Dopo il Larino Chieti, Vas da garantire anche per il gasdotto Sulmona-Foglino e centrale di spinta

Gli ecologisti chiedono che la Valutazione ambientale strategica (Vas) sia prevista anche per il metanodotto da realizzare sulla dorsale Appenninica, in area amassimo rischi sismico, incluso il tratto Foligno-Sestino e la centrale di spinta di Case Pente di Sulmona (Aq). La mancata Valutazione ambientale strategica sarebbe tra i principali vizi procedurali del progetto Rete adriatica. La Vas per il gasdotto Larino-Chieti che il ministro dell’Ambiente Giuseppe Costa ha disposto con parere è un passaggio promettente anche per la valle Peligna.  Read more

Gasdotto Larino-Chieti, vince la Precauzione. Costa: ‘Da sottoporre a Vas’

Il gasdotto Larino-Chieti è un piccolo segmento di un’ambizione che non si ferma mica al desiderio della Gasdotti Italia spa, ma supera i confini della realtà. Oggi si è deciso che gli oltre 100 chilometri di condotte sono da sottoporre a Valutazione ambientale strategica (Vas) per la fragilità del territorio, ad alto rischio sismico, che l’opera attraversa. A giugno, il via libera al metanodotto Larino-Chieti, dal ministero dello sviluppo economico (mise), ha sollevato l’onda ambientalista in un mare che la Regione ha agitato con 2 incredibili Sì al serpentone d’acciaio. Non è da confondere quest’opera con quella più imponente del Rete adriatica, anche se rientrano nello stesso piano di conquista, il metanodotto da 678 km desiderato ardentemente dalla Snam, incubo dei Peligni assieme alla centrale di spinta del gas naturale a breve distanza dalla Faglia del Morrone, Case pente di Sumona (Aq), anche per quest’opera manca la Vas.

Aggiornamento Read more

Consumo di suolo: 2 metri quadri al secondo. Abruzzo maglia Nera

Nemmeno a dirlo, l’Abruzzo fa brutta figura, è maglia nera nella cementificazione collinare e della costa, oltre un terzo del litorale è ormai perduto, costruiamo ogni 2 ore un’intera piazza NavonaRead more

Rifiuti spiaggiati nell’Area marina protetta del Cerrano, il Wwf spinge per la prevenzione

Il Wwf Teramo chiede prevenzione a tutela dell’area marina protetta Torre del Cerrano  perché le forti mareggiate  hanno portato sulla spiaggia grandi quantità di rifiuti. Stesso discorso per la costa teramana dove è arrivato materiale di ogni tipo: tronchi, rami e altro materiale legnoso, ma anche immondizia, tantissima plastica, materiale scartato durante le attività di pesca e acquacoltura e perfino rifiuti speciali e sanitari. Read more

Pronta la Giunta Scordella, delega all’Ambiente al Sindaco

Silvi (Te). Il primo sindaco della Lega in Abruzzo si fa in quattro per partire subito e far risplendere la perla dell’Adriatico, in men che non si dica nasce la giunta Scordella, tra le particolarità, il primo cittadino trattiene a sé la delega all’Ambiente. Read more

Centro Parchi scrive a Costa per la ‘Redenzione ecologica’

Il Centro parchi internazionale auspica la redenzione ecologica e scrive al neo ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, chiedendo un cambiamento radicale. Burocrazia, patronati politici e cantori del principe vanno accantonati. In prima linea devono scendere persone alle quali dare fiducia e tutto va improntato e allineato allo spirito meritocratico.  Read more

Parco Costa Teatina: basta perdere tempo, Mazzocca sollecita il premier Conte e il ministro Costa

Manca la firma del presidente della Repubblica per istituire il Parco nazionale della costa Teatina, già perimetrato da qualche anno, istituito nel 2001. Basta perdere altro tempo e a sollecitare il presidente del consiglio Giuseppe Conte e il ministro dell’ambiente Sergio Costa è il sottosegretario regionale d’Abruzzo, Mario Mazzocca, a cui è stata conferita la nuova delega alla politica generale e strategica delle aree protette. Read more

Lettera al Premier Conte per il Parco, invisibile, della Costa Teatina

Il Parco nazionale della costa Teatina è stato istituito (articolo 8 comma 3 della legge 93 del 23.03.2001 Disposizioni in campo ambientale), oltre 17 anni sono trascorsi e non si è mai concretizzato, nonostante i cospicui stanziamenti “Tornati indietro per la consolidata miopia della politica locale – interviene in una nota il Wwf Abruzzo sul caso del parco invisibile che nel 2014 ha portato la presidenza del consiglio dei ministri a nominare un commissario ad acta per la perimetrazione dell’area protetta. Definiti i confini del Parco però nulla è più accaduto e ora l’associazione del Panda rivolge un accorato appello, per procedere alla istituzione dell’area protetta, in una lettera indirizzata al presidente del consiglio Giuseppe Conte e al ministro dell’ambiente, Sergio Costa Read more

Il 2 Giugno Biciclettata Adriatica: Ci Siamo!

Catene oliate, biciclette spolverate, borracce riempite… tutto pronto per la Biciclettata Adriatica 2018, la manifestazione su due ruote per promuovere la mobilità sostenibile e per sensibilizzare cittadini e istituzioni sulla necessità di completare la Ciclovia Adriatica.  Read more

Il 2 Giugno torna la Biciclettata Adriatica

Sul corridoio verde per una mobilità sostenibile torna la bicicletta per la promozione della Ciclovia Adriatica. Il Wwf Teramo  ha presentato oggi l’VIII edizione della manifestazione Biciclettata Adriatica, nata per promuovere la cultura della ciclabilità in Abruzzo e la realizzazione della Ciclovia Adriatica, percorso ciclabile che una volta completato, unirà Trieste a Santa Maria di Leuca.  Read more