Tag: direttiva

Sorpresa: il Gambero di fiume e la Lontra colonizzano nuovi siti del Parco d’Abruzzo, Lazio e Molise

La presenza del Gambero di fiume e della Lontra lungo il corso del fiume Sangro, viene salutata con grande entusiasmo perché le 2 specie sono protette e la direttiva Habitat (Ue) le classifica come prioritarie. La conferma arriva anche da un recente monitoraggio autorizzato dal Parco nazionale Abruzzo, Lazio e Molise (Pnalm). Continua a leggere “Sorpresa: il Gambero di fiume e la Lontra colonizzano nuovi siti del Parco d’Abruzzo, Lazio e Molise”

Spiagge indifese in mano ai cementificatori, necessaria l’approvazione dei Piani di gestione dei Sic

Non lasciamo le spiagge indifese in mano ai cementificatori è questo l’appello del Wwf Abruyzzo che chiede subito l’approvazione dei Piani di gestione dei Siti di interesse comunitario (Sic), pronti da tempo e pagati con denaro pubblico. Continua a leggere “Spiagge indifese in mano ai cementificatori, necessaria l’approvazione dei Piani di gestione dei Sic”

Depurazione, maxi multa per l’Italia già graziata nel 2012. Peggio la Sicilia

“Inquinare e non impedirlo, è veramente un pessimo affare per l’ambiente, la salute umana e le nostre tasche” è il commento del Wwf alla notizia che l’Italia è stata condannata dalla Corte di giustizia europea a 25 milioni di euro di multa per mancata depurazione delle acque reflue. Sono oltre 70 le aree e i centri urbani della penisola sprovvisti di reti fognarie o di sistemi di trattamento delle acque di scarico. Tra le 18 regioni maglia nera per la Sicilia dove oltre la metà dei Comuni è inadempiente, ma l’Abruzzo non è da meno. Non sono bastati 18 anni di tempo per mettersi in regola e così la Commissione europea ha chiesto una nuova condanna per l’Italia già graziata 6 anni che puntualmente oggi è arrivata.

Aggiornamento 1 e 2 Continua a leggere “Depurazione, maxi multa per l’Italia già graziata nel 2012. Peggio la Sicilia”

Giornata Mondiale Zone Umide domenica all’Oasi WWF Gole del Sagittario

Anversa degli Abruzzi (Aq). Sono gli ecosistemi più a rischio del Pianeta, di aree umide in Europa ne sono scomparse il 90% nell’ultimo secolo. Dei circa 3 milioni di ettari originari, all’inizio del Ventesimo secolo ne restavano 1 milione 300 mila ettari. In Italia il colpo finale è stato dato tra l’Ottocento e il Novecento (Lago del Fucino, bonifiche delle paludi pontine). Per la giornata mondiale delle zone umide il Wwf lancia la campagna One million ponds e propone di realizzare piccoli stagni fai da te. 

Continua a leggere “Giornata Mondiale Zone Umide domenica all’Oasi WWF Gole del Sagittario”

Ue impone di ridurre i sacchetti di plastica: l’Italia è in anticipo coi tempi

Fonte immagine http://cdn2.www.greenstyle.it/wp-content/uploads/2014/01/busta-plastica-mare.jpg
Fonte immagine

E’ stata approvata la Direttiva che obbliga gli Stati membri dell’Unione europea a ridurre il consumo di sacchetti di plastica per asporto merci, ma la vera notizia è che l’Italia è in anticipo con i tempi e rispetto alla nuova direttiva. Si fa riferimento soprattutto alle buste sottili (meno di 50 micron),  difficilmente riutilizzabili rispetto alle più consistenti, che  così si trasformano in rifiuti che inquinano e compromettono corsi d’acqua ed ecosistemi acquatici, per quelle finalmente non c’è scampo.
Continua a leggere “Ue impone di ridurre i sacchetti di plastica: l’Italia è in anticipo coi tempi”

Ok agli emendamenti del M5S. Inceneritori: stop ai rifiuti da fuori regione

All’opposizione non è facile incidere sui provvedimenti parlamentari, ma il Movimento 5 Stelle insiste e spesso ci riesce. Nel recente provvedimento, denominato Collegato Ambientale, uscito dalla Commissione ambiente sono andati in porto gli emendamenti per tutelare il territorio ed il futuro degli italiani (09.09.2014). Continua a leggere “Ok agli emendamenti del M5S. Inceneritori: stop ai rifiuti da fuori regione”