Tag: capodogli

Ok all’Air Gun in Adriatico prima di stendere il tappeto rosso alle trivelle

Dalle coste Romagnole alla Puglia si spalancano i cancelli del mare per la ricerca di fonti fossili, in acqua, con la pratica dell’air gun, considerata dannosa soprattutto per i cetacei perché disorienterebbe questi grandi mammiferi che vivono in acqua. I sospetti però restano tali e siamo di nuovo ad un passo dal tappeto rosso che si srotolerà per altre trivelle in mare.  Continua a leggere “Ok all’Air Gun in Adriatico prima di stendere il tappeto rosso alle trivelle”

Semplici binocoli per evitare i cetacei nella tecnologica ricerca dell’Airgun tra Pescara e Ortona

Semplicemente giurassica è la fonte di energia che le compagnie petrolifere si ostinano a sfruttare, i Sapiens sapiens sono chiamati poi ad utilizzare dei semplici binocoli per attivare la ricerca tramite Airgun, una tecnica d’ispezione dei fondali marini utile a capire cosa si celi tra le rocce. A dir poco barocca è la misura di mitigazione e prevenzione prescritta per l’attività di ricerca sismica in mare. Per le esplorazioni petrolifere occorre garantire osservazioni in mare per eventuali avvistamenti di cetacei, e fin qui ci siamo. 

Aggiornamento

Continua a leggere “Semplici binocoli per evitare i cetacei nella tecnologica ricerca dell’Airgun tra Pescara e Ortona”

Punta Penna il 12 settembre per non dimenticare i 7 capodogli arenati un anno fa

Chieti.  Il 12 settembre dello scorso anno, 7 capodogli ‘disorientati’ spiaggiarono sulla Costa dei Trabocchi, alle ore 11 a Punta Penna, un anno dopo il Centro studi cetacei vuole ricordare l’evento.

Aggiornamento

Continua a leggere “Punta Penna il 12 settembre per non dimenticare i 7 capodogli arenati un anno fa”

Spiaggiate 54 tartarughe l’anno scorso e 34 nei primi due mesi del 2015

Abruzzo. Annus horribilis il 2014 in special modo per gli abruzzesi. La scorsa stagione balneare è partita male ed è finita peggio, s’inaugura con la notizia sulle acque abruzzesi classificate tra le più sporche d’Italia e il resto dell’anno non va meglio tra pesca in aumento, scarichi sui fiumi e verso il mare e rifiuti ammassati sulla battigia dopo ogni mareggiata. La  situazione non può dirsi migliore per le acque dolci, lo stato dei fiumi registra un continuo peggioramento.
Continua a leggere “Spiaggiate 54 tartarughe l’anno scorso e 34 nei primi due mesi del 2015”

Fumetto sul salvataggio dei cetacei per far luce sulle cause dello spiaggiamento

Fumetto sblocca cetacei  Terra Nuova marzo 20151 copyVasto (Ch). Prova a far luce sulle ragioni dello spiaggiamento il fumetto realizzato da Franco Sacchetti, operatore dell’Arci di Vasto/Chieti e formatore del progetto Giovani Vasto, la sequenza di disegni racconta lo spiaggiamento dei capodogli di settembre scorso che ha portato Vasto e la spiaggia di Punta Penna all’attenzione dei media nazionali.

Continua a leggere “Fumetto sul salvataggio dei cetacei per far luce sulle cause dello spiaggiamento”

Balenottere a largo di Vasto: è la stagione di passaggio dei cetacei anche in Abruzzo

Vasto (Ch). Ad un mese esatto dall’arrivo a Punta Penna dei 7 capodogli che purtroppo si sono arenati sulla spiaggia di Vasto, di nuovo un avvistamento di balene di passaggio sulla costa abruzzese, fortunatamente in questo caso non sembrano esserci stati problemi. A questo punto bisognerebbe cominciare a prendere in considerazione il fatto di vietare prospezioni e ricerche durante questo periodo tanto particolare per i cetacei da considerare la stagione di passaggio delle balene anche in Abruzzo.

