Tag: cementificazione selvaggia

WWF: ‘Basta cemento sulle rive dei fiumi e in aree di frana’

Pescara. La situazione drammatica di queste ore, con nevicate e piogge eccezionali e con le esondazioni che in più punti hanno interessato il fiume Pescara e i suoi affluenti, obbliga a una riflessione. Molti locali sono allagati a Pescara a causa delle esondazioni del fiume. Sott’acqua, finiscono piccole imbarcazioni e attrezzature. I livelli di guardia delle acque erano stati superati già questa notte. Stamattina poi il corso d’acqua ha esondato sommergendo natanti di piccole dimensioni e trascinando con se rami e tanto altro. La situazione sembra essere sotto controllo, ma c’è molto da dire: “Quel che sta accadendo avviene certamente per condizioni meteo eccezionali cui tuttavia dovremo abituarci in virtù dei cambiamenti climatici in atto – dichiara in una nota Luciano Di Tizio – Abbiamo troppo cementificato e abbiamo preteso, con un argine, di difendere una zona con edifici che non avrebbero mai dovuto essere costruiti a discapito di tante altre”.

Continua a leggere “WWF: ‘Basta cemento sulle rive dei fiumi e in aree di frana’”

Boschi e pascoli dannati dal cemento a Barisciano. Esposto in procura sull’operazione immobiliare

Barisciano (Aq). Indietro nel tempo in provincia dell’Aquila a quando i terreni pubblici si svendevano per colate di cemento e cattedrali nel deserto. Modello anni ’60 per Barisciano, dove si ripropone una operazione immobiliare vecchio stile. Un vasto terreno comunale verrebbe ceduto ad una società privata ad un prezzo 5 volte inferiore a quello medio di mercato. La popolazione è tenuta a parte e nel mirino dei cementificatori finiscono 63 mila 570 m² di terreni civici, boschi e pascoli per la maggior parte.

Continua a leggere “Boschi e pascoli dannati dal cemento a Barisciano. Esposto in procura sull’operazione immobiliare”

Ancora palazzi da costruire al porto così si rischia una procedura d’infrazione Ue

Pescara. La Stazione ornitologica abruzzese, Soa, chiede di annullare, in auto-tutela, il permesso di costruire i palazzi che dovrebbero sorgere nell’area portuale del capoluogo e domanda un cambio di destinazione d’uso sottolineando che per il progetto manca la Valutazione ambientale Strategica.

Continua a leggere “Ancora palazzi da costruire al porto così si rischia una procedura d’infrazione Ue”

Fenicotteri rosa sulla Costa Teatina nel futuro Parco nazionale abruzzese

Torino Di Sangro (Ch). Una ventina di fenicotteri rosa, non è l’Africa, ma l’Italia. Esattamente siamo in Abruzzo, sulla Costa Teatina. A Sud della provincia di Chieti, a pochi passi dalla Riserva naturale regionale Lecceta di Tornio di Sangro, ecco la grande sorpresa dell’alba.

Continua a leggere “Fenicotteri rosa sulla Costa Teatina nel futuro Parco nazionale abruzzese”

Scovata la bozza di Decreto di istituzione del Parco Teatino: 9 le criticità

Chieti. In questi mesi si sono consumate le aspre polemiche sulle mappe, piuttosto datate, utilizzate per la perimetrazione del costituendo Parco nazionale della Costa teatina, ma è proprio il decreto d’istituzione del Parco, con le norme di salvaguardia, a rappresentare il cuore del provvedimento istitutivo dell’area protetta che racchiuderà la disciplina per gestire, nei prossimi anni, il Parco riconosciuto nel 2011.

Continua a leggere “Scovata la bozza di Decreto di istituzione del Parco Teatino: 9 le criticità”

Muro di cemento sulla riviera Sud di Pescara autorizzato dal Consiglio di Stato

Pescara. Un’altra legge ad personam inciderebbe sui piani particolareggiati garantendo deroghe e premi di volumetria là dove non si dovrebbe proprio costruire cementificando in abbondanza. Questa nuova disciplina normativa ha reso possibile, dinanzi alla giustizia amministrativo di seconda e ultima istanza, la vittoria dell’impresa Milia e Mammarella. “La società dei figli dell’avvocato difensore di D’Alfonso e di tanti altri politici abruzzesi ha vinto al Consiglio di Stato e potrà costruire sulla riviera Sud, accanto alle aree ex-Cofa, 3 palazzi alti 21 metri – dichiara Maurizio Acerbo di Rifondazione comunista. Insomma un altro muro di cemento sul mare per i pescaresi che potranno prendersela con Comune, Regione e parlamento per l’intervento reso possibile grazie al tenace impegno di questi enti territoriali e delle Camere romane.

Continua a leggere “Muro di cemento sulla riviera Sud di Pescara autorizzato dal Consiglio di Stato”

Muro di cemento alto 21 metri sulla Riviera Sud, Acerbo: “Una porcata sul mare”

Pescara. Tre edifici alti 21 metri ciascuno, in gestazione sulla riviera Sud di Pescara, è una colata di cemento disarmante e nel mirino finiscono le aree adiacenti l’ex-Cofa. Il progetto presentato, sotto mentite spoglie di un grande albergo, ha dato a bere sui posti di lavoro, il solito canto delle sirene inascoltato da pochi che erano riusciti a far saltare il piano. I privati di PescaraPorto, promotori della colossale costruzione, avevano in programma qualcos’altro, spiega il segretario nazionale della Rifondazione comunista Maurizio Acerbo, un cambio di destinazione per realizzare decine e decine di appartamenti vista mare di ditte private.

Continua a leggere “Muro di cemento alto 21 metri sulla Riviera Sud, Acerbo: “Una porcata sul mare””

Montorio al Vomano al bivio per il Referendum del 14 giugno

Montorio al Vomano (Te). Domenica i cittadini di Montorio al Vomano saranno chiamati a pronunciarsi in un referendum consultivo sulla realizzazione dell’autodromo in località san Mauro. Continua a leggere “Montorio al Vomano al bivio per il Referendum del 14 giugno”

Ortona: terreni agricoli a rischio cemento

Ortona (Ch). Sono a rischio i terreni agricoli nella provincia di Chieti e  quelli di un comune in particolare, Ortona, dove il pericolo si chiama cementificazione selvaggia e in aula consiliare sta per approdare una singolare discussione volta alla modifica di un particolare regolamento che fa riferimento alla monetizzazione delle aree, di per sé il termine suona male. 
Continua a leggere “Ortona: terreni agricoli a rischio cemento”

Maschere di cemento dietro la prudenza per il Parco della Costa Teatina

Villa cavalluccio Report-age.com 2015
Villa Cavalluccio

Rocca san Giovanni (Ch). Tanta diffidenza per il Parco nazionale della costa teatina, qualcosa dietro doveva esserci, a rivelare il mistero di cotanta circospezione degli amministratori locali della costa adriatica è il gruppo consiliare Insieme per Rocca che in un comunicato finalmente svela l’arcano dell’area protetta impelagata tra i progetti in cantiere dei sindaci (frentani) Enzo Di Rito e Rocco Catenaro, quest’ultimo di San Vito Chietino. Continua a leggere “Maschere di cemento dietro la prudenza per il Parco della Costa Teatina”

Colate di cemento. Coast to coast: dossier denuncia del WWF

Liguria dossier coast to coast report-age.com wwf 2014
Liguria

Sono 25 anni di manipolazione metropolitana delle coste e così il primato di cementificazione del territorio costiero va alla Sicilia, alla Sardegna e, senza ombra di dubbio,  alla costa Adriatica. Per fermare lo scempio il WWF chiede una moratoria sulle nuove edificazioni e una gestione unitaria degli habitat costieri.  Continua a leggere “Colate di cemento. Coast to coast: dossier denuncia del WWF”