Tag: centro storico

Italica, Di Giandomenico: Centro storico Poco Sorvegliato e Senza Telecamere

“Un pacco di Natale la confezione che avvolge lo schermo elettronico del varco, a piazza Carlo Tresca, davvero non si può guardare!” così  Alberto Di Giandomenico, coordinatore di Italica, fa delle puntuali osservazioni sulla cura e l’attenzione riservata alla città durante le festività natalizie.

Aggiornamento Continua a leggere “Italica, Di Giandomenico: Centro storico Poco Sorvegliato e Senza Telecamere”

Salvate i Pini D’Aleppo. Luca: Invece di abbattere i pini abbattete le barriere architettoniche

Invece di abbattere gli alberi, abbattete le Barriere Architettoniche” è l’appello accorato che, dalla sua sedia a rotelle, Luca Ciccarelli, 43 anni di Sulmona, rivolge agli amministratori sulmonesi per salvare i Pini d’Aleppo destinati ad essere abbattuti. Ciccarelli, attivista della prima ora, ha perso l’uso delle gambe per un grave incidente stradale e spera che questi Patriarchi Peligni si possano salvare e che ad essere abbattute, a Sulmona, siano piuttosto le miriadi di ostacoli che assediano i diversamente abili.

Aggiornamento

Continua a leggere “Salvate i Pini D’Aleppo. Luca: Invece di abbattere i pini abbattete le barriere architettoniche”

Albericidio Pini d’Aleppo. Damiani: sono storti per natura, ma non significa che sono malati, pericolosi e che vanno abbattuti

Abbattere i Pini d’Aleppo, perché di questa specie vegetale si tratta, è un albericidio infantile, così ha dichiarato Giovanni Damiani, ambientalista e esperto in materia. Abbiamo inviato le immagini della coppia di alberi ad Alberto Colazilli del Coordinamento Nazionale per gli Alberi e il Paesaggio che ha confermato la specie vegetale dei fusti “É Pino D’Aleppo ed è anche in ottimo stato”. Come tanti altri alberi scomparsi di recente a Sulmona, inclusi gli aceri di via Giammarco, quartiere Montesanto, sono tempi duri anche per i fusti del centro storico.

Continua a leggere “Albericidio Pini d’Aleppo. Damiani: sono storti per natura, ma non significa che sono malati, pericolosi e che vanno abbattuti”

Veleno per topi sui gradini dove siedono i giovani, allora è meglio Internet!

Sulmona (Aq). Quei pochi che si permettono ancora il lusso di una chiacchierata in centro storico devono vedersela con la cattiveria di certi adulti a cui dà fastidio tutto anche il so respirare degli altri. Per loro è tolleranza zero per gli altri, ma non per se stessi. Continua a leggere “Veleno per topi sui gradini dove siedono i giovani, allora è meglio Internet!”

Bicincontriamoci a Bussi sul Tirino sabato

Con Bicincontriamoci il secondo appuntamento  della settimana europea della mobilità Sostenibile 2018 è per sabato a Bussi sul Tirino  in occasione di un incontro, organizzato dal vescovo della diocesi di Sulmona – Valva I passi dell’uomo per un possibile cambiamento: dall’antropizzazione indiscriminata allo sviluppo sostenibileContinua a leggere “Bicincontriamoci a Bussi sul Tirino sabato”

Centro storico a rischio, Mariotti (Ascom) critico sulla riapertura dell’ex IperSidis

“Il centro storico di Sulmona rischia di morire” lancia l’allarme Ascom fidi Ascom servizi, associazione dei commercianti, fortemente critica sull’apertura di nuovi centri commerciali, in particolare per quanto riguarda l’ex Ipersidis che, grazie ad una iniziativa del Gruppo Gabrielli di Ascoli Piceno, potrebbe riaprire a Primavera 2019. Continua a leggere “Centro storico a rischio, Mariotti (Ascom) critico sulla riapertura dell’ex IperSidis”

Ztl in centro: autorizzazione a tempo indeterminato per i residenti

Sulmona (Aq). Meno preoccupazione dei residenti in centro per rinnovare il permesso di transito veicolare e sosta nelle ore in cui è attiva la Zona a traffico limitata (Ztl), stamane è stato  approvato in giunta l’atto che semplifica l’iter del rilascio ottimizzando i tempi di lavoro degli uffici comunali, a vantaggio dei cittadini. Continua a leggere “Ztl in centro: autorizzazione a tempo indeterminato per i residenti”

Reazioni a Sulmona: Casa Italia a rischio con il Governo del ‘cambiamento’

Sulmona (Aq). Cosa resterà di Casa Italia una volta depennato il dipartimento a capo dell’unico progetto, a firma Pd (Partito democratico), che ha preso in considerazione la patria di Ovidio, e non l’Aquila, per la prevenzione sismica. Non è un caso che la città sia vicinissima a quella che l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) ha definito la più pericolosa d’Italia: la faglia di monte Morrone.

Aggiornamento

 Immagine di copertina Maria Trozzi

Continua a leggere “Reazioni a Sulmona: Casa Italia a rischio con il Governo del ‘cambiamento’”

Sulmona. Degrado a Palazzo Mazara, i video shock

Sulmona (Aq). Questo scempio però fa gridare dal profondo degli abissi. In pieno centro storico, palazzo Mazzara è diventato un letamaio. A svelare cosa resta della sontuosa residenza della marchesa Smeralda Mazzara, fino a qualche anno fa sede di alcuni uffici comunali, è il video shock girato da chi oggi, nella Patria del sommo poeta latino Ovidio Nasone, ha visitato il palazzo e poi sconvolto, nauseato, atterrito, attonito ed esterrefatto ne è uscito. Continua a leggere “Sulmona. Degrado a Palazzo Mazara, i video shock”

Vaschione intasato da giorni, tutti a lamentarsi ma nessuno segnala il guasto

Sulmona (Aq). Siamo nel cuore del centro storico ad un passo dall’acquedotto Svevo. All’ingresso di vico del Vecchio la storica fontana trabocca per lo scarico intasato. Nella pozza qualcuno ha fatto cadere petali e foglie dell’aiuola durate le operazioni di giardinaggio sulla fioriera circolare, antistante, dove il terriccio è proprio umido. Continua a leggere “Vaschione intasato da giorni, tutti a lamentarsi ma nessuno segnala il guasto”

Sotto lo sguardo di Ovidio il deserto. Carugno (PSI): ‘I licei tornino in centro storico’

Sulmona (Aq). Trattenendo a sé le deleghe dei più recenti ex assessori, il sindaco Annamaria Casini prova a superare l’impasse guardando con ottimismo all’approvazione del bilancio comunale, ma certe ambizioni degli amministratori fanno tentennare la maggioranza in consiglio. La proposta per quanto buona possa essere diventa un aberrante pretesto se legata ad una realtà che ha bisogno di ripartire, non cento progettando cattedrali nel deserto. Per questo Massimo Carugno, della segreteria nazionale del Partito socialista italiano, chiede di mantenere saldo il contatto con la realtà che la crisi endemica porta a scollare, in ogni settore, dove ormai l’esasperazione ha raggiunto livelli esponenziali. A palazzo San Francesco una profonda situazione di stallo riflette i suoi effetti in termini di scarsa operatività con proprietà venefiche che minacciano la sopravvivenza di gran parte della comunità. Continua a leggere “Sotto lo sguardo di Ovidio il deserto. Carugno (PSI): ‘I licei tornino in centro storico’”