Aggiornamento

Continua a leggere “Balenottere a largo di Vasto: è la stagione di passaggio dei cetacei anche in Abruzzo”

Capodoglio morto a Polignano a mare forse era nel gruppo di Punta Penna

Polignano a mare (Bari, Puglia). Dei 7 capodogli spiaggiati ne avevano salvati 4 il 12 settembre scorso a Punta Penna ed erano lunghi almeno 6 metri, stesse dimensioni della carcassa di balena recuperata a Polignano a mare. Le cause del decesso di quest’altra balena sono sconosciute, ma le acque si aprono al pensiero che il Capodoglio di Polignano sia uno dei 4 cetacei che tanti volontari salvarono quel giorno in spiaggia. Giorno nero per l’Ambiente in Abruzzo, quel 12 settembre nell’entroterra un Orso bruno marsicano moriva stremato a Pettorano sul Gizio (Aq), nella Riserva naturale monte Genzana alto Gizio, impallinato la sera prima dal proprietario di un pollaio che avrebbe rifiutato di montare il recinto elettrificato, secondo indiscrezioni. Il plantigrade aveva preso di mira, da qualche tempo, gli allevamenti del posto .

Continua a leggere “Capodoglio morto a Polignano a mare forse era nel gruppo di Punta Penna”

WWF:”Ortona presenti osservazioni contro Elsa”e le trivelle di Lazzaro

Foto Renzo di Biase
Foto Renzo di Biase

Ortona (Ch). La conferma sulle cause dello spiaggiamento dei capodogli arriva dalle tracce di gas nel sangue rilevate almeno su una delle 3 balene morte probabilmente per il disorientamento dovuto ad una emersione repentina forse necessaria a superare i forti disturbi sonori. Ciò fa riflettere sulle trivelle del progetto Elsa che avanzano a circa 7 chilometri dalla riva, con una perforazione profonda, quasi 5 mila metri, nei fondali costieri di appena 30 metri di profondità sulla riva dell’Adriatico, di fronte ai Ripari di Giobbe, frazione di Ortona (Ch) e questo dovrebbe salvarci dal disastro quando nel golfo del Messico l’acqua profonda appena 50 metri accoglieva il 20 aprile 2010 la piattaforma Deepwater Horizon della British Petroleum, quella che esplose provocato il disastro.

Le trivelle di Lazzaro, questo perché il progetto Elsa venne bocciato sonoramente nel 2011 dal Comitato valutazione d’impatto ambientale nazionale, cui seguì il Decreto di diniego della compatibilità ambientale firmato dai ministri dell’ambiente e dei beni culturali (decreto 16.05.11 n.257 Stefania Prestigiacomo – Giancarlo Galan).

Verso la scadenza dei termini per presentare le osservazioni alla Via (Valutazione impatto ambientale) c’è comunque tempo, altri 12 giorni, sino al 28 settembre. Gli amministratori locali di Ortona (Ch) sembrano aver già gettato la spugna, ancor prima di cominciare a combattere. Su una questione così delicata occorre avere coraggio, lo dimostrano tutti i giorni quelli del WWF Abruzzo e una donna, il loro referente energia, Fabrizia Arduini: “Non c’è nessun Decreto sviluppo italia approvato in via definitiva che vieti agli amministratori le osservazioni in critica”.

Continua a leggere “WWF:”Ortona presenti osservazioni contro Elsa”e le trivelle di Lazzaro”

Morti 3 dei 7 Capodogli. Ambientalisti: fermate decreto (S)blocca Italia

Dei 7 Capodogli spiaggiati a Punta Penna, 2 chilometri a Sud della Riserva di Punta Aderci, purtroppo 3 sono morti. Questo accade nella  regione condannata a diventarel “distretto minerario” in un Paese che etichetta come “strategico” qualsiasi opera che ingrassa d’olio nero.

Aggiornamento 

Continua a leggere “Morti 3 dei 7 Capodogli. Ambientalisti: fermate decreto (S)blocca Italia”

Lo spettro dell’Airgun sulle balene arenate a Punta Penna

Pescara. Un sospetto dal giorno in cui sono spiaggiate a Punta Penna 7 capodogli e i primi risultati della necroscopia, sulle femmine morte quasi in riva nella riserva naturale di Vasto, provano che l’ipotesi dell’air-gun resta più che valida.

Aggiornamento Continua a leggere “Lo spettro dell’Airgun sulle balene arenate a Punta Penna”