Tag: corridoio

Casini a Marsilio: L’inserimento dell’Abruzzo nelle reti Ten-T è l’ultima opportunità

“L’inserimento dell’Abruzzo nelle reti Ten-T è l’ultima opportunità per attrarre investimenti e ridare una prospettiva di sviluppo strutturale soprattutto alle aree interne” afferma la sindaca di Sulmona Annamaria Casini.

Continua a leggere “Casini a Marsilio: L’inserimento dell’Abruzzo nelle reti Ten-T è l’ultima opportunità”

Sbic: Velocizzare l’asse ferroviario Roma-Pescara e non solo sulla costa

Non è piaciuto nemmeno a Sbic (Sulmona bene in comune), gruppo rappresentato da un consigliere comunale a Sulmona (Aq), l’intervento di 4 giorni fa del presidente Confindustria Abruzzo, Agostino Ballone, patron di Baltour azienda di trasporto su gomma: “É di dubbia utilità spendere miliardi per velocizzare la ferrovia Pescara-Roma, la priorità è far arrivare l’alta velocità in Abruzzo, lungo l’asse ferroviario della costa, per connettersi a Bologna. Per il collegamento con il Lazio basta l’autostrada, e gli autobus”.

Continua a leggere “Sbic: Velocizzare l’asse ferroviario Roma-Pescara e non solo sulla costa”

Incontro su Bretella ferroviaria, ma di quale ‘valorizzazione’ si tratta!

Sulmona (Aq). Tra quelli chiusi, il presidio di sicurezza della Polizia ferroviaria sulmonese dà prova, se ce ne fosse ancora bisogno, di uno scalo ferroviario declassato ormai terra di conquista solo quando fa buio. Più scuro della mezzanotte in valle Peligna può essere se l’amministrazione comunale, ingenuamente o scientemente, spalanca le porte al progetto che decreta la morte della stazione Peligna, fino a ieri la seconda in Abruzzo per traffico di passeggeri, purtroppo relegata al ruolo di scalo centrale delle aree interne dove  sappiamo che, eccetto qualche rara eccezione, le stazioni sono chiuse da tempo. 

Aggiornamento 1 e 2 Continua a leggere “Incontro su Bretella ferroviaria, ma di quale ‘valorizzazione’ si tratta!”

Gasdotto Larino Chieti: Italia corridoio e colonia del gas da vendere in Europa

L’Italia colonia, hub del gas, è ormai a servizio delle società gasiere che intubano interi territori della Penisola, spesso in aree a massimo rischio sismico e a rischio idrogeologico, tutto per rivendere il metano all’Europa a spese dei cittadini dello stivale, con i costi fissi in bolletta che schizzano alle stelle. La scusa che si mette innanzi, sempre la stessa, è l’approvvigionamento, ma in casi di crisi energetica di gas ce n’è abbastanza, anzi troppo in Italia! Il prossimo 19 aprile il Comitato valutazione di impatto ambientale (Via) esaminerà il progetto per l’ennesimo mostro da realizzare: il gasdotto Larino-Chieti. Progetto presentato dalla società Gasdotti Italia, fondo di investimenti londinese Eiser global infrastructure fund, che si lega alla pianificazione decisa per l’Italia da intubare e ridurre a colonia delle multinazionali.

Continua a leggere “Gasdotto Larino Chieti: Italia corridoio e colonia del gas da vendere in Europa”