Tag: captazione

Indagini Acqua Gran Sasso: indagati i vertici dei Laboratori, Strada dei parchi e Ruzzo Reti

Teramo. Per gli sversamenti di sostanze inquinanti nell’acqua proveniente dalle falde del Gran Sasso la procura di Teramo firma l’avviso di conclusione delle indagini, partite un anno fa, iscrivendo nel registro degli indagati 10 persone al vertice dell’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn), della società Strada dei parchi – che gestisce l’autostrada (A24 )- e della Ruzzo Reti competente per le strutture acquedottistiche del sito. L’accusa è inquinamento ambientaleContinue reading “Indagini Acqua Gran Sasso: indagati i vertici dei Laboratori, Strada dei parchi e Ruzzo Reti”

Disseta 3/4 d’Abruzzo e con il Rete Adriatica Salgono a 3 i Grandi Rischi per l’Acqua del Gran Sasso

Teramo. Quanti rischi corre l’acqua del Gran Sasso d’Italia? Tanti se l’approvvigionamento idrico di metà degli abruzzesi dipende proprio dalla falda del monte più alto degli Appennini, ma ai rischi già noti se ne aggiungeranno presto altri per l’acqua potabile se non si considerano tutti i preoccupanti progetti in campo.

Aggiornamento

Continue reading “Disseta 3/4 d’Abruzzo e con il Rete Adriatica Salgono a 3 i Grandi Rischi per l’Acqua del Gran Sasso”

Bacino idrico del Gran Sasso, Interrogazione M5S sulla compatibilità tra captazione acqua e laboratori di fisica nucleare

Roma. Un’eccellenza della ricerca mondiale, un patrimonio da tutelare e da valorizzare è l’Istituto nazionale di fisica nucleare del Gran Sasso. A riconoscerne pregi  difetti dei laboratori sotterranei dove si sperimenta da 35 anni sono il vicepresidente della camera Luigi Di Maio  e il deputato pentastellato Gianluca Vacca.

Continue reading “Bacino idrico del Gran Sasso, Interrogazione M5S sulla compatibilità tra captazione acqua e laboratori di fisica nucleare”

Pericolose, tossiche e radioattive. Ecco le sostanze trattate nei Laboratori di fisica Nucleare del Gran Sasso vicino alla captazione dell’acqua potabile

Abruzzo. Quattro pagine, una sfilza di materiali inquietanti riempiono l’elenco aggiornato delle sostanze usate nell’Istituto nazionale di fisica nucleare, il rischio? La captazione dell’acqua per dissetare mezza popolazione d’Abruzzo si fa proprio lì, nel cuore gigante degli Appennini. 

Continue reading “Pericolose, tossiche e radioattive. Ecco le sostanze trattate nei Laboratori di fisica Nucleare del Gran Sasso vicino alla captazione dell’acqua potabile”

Interrogazione M5S sulle Acque del Gran Sasso, nessuna risposta, solo dubbi dalla Regione

L’Aquila. Ancora nessuna risposta, dall’esecutivo regionale, all’Interrogazione sulla qualità delle acque del Gran Sasso d’Italia presentata dal consigliere regionale Riccardo Mercante (Movimento 5 Stelle).  A fine agosto le acque della falda del monte più alto degli Appennini sarebbero state inquinate da Diclorometano (DCM), per attività annesse ai laboratori di fisica nucleare tra il 30 agosto e il 2 settembre. L’incidente  non ha mai rappresentato un pericolo per la salute pubblica, ha assicurato la Ruzzo, società che gestisce la risorsa idrica. Fatto è che la popolazione ha avuto notizia dell’inquinamento 3 mesi più tardi e solo grazie alla testardaggine investigativa di alcuni giornalisti che hanno intercettato un inquietante documento della Regione in cui si trattava dell’emergenza su Isola del Gran Sasso (Te).

Aggiornamento

Continue reading “Interrogazione M5S sulle Acque del Gran Sasso, nessuna risposta, solo dubbi dalla Regione”

Ennesima captazione del fiume Sangro per una centrale: progetto da rigettare

Alfedena (Aq). Altri 2 chilometri di fiume Sangro da intubare, la captazione è progettata ad Aòfedena per mettere in moto l’ennesima centrale idroelettrica. Tutto questo sollevando il livello dell’alveo di circa 25 cm, con rischi di una degradazione ambientale ulteriore, la possibilità che venga compromesso il buono stato di qualità delle acque e pericoli per la fauna selvatica e la sopravvivenza di specie protette come la Lontra, Cobit e Barbo.

Continue reading “Ennesima captazione del fiume Sangro per una centrale: progetto da rigettare”

Nonostante il divieto capterebbe acqua: la Regione denuncia Santa Croce

Canistro (Aq). Avrebbe dunque continuato ad attingere acqua, violando i sigilli posti al momento della revoca della concessione regionale provvisoria, sorgente Santa Croce che impiega 76 dipendenti ed è stata acquistata, anni fa, dall’imprenditore molisano Camillo Colella.

Aggiornamento

Continue reading “Nonostante il divieto capterebbe acqua: la Regione denuncia Santa Croce”