Tag: botte

Salvati mamma e figlio, padre arrestato per l’ennesima violenza domestica

Mamma e figlio minore da colpire con un bastone è l’ennesima violenza domestica, ma la vittima, la donna, fortuna è riuscita a scamparla anche questa volta chiedendo aiuto ai Carabinieri. I militari hanno fermato l’uomo proprio mentre aggrediva la moglie e lo hanno arrestato. Il marito era in evidente stato di alterazione determinata probabilmente dall’alcool, Iliuta Dorin Jianu 42enne di origine romena, finito in carcere. Continua a leggere “Salvati mamma e figlio, padre arrestato per l’ennesima violenza domestica”

Botte tra donne in un ristorante, denunciata quella ubriaca

L’Aquila. Se ne sono dette di santa ragione come scaricatori di porto dopo una lunga bevuta e non sarà bastata nemmeno la denuncia della Polizia a far smaltire la sbornia a quella che ha assestato un pugno in pieno volto all’altra. Altro che incontro di pugilato!

La volante raggiunge il ristorante dal quale parte la richiesta d’intervento per un alterco, per futili motivi, tra 2 donne sfociato poi, a seguito dei pesanti insulti, in una colluttazione. Dalle testimonianze i poliziotti accertano che le contendenti dalle offese passano alle mani, schiaffeggiandosi e graffiandosi a vicenda, sino a ricevere l’una un pugno, in pieno volto. Nonostante la presenza degli agenti, le donne continuano ad inveire tra di loro, minacciando reciproche querele, così da costringere gli operatori, per riportare la calma, ad allontanarle non prima però di denunciare una per ubriachezza molesta.

Uccide il vicino per questioni condominiali e confessa, arresto per omicidio aggravato a Pescara

Pescara. Discussioni, liti, botte e per finire un coltello da cucina per ferire e dare la morte al vicino. Dovrà rispondere dell’accusa di omicidio aggravato Roberto Mucciante 51enne originario dell’Aquila, dopo aver accoltellato il sui dirimpettaio ha telefonataal centralino d’emergenza confessando il delitto. É stato arrestato appena dopo dai Carabinieri del Nor (Nucleo operativo e radiomobile) di Pescara guidati dal comandante Antonio Di Mauro. Continua a leggere “Uccide il vicino per questioni condominiali e confessa, arresto per omicidio aggravato a Pescara”

Omicidio Bucataru. Le tracce di sangue incastrano il compagno della domestica, accecato dalla gelosia

Tagliacozzo (Aq).  Finisce in carcere Andrei Feru, 52enne rumeno, fortemente sospettato della morte di Catalin Iuliana Bucataru 38enne rumena,  deceduta il 7 novembre scorso nell’ospedale San Salvatore dell’Aquila. Ad incastrare l’uomo è la scena del crimine, le tracce di sangue delle pareti e del pavimento  per l’anatomopatologo sono incompatibili con una caduta accidentale.

Continua a leggere “Omicidio Bucataru. Le tracce di sangue incastrano il compagno della domestica, accecato dalla gelosia”

Valle Peligna violenta: 2 aggressioni nel week end

Pratola Peligna (Aq) 19.7.2016 Valle Peligna violenta con 2 aggressioni che riempiono la cronaca nel week end e riaccendono antichi timori. Botte da orbi a Pratola e Sulmona e a farne le spese sarebbero un giovane pratolano e un 21enne di Roccacasale (Aq).

Aggiornamento del 22.7.2016 Si è costituito alla polizia un giovane di 18 anni di Sulmona che si dichiara autore del pugno sferrato ad un ragazzo di Roccacasale sottoposto, per questo, ad intervento chirurgico per la ricostruzione della mandibola. Il 18enne si è presentato il giorno al Commissariato di via Sallustio spinto probabilmente dal fatto di essere stato riconosciuto.Ancora tutti da chiarire i contorni di questa vicenda, le indagini sono in corso.

Il primo episodio violento si è verificato la notte tra venerdì e sabato in un locale pubