Tag: Caccia

Migliora la lupa presa al laccio, non subirà la mutilazione dell’arto

Goriano Valli di Tione Degli Abruzzi (Aq). “Pare che la veterinaria abbia detto che la zampa è salva e che appena possibile la lupa verrà rimessa in libertà” ad aggiornare sullo stato di salute della lupa rimasta intrappolata nel laccio, nel Parco regionale Sirente Velino, 4 giorni fa, è la consigliera comunale di Tione Degli Abruzzi  Antonella Laurenzi.

Continua a leggere “Migliora la lupa presa al laccio, non subirà la mutilazione dell’arto”

Lupa intrappolata in un laccio armato nel Parco, interviene la consigliera Laurenzi

Goriano Valli di Tione Degli Abruzzi (Aq). Ieri sera, nel cuore del Parco regionale Sirente Velino è stata salvata una lupa intrappolata in un laccio armato. Fortunatamente l’animale è vivo, ma sofferente.

Continua a leggere “Lupa intrappolata in un laccio armato nel Parco, interviene la consigliera Laurenzi”

Wwf e Forestale a caccia di trappole sul monte Morrone

L’Aquila. Continuano le operazioni anti bracconaggio nel Parco della Maiella col contributo del Corpo forestale dello Stato e delle Guardie Wwf.  I volontari, a caccia di trappole sul Morrone, hanno trovato pochi lacci che i bracconieri piazzano, in punti strategici, per catturare gli animali con modalità vietate e crudeli. La esigua quantità di trappole scovate prova anche l’efficacia e la proficua collaborazione avviata anche a tutela dell’orso marsicano e del lupo appenninico.

Continua a leggere “Wwf e Forestale a caccia di trappole sul monte Morrone”

Cucciolo di lupo soccorso dal presidente di Libera Caccia

Campobasso. E’ il Centro recupero fauna selvatica di Popoli (Pe) che ricomporrà le fratture di un lupo appenninico di appena 4 mesi forse investito da un’auto in Molise, recuperato da Pasquale de’ Santis, presidente di Libera caccia di San Martino in Pensilis. Il salvatore del cucciolo è il rappresentante di una associazione di cacciatori che sulla home page del sito nazionale della loro associazione non dimenticano che la caccia “è un’attività praticata nel rispetto rigoroso delle leggi dello stato ma anche di quelle eterne della natura che ci hanno insegnato i nostri maestri, i nostri padri e i nostri nonni.” queste le parole del presidente nazionale di AnLc Paolo Sparvoli.

Immagine di copertina Primonumero.it

Continua a leggere “Cucciolo di lupo soccorso dal presidente di Libera Caccia”

Caccia a cervi e caprioli: la Regione fa orecchie da mercante

L’Aquila. La norma che aggiunge cervi e caprioli da monitorare in Abruzzo è la modifica al regolamento ungulati che non sarà rivista o ritirata, sta bene così, chiariscono in Regione “a monte c’è una legge che la prevede” carica l’assessore all’agricoltura Dino Pepe, ma se la gestione faunistico-venatoria è affidata ai cacciatori e se il presidente della commissione regionale agricoltura, Lorenzo Berardinetti, riferisce che “cambiano le regole per sapere, con precisione, in quali territori cervi e caprioli insistono e in che rapporto sono rispetto alle altre specie come il cinghiale”. Solo l’accostamento di queste specie fa leggermente inorridire anche se i palchi dei cervi danno qualche problema all’agricoltura e alla silvicultura, non sembra che sia però un enorme problema di sopravvivenza ambientale ed economico come lo si prospetta per i cinghiali e allora perché tanta agitazione.

Continua a leggere “Caccia a cervi e caprioli: la Regione fa orecchie da mercante”

Sulmona. Bracconiere spara al capriolo e anticipa gli effetti della modifica al Regolamento ungulati

Sulmona (Aq). Il bracconiere avrà ringraziato la Regione, parliamo del cacciatore che ha sparato ad un capriolo in valle Peligna, proprio qui si aprono le macabre danze, eppure la caccia a queste specie è vietata in Abruzzo, anche se ancora per pochissimo.

Continua a leggere “Sulmona. Bracconiere spara al capriolo e anticipa gli effetti della modifica al Regolamento ungulati”

Gestione fauna ai cacciatori: è come affidare riserve di sangue a dracula

Il Wwf chiede ai consiglieri regionali di ritirare la modifica del regolamento sulla caccia agli ungulati e di avviare il confronto sulle strategie di gestione della fauna che non può essere affidata al mondo venatorio. L’associazione è contraria dunque ad aprire la caccia a cervi e caprioli affidando la gestione del tutto ai cacciatori, alle doppiette. Insomma, è un po’ come affidare la gestione delle riserve di sangue a Dracula. 

Continua a leggere “Gestione fauna ai cacciatori: è come affidare riserve di sangue a dracula”

Su Cervi e Caprioli Berardinetti “a caccia” di scuse

L’Aquila.“Il regolamento per la gestione faunistico-venatoria degli ungulati è la norma adottata dalla Regione Abruzzo per favorire il giusto rapporto delle specie non protette rispetto alle capacità trofiche del territorio come viene disposto dalla normativa italiana ed europea” è la risposta di un sorpreso presidente della commissione agricoltura, Lorenzo Berardinetti, a coloro che utilizzano, secondo il consigliere regionale: “I mezzi di comunicazione per distorcere gli obiettivi contenuti alle modifiche, che ho proposto, al suddetto regolamento, ovvero salvaguardare e tutelare le specie protette” .

Continua a leggere “Su Cervi e Caprioli Berardinetti “a caccia” di scuse”

Strage di cervi e caprioli: ‘Ennesimo regalo ai cacciatori’

Abruzzo. Non c’è speranza in Abruzzo se i vertici regionali riescono a fare incavolare persino la mascotte dei bambini, un capriolo come Bambi mite e delizioso soprattutto per i cacciatori e i consiglieri regionali. La modifica alla legge regionale (n.10 del 2004) che tra gli animali d’ammazzare aggiunge ora cervi e caprioli, è l’ennesimo regalo ai cacciatori, tuona il Wwf che chiede l’immediato ritiro del provvedimento, un decreto presidenziale sottoscritto dal governatore d’Abruzzo, Luciano D’Alfonso.

Continua a leggere “Strage di cervi e caprioli: ‘Ennesimo regalo ai cacciatori’”

Caccia: niente di buono per la fauna selvatica nel calendario venatorio

Pescara. Nessuna sorpresa per il calendario venatorio della prossima stagione di caccia, all’apparenza sembra aggiungere delle novità che si riducono però all’inclusione in C1 dell’area tra la valle del Sagittario e il Parco nazionale della Majella dove la caccia sarà regolata in modo più stringente. Per il Wwf Abruzzo niente passi avanti nella tutela della fauna selvatica, il calendario venatorio della prossima stagione di caccia  dà ampio margine di divertimento ai cacciatori reintroducendo persino la possibilità di sparare ad uccelli acquatici.

Continua a leggere “Caccia: niente di buono per la fauna selvatica nel calendario venatorio”

Polizia provinciale nei vigili urbani? Wwf Abruzzo: “E’ a rischio il sistema di vigilanza ambientale”

“Sono a  rischio le competenze in materia ambientale delle Polizie provinciali – esordisce in una nota il Wwf Abruzzo dopo la ventilata ipotesi di accorpamento del Corpo forestale dello Stato con altri Corpi di polizia – sminuendo così i primari compiti di tutela ambientale di tale istituzione, assistiamo ora all’azzeramento delle funzioni di tutela ambientale delle Polizie provinciali, destinate da uno dei tanti provvedimenti, spesso contraddittori e confusi, di riorganizzazione delle Province a confluire nella Polizia locale. Una scelta incomprensibile e contraddittoria poiché si andrebbe a indebolire ulteriormente il sistema di vigilanza ambientale proprio nel momento in cui vengono introdotti nel codice penale gli ecoreati”. Continua a leggere “Polizia provinciale nei vigili urbani? Wwf Abruzzo: “E’ a rischio il sistema di vigilanza ambientale””

Arrestati bracconieri. Carrara: “Pnalm si costituirà parte civile nel processo contro i 2”

Pnalm bosco Report-age.com 2014Pescasseroli (Aq). Il Presidente del Parco, Antonio Carrara, ha espresso soddisfazione e ha annunciato che il Parco si costituirà parte civile nel processo a carico dei bracconieri, per chiederne una punizione esemplare, arrestati nel territorio del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Continua a leggere “Arrestati bracconieri. Carrara: “Pnalm si costituirà parte civile nel processo contro i 2””

Caccia. Proiettili al piombo e diclofenac banditi dall’Onu

Proiettile con pallini al piombo Si passa alle cartucce in rame perchè l’Onu dà ragione agli ambientalisti. Così entro il 2017 i materiali che compongono i proiettili non potranno più essere tossici ed è vietato anche il diclofenac usato, sino ad ora, in campo veterinario . Continua a leggere “Caccia. Proiettili al piombo e diclofenac banditi dall’Onu”

Aperto un fascicolo per omicidio colposo sul cacciatore ucciso

Torrebruna (Ch). La Procura della Repubblica di Vasto ha aperto un fascicolo per omicidio colposo per stabilire eventuali responsabilità sulla morte di Nicola Costanzo, il 58enne di Guardiabruna morto ieri mattina nel corso di una battuta di caccia al cinghiale con gli amici a Torrebruna. Sarebbe stata indagata anche una persona. Continua a leggere “Aperto un fascicolo per omicidio colposo sul cacciatore ucciso”