Dopo Borgo Panigale Ortona trema per la nuova istruttoria sul’impianto Gpl

Ortona (Ch). Come mai nulla osta al progetto di Seastock srl che per l’area portuale intende realizzare un complesso da 25 mila m³ di Gpl da commerciare? A chiederselo preoccupato, dopo il grave incidente di Borgo Panigale, è il movimento Nuovo senso civico (Nsc).  Read more

Ufficio speciale ricostruzione ai minimi termini, Mazzocca potrebbe rimettere la delega

Se non cambiano le cose e non migliorano, il sottosegretario regionale d’Abruzzo Mario Mazzocca è pronto a rimettere la delega all’Ufficio speciale ricostruzione (Usr) 2016-2017, lo ha annunciato a Teramo oggi in un incontro.

Read more

La Regione sana la posizione degli occupanti senza titolo di Case popolari

La Regione Abruzzo regolarizza la posizione degli occupanti senza titolo nelle case popolari. Una sanatoria vergognosa per il consigliere regionale Domenico Pettinari perché ci sono migliaia di cittadini onesti in attesa di un tetto sotto cui vivere.  Read more

Finanziati 19 interventi nei borghi: Calascio, Palena, Anversa, Villalago, Cerchio, Aielli tra gli altri

Sono 19 interventi finanziati con i fondi del Masterplan, riguardano la linea d’azione per il recupero e la valorizzazione turistica degli antichi borghi, per ogni progetto sarà stanziata una somma di 140 mila euro, per un investimento complessivo di un milione 960 mila euro.  Read more

Una riserva naturale del Lago di Bomba per scongiurare altri progetti impattanti

Il lago di Bomba potrebbe diventare area protetta, è la proposta per i 10 consigli comunali dei territori prossimi al lago. Tutto per arrivare alla istituzione di una riserva regionale per la tutela ambientale di una delle località più interessanti dal punto di vista della biodiversità in Abruzzo. Read more

Regione, ‘la misura è colma’ ultimatum di Art.1 Mdp Abruzzo al Partito democratico

“Il senso di responsabilità nei confronti della maggioranza non può entrare in contraddizione con il senso di responsabilità che abbiamo nei confronti dei cittadini abruzzesi – interviene in una nota  il Movimento Democratico e Progressista Abruzzo – Il risultato elettorale del 4 marzo è stato l’ultimo chiarissimo segnale che qualcuno continua ad ignorare e che in Abruzzo ha assunto i contorni di una disfatta”. Read more

Metanodotto: la purga russa accelera il progetto d’approvvigionamento del gas azero

L’espulsione dei 2 diplomatici russi dall’Italia renderebbe ancora più urgente un diverso approvvigionamento energetico. La spasmodica ricerca d’indipendenza dello Stivale dal gas russo non porta il Bel Paese a superare la frontiera mentale delle fonti fossili, ma lo spingerà a sottomettersi al gas azero di un’altra Repubblica, democratica, è scritto nell’elenco del motore di ricerca Google. Anche quella tedesca era democratica nel 1949. Si preme l’acceleratore, si tenta il tutto per tutto per autorizzare il tratto Sulmona-Foligno del progetto Rete adriatica, connesso al Tap pugliese (Trans adriatic pipeline). Curiosità, delle 2 espulsioni italiane tratta, in un articolo, Alfonso Celotto, avvocato costituzionalista incaricato dal Comune di Sulmona per portare avanti il ricorso contro la recentissima autorizzazione della centrale di spinta Snam prevista a Case Pente, altro segmento spezzettato arbitrariamente – Salami slicing – pratica condannata dalla Corte di giustizia europea ((Direttiva 85/337 Ce ), del progetto Rete adriatica.

Read more

Acerbo (Prc): ‘Luciano D’Alfonso rimanga in Regione’

Pescara. “Luciano Custer D’Alfonso continua a dare sfoggio di arroganza e a fare un uso personale delle istituzioni” così esordisce Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione e sinistra europea, che chiede al presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, di continuare a svolgere il ruolo di governatore della regione verde dei parchi.  Read more

D’Alfonso fa il punto sul Porto Canale di Pescara: Men at Work

Pescara. Per l’avvio dei lavori del taglio della diga foranea “L’intervento anche per ragioni di concordato amministrativo e sociale, andava completato con l’appalto Arap relativo ai nuovi moli guardiani rispetto al quale sono stati ottenuti un primo finanziamento di 15 milioni di euro ed un secondo finanziamento Cipe da 16 milioni di euro” interviene ancora sul tema il presidente senatore Luciano D’Alfonso che vorrebbe fare in modo – che la vita degli operatori marittimi sia messa in sicurezza non solo tra i 2 moli guardiani nuovi e la barriera di soffolta, che è stata già contrattualizzata, ma attraverso una intuizione amministrativa e contrattuale riguardante la copertura assicurativa degli stessi operatori del mare”. L’operazione costa circa 72 mila euro all’anno, per le risorse si attingerebbe dal Fondo pesca almeno dalle indicazioni del dipartimento politiche agricole, stanziamento da approvare nella seduta del 23 marzo dalla Consulta regionale per la pesca, annuncia il governatore d’Abruzzo. Per la marineria pescarese, i lavori relativi al completamento delle colonnine per il rifornimento delle imbarcazioni è previsto entro 3 mesi. Lavori già in corso per la riqualificazione delle banchine del porto canale di Pescara, progetto redatto dall’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale, bando Feamp, che ha beneficiato del fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca della Regione Abruzzo, l’investimento è di 552 mila euro. In veste di senatore, il presidente sin da ora s’impegna a far entrare nell’agenda nazionale il tema del sistema pensionistico concernete la categoria degli operatori del mare (Reg.flash).

Gerosolimo replica all’onorevole Presidente alle prese con il Regolamento del Senato

Sulmona (Aq). “Non saranno le pergamene ad avere valore” tuona oggi in conferenza stampa il presidente senatore Luciano D’Alfonso riferendosi alla lettera di dimissioni firmata ieri dagli assessori regionali Andrea Gerosolimo e Donato Di Matteo che hanno rimesso il loro mandato sottolineando che il centro sinistra abruzzese ha incenerito, cifra più cifra meno, 180 mila consensi. Read more

M5S: ‘D’Alfonso dimettiti’ ma il presidente senatore resta in Regione forse sino al 2019

Chiedono che si torni al voto in Regione e invocano le dimissioni del presidente della Regione, Luciano D’Alfonso, che grazie al paracadute del listino bloccato e con questa legge elettorale ha un posto sicuro in senato ed è al vertice della Regione. A chiedere di fare un passo indietro non sono solo i pentastellati, ma molti del Centro destra e gli ex alleati del governatore d’Abruzzo, come Donato Di Matteo. Read more