL-195/180/2013 del 13 gennaio 2015, da presentare entro il 16 giugno  

Continue reading “E’ possibile sospendere Imu e Tasi per immobili svalutati dall’elettrodotto Villanova Gissi”

Cosa nasconde Terna? Niente tecnico dei Comuni all’incontro di Valutazione dell’elettrodotto Villanova Gissi

Elettrodotto Report-age.com 2015Roma. Sono stati ascoltati prima dell’incontro clou della commissione Via, i sindaci di Lanciano, Castel Frentano e Paglieta, rispettivamente Pino Valente, Gabriele D’AngeloNicola Scaricaciottoli sono stati auditi, ma al ministero dell’ambiente l’ 11 giugno, i rappresentanti Terna spa hanno fortemente contestato la partecipazione di Antonella La Morgia, tecnico delle amministrazioni che si oppongono all’elettrodotto Villanova Gissi, alla riunione della Commissione tecnica di Valutazione di impatto ambientale. La partecipazione all’incontro era stata garantita, da tempo, dalla dirigente regionale Cristina Gerardis e invece l’incontro si è svolto a porte chiuse. La domanda sorge spontanea: cosa nasconde Terna, perché al tecnico è stato impedito di partecipare anche se rappresentava direttamente i territori infestati dai pali e minacciati dall’elettrosmog? Un comportamento davvero contraddittorio se, giorni dopo i capricci dei rappresentanti Terna rete Italia per escludere il tecnico dei 3 comuni, la società elettrica cinguetta in un comunica “la consueta e piena disponibilità” a incontrare nelle prossime settimane i sindaci dei Comuni interessati al costruendo elettrodotto 380 kV Villanova–Gissi, per approfondimenti e per valutare criticità localizzative. La società parla di un’opera “per la quale prosegue positivamente il confronto con gli uffici regionali e ministeriali per le verifiche di ottemperanza delle prescrizioni previste dal Decreto autorizzativo”. Cosa bolle in pentola?
Continue reading “Cosa nasconde Terna? Niente tecnico dei Comuni all’incontro di Valutazione dell’elettrodotto Villanova Gissi”