Tag: decreto sviluppo

Muro di cemento sulla riviera Sud di Pescara autorizzato dal Consiglio di Stato

Pescara. Un’altra legge ad personam inciderebbe sui piani particolareggiati garantendo deroghe e premi di volumetria là dove non si dovrebbe proprio costruire cementificando in abbondanza. Questa nuova disciplina normativa ha reso possibile, dinanzi alla giustizia amministrativo di seconda e ultima istanza, la vittoria dell’impresa Milia e Mammarella. “La società dei figli dell’avvocato difensore di D’Alfonso e di tanti altri politici abruzzesi ha vinto al Consiglio di Stato e potrà costruire sulla riviera Sud, accanto alle aree ex-Cofa, 3 palazzi alti 21 metri – dichiara Maurizio Acerbo di Rifondazione comunista. Insomma un altro muro di cemento sul mare per i pescaresi che potranno prendersela con Comune, Regione e parlamento per l’intervento reso possibile grazie al tenace impegno di questi enti territoriali e delle Camere romane.

Continua a leggere “Muro di cemento sulla riviera Sud di Pescara autorizzato dal Consiglio di Stato”

Bocciata la deriva petrolifera filo governativa. Ora il Parco della Costa Teatina

Basta a inutili e dannose trivellazioni, la Regione Abruzzo porti finalmente a casa il Parco nazionale della costa Teatina” lo dicono e lo ripetono Legambiente, Wwf, Marevivo, Fai, Pro Natura, Italia nostra, Arci, insieme al Coordinamento nazionale no Triv e insistono sulla necessità che si riconosca ufficialmente l’area protetta dei Trabocchi. Continua a leggere “Bocciata la deriva petrolifera filo governativa. Ora il Parco della Costa Teatina”

Referendum abrogativo: le trivelle in Sardegna non la scampano

Il referendum lanciato dalle Regioni italiane, per abrogare l’articolo 35 comma 1 del decreto Passera, iniziativa volta a cancellare dalla faccia della terra una cinquantina di progetti petroliferi, in programma sui mari italiani, che minacciano di sforacchiare i fondali marini entro 12 miglia dalla costa, non si occuperebbe del mar di Sardegna che stuzzica gli appetiti di troppe compagnie petrolifere. Non è così.

Continua a leggere “Referendum abrogativo: le trivelle in Sardegna non la scampano”

Il governo fa a pezzi il divieto delle 12 miglia, i petrolieri ringraziano

Il Coordinamento nazionale NoTriv denuncia la violazione dell’articolo 35 del Decreto sviluppo 2012, l’articolo voluto dal precedente Governo Monti, col ministro Corrado Passera, per eludere di fatto il già esistente Decreto Prestigiacomo del 26 agosto 2010, il correttivo ambientale.

Continua a leggere “Il governo fa a pezzi il divieto delle 12 miglia, i petrolieri ringraziano”