Tag: condotte

Nuovo ospedale antisismico, a gennaio riprenderanno i lavori conclusivi

Dopo l’Epifania, a gennaio, riprenderanno i lavori nel nuovo ospedale antisismico di Sulmona (Aq) con il cantiere deserto in questi giorni. Sembra sia stata eseguita una ricognizione dei lavori mancanti chiesta dall’amministratore a cui è affidata la gestione del gruppo Condotte che vive uno dei momenti più delicati della sua esistenza. Continua a leggere “Nuovo ospedale antisismico, a gennaio riprenderanno i lavori conclusivi”

Esplosione della condotta a Mutignano di Pineto: 18 tecnici a processo

Il processo è fissato a gennaio e sono stati rinviati a giudizio in 18. Gli imputati dovranno rispondere dell’accusa di disastro colposo per l’esplosione della condotta del metano del 6 marzo 2015 a Mutignano di Pineto (Te), tubo che misurava nemmeno la metà di quello del tratto Sulmona/Foligno che sta per essere autorizzato e attraverserà territori dei crateri sismici dei più recenti terremoti e aree a rischio sismico 1, il più alto, la prima è la valle Peligna che, tra le altre, è alle prese anche con la faglia del MorroneContinua a leggere “Esplosione della condotta a Mutignano di Pineto: 18 tecnici a processo”

Gasdotto Larino-Chieti, vince la Precauzione. Costa: ‘Da sottoporre a Vas’

Il gasdotto Larino-Chieti è un piccolo segmento di un’ambizione che non si ferma mica al desiderio della Gasdotti Italia spa, ma supera i confini della realtà. Oggi si è deciso che gli oltre 100 chilometri di condotte sono da sottoporre a Valutazione ambientale strategica (Vas) per la fragilità del territorio, ad alto rischio sismico, che l’opera attraversa. A giugno, il via libera al metanodotto Larino-Chieti, dal ministero dello sviluppo economico (mise), ha sollevato l’onda ambientalista in un mare che la Regione ha agitato con 2 incredibili Sì al serpentone d’acciaio. Non è da confondere quest’opera con quella più imponente del Rete adriatica, anche se rientrano nello stesso piano di conquista, il metanodotto da 678 km desiderato ardentemente dalla Snam, incubo dei Peligni assieme alla centrale di spinta del gas naturale a breve distanza dalla Faglia del Morrone, Case pente di Sumona (Aq), anche per quest’opera manca la Vas.

Aggiornamento Continua a leggere “Gasdotto Larino-Chieti, vince la Precauzione. Costa: ‘Da sottoporre a Vas’”

Vertenza Snam. Il Sindaco rinvia l’assemblea e fa appello ai parlamentari  

Sulmona (Aq). Il primo cittadino Annamaria Casini rinvia l’assemblea dei sindaci, che era stata fissata il 27 dicembre e, con un comunicato, fa appello ai parlamentari abruzzesi per un’azione di forza sul governo per dissuaderlo dall’autorizzazione del metanodotto Sulmona-Foligno, parte del gasdotto impropriamente definito Rete Adriatica, ultimo pezzo del progetto di condotta che attraverserà la dorsale Appenninica, in aree a massimo rischio sismico e d’interesse geologico per l’approvvigionamento idrico e gli ecosistemi. Il 22 dicembre scorso, come regalo di Natale, la presidenza del consiglio dei ministri, su proposta del premier Paolo Gentiloni, ha autorizzato l’impianto a Case Pente di Sulmo, per spingere il gas naturale in Europa e venderlo  così con enormi profitti per la Snam. 

Continua a leggere “Vertenza Snam. Il Sindaco rinvia l’assemblea e fa appello ai parlamentari  “

Esplode il gasdotto e per il ministro Calenda é subito Emergenza

Non sfugge ai Comitati cittadini per l’ambiente il sostegno del ministro Calenda al Trans adriatic pipeline (Tap), gasdotto che la Puglia intera non vuole che una esplosione della condotta russa, in Austria, trasforma on salvifico per gli approvvigionamenti. In realtà il metano del Tap viene solo venduto all’Europa e quest’ultimo problema alle condotte è  la riprova che i gasdotti non sono affatto sicuri come vogliono far credere. 

Aggiornamento 1 e 2

Continua a leggere “Esplode il gasdotto e per il ministro Calenda é subito Emergenza”

Disseta 3/4 d’Abruzzo e con il Rete Adriatica Salgono a 3 i Grandi Rischi per l’Acqua del Gran Sasso

Teramo. Quanti rischi corre l’acqua del Gran Sasso d’Italia? Tanti se l’approvvigionamento idrico di metà degli abruzzesi dipende proprio dalla falda del monte più alto degli Appennini, ma ai rischi già noti se ne aggiungeranno presto altri per l’acqua potabile se non si considerano tutti i preoccupanti progetti in campo.

Aggiornamento

Continua a leggere “Disseta 3/4 d’Abruzzo e con il Rete Adriatica Salgono a 3 i Grandi Rischi per l’Acqua del Gran Sasso”

Snam: i miei sono sicuri. Non la pensano così Mutignano di Pineto, Commissione Via, Parlamento e comitati

Nessuna esplosione di metanodotti legata al sisma, dichiara la multinazionale, niente problemi per Snam rete gas, informa. Nella nota una provocazione e la risposta ambientalista viene liquidata, in poche righe. La questione sicurezza delle condotte dovrebbe giustificare l’avvio di un’opera: “..progetto Rete Adriatica, il tracciato del metanodotto e l’ubicazione del relativo impianto di compressione sono comunque stati definiti scegliendo i lineamenti geomorfologici più sicuri e, in ogni caso, il più possibile lontani dalle aree interessate anche solo potenzialmente da dissesti idrogeologici o sismici”. Per direttissima arriva la smentita dei Comitati per l’ambiente. Hanno tanto da ridire gli ambientalisti che hanno vissuto sulla loro pelle alcune delle esplosione perché solo negli ultimi anni è accaduto che dei metanodotti costruiti e gestiti dalla Snam siano saltati in aria a Montecilfone, Tarsia, Tresana, Sciara, Mutignano di Pineto, Roncade, Ponte Presale di Sestino. Può bastare?

Aggiornamento 1 e 2

Continua a leggere “Snam: i miei sono sicuri. Non la pensano così Mutignano di Pineto, Commissione Via, Parlamento e comitati”

Faglia del Morrone: la più pericolosa per l’Ingv e insistono con centrale e gasdotto Snam

Sulmona (Aq). Ad una decina di metri sotto la faglia del Morrone c’è qualche altra cosa e ad una decina di metri sopra la stessa faglia allora andrebbe osservato un principio, quello di precauzione, se la procedura è quella di autorizzazione della centrale di spinta metano Snam e del metanodotto Brindisi Minerbio che ricomprende il tratto di gasdotto Sulmona-Foligno, in fase finale di autorizzazione. Soprattutto per l’impianto fanno temere le  4 condotte parallele di collegamento (aggiunte a quelle del metanodotto da 120 cm di diametro ciascuna) e per non farci mancare niente il dissesto idrogeologico documentato, anche in passato nel vallone che accoglierà le coppie di condotte.

Aggiornamento 1, 2 e 3

Continua a leggere “Faglia del Morrone: la più pericolosa per l’Ingv e insistono con centrale e gasdotto Snam”