Tag: deputati

I parlamentari abruzzesi fermino l’iter di centrale e metanodotto Snam di Sulmona

Case Pente Sulmona area centrlae pspinta Snam foto Maria Trozzi Report-age.com 24.1.2018
Case Pente foto Trozzi

Wwf, Legambiente, Italia nostra, Marevivo, Pro natura, Fai, Cai-tam, Mountain wilderness e Ambiente e/è Vita rivolgono un appello ai parlamentari abruzzesi ed eletti in regione di fermare l’iter di centrale e metanodotto di Sulmona. La centrale di spinta del gas naturale di Case pente è stata già autorizzata mentre è in fase finale il procedimento autorizzativo del tratto di metanodotto Sulmona-Foligno. Ai neo eletti si chiede, in attesa della formazione del governo, d’intervenire sulla presidenza del consiglio dei Ministri e sul ministero dello sviluppo Economico per sospendere l’iter in corso sulla centrale di compressione Snam che, ad anno dall’avvio del monitoraggio la Snam comincerà a costruire così ha annunciato la multinazionale. “Tali opere, in zona sismica 1 e fortemente contrastate dalle istituzioni abruzzesi a ogni livello e dai cittadini non possono infatti in alcun modo essere considerate di ordinaria amministrazione, unica tipologia di provvedimenti che l’attuale governo dimissionario è autorizzato a trattare -spiegano le 9 associazioni ambientaliste che parteciperanno alla manifestazione No Snam – no gasdotto, no centrale, Stop hub del gas programmata sabato alle ore 15. L’appello è stato inviato ai senatori Alberto Bagnai, Gianluca Castaldi, Luciano D’Alfonso, Gabriella Di Girolamo, Primo Di Nicola, Nazario Pagano e Gaetano Quagliarello e ai deputati Giuseppe Ercole Bellachioma, Fabio Berardini, Andrea Colletti, Valentina Corneli, Camillo D’Alessandro, Daniele Del Grosso, Luigi D’Eramo, Carmela Grippa, Antonio Martino, Stefania Pezzopane, Gianfranco Rotondi, Daniela Torto, Gianluca Vacca, Antonio Zennaro. “I 7 senatori e i 14 deputati eletti in Abruzzo sono stati indicati in ordine alfabetico e senza alcun riferimento al partito di appartenenza nella convinzione che ciascuno di loro, nel pieno rispetto dell’art. 67 della Costituzione della Repubblica italiana” puntualizza il gruppo.

Falde Gran Sasso da rendere sicure per 700 mila abruzzesi e chi ci pensa a Valle?

Pescara. Oggi sono state annunciate le prossime iniziative dell’Osservatorio indipendente  del Gran Sasso per una strategia d’azione per l’acqua sicura e trasparente alla fonte. Se si tratta di “acqua sicura e trasparente, alora occorre precisare che è acqua che scaturisce dal Gran Sasso anche quella a rischio a valle, in altre aree in cui scorre per arrivare a casa e dissetare migliaia di famiglie abruzzesi. Pericoli che presto si correranno per altri devastanti progetti, come quello della Snam, impropriamente chiamato metanodotto rete Adriatica che in realtà passerà sull’Appennino, in aree a massimo rischio sismico e con un tunnel nel bel mezzo del bacino imbrifero tra i più grandi d’Europa, a 2 passi dalle Sorgenti del Pescara.

Continue reading “Falde Gran Sasso da rendere sicure per 700 mila abruzzesi e chi ci pensa a Valle?”

Passa la Risoluzione su Ombrina ed Elsa. No Triv: “Se il governo rifiuta il decreto D’Alfonso si dimetta”

Dalle pagine della Petroceltic
Elsa 2 Dalle pagine della Petroceltic

L’Aquila. Il Consiglio regionale abruzzese ha approvato oggi una Risoluzione, presentata dall’assessore all’ambiente, Mario Mazzocca,  che impegna il Presidente della Regione Luciano D’Alfonso ad intervenire affinché si fermino i progetti Ombrina mare 2 e Elsa 2. Lo annuncia il Coordinamento nazionale No Triv Abruzzo che inoltre consiglia al governatore di agire di conseguenza se il governo nazionale dovesse rifiutarsi di adottare un decreto legge su Ombrina: “D’Alfonso stia dalla parte degli abruzzesi e si dimetta” suggeriscono gli attivisti. Continue reading “Passa la Risoluzione su Ombrina ed Elsa. No Triv: “Se il governo rifiuta il decreto D’Alfonso si dimetta””

No Eletrodotto,6 deputati 5 Stelle col movimento difendono il territorio

Eletrodotto 6 Report-age.com 2014Chieti. E’ stato grande il Movimento 5 Stelle che ieri ha fornito il supporto fondamentale e indispensabile per bloccare l’occupazione d’urgenza della Terna sui terreni in cui impone di costruire l’eletrodotto Villanova – Gissi contro la volontà delle popolazioni attraversate dalla minacciosa e singolarmente prioritaria opera ad alta tensione. Siamo alla seconda giornata di difesa del territorio in provincia di Chieti con ambientalisti, gruppi e associazioni che si organizzano pacificamente per impedire le occupazioni eseguite dagli operai della Terna Rete Italia spa che prova così a mettere piede su decine di terreni per un elettrodotto che attraverserà l’Abruzzo intero esponendo ad enormi rischi 16 comuni. Continue reading “No Eletrodotto,6 deputati 5 Stelle col movimento difendono il territorio”

Lettera ai deputati che hanno votato per la petrolizzazione d’Abruzzo

Blocca lo sblocca Italia Report-age.com 2014
Blocca lo sblocca Italia

Chieti. L’iniziativa lanciata dall’associazione Bed and Breakfast Parco Maiella Costa dei Trabocchi è semplice, basta inviare una lettera ai parlamentari eletti in Abruzzo, che hanno votato a favore del famigerato Decreto legge 133 del 2014, dagli ambientalisti ribattezzato decreto fossile. Nell’ambito delle iniziative ecologiste Blocca lo sblocca italia, Pasquale Cacciacarne, Presidente dell’associazione di operatori turistici contrari al voto espresso dai deputati legati all’Abruzzo sullo “Sblocca Italia” dirama in rete il testo che si può condividere per la lettera da inviare agli indirizzi dei parlamentari che alla Camera bassa hanno votato a favore della petrolizzazione dell’Abruzzo: amato_maria@camera.it,castricone_a@camera.it, dincecco_v@camera.it,ginoble_t@camera.it, gutgeld_i@camera.it, tancredi_p@camera.it,sottanelli_g@camera.it. Continue reading “Lettera ai deputati che hanno votato per la petrolizzazione d’Abruzzo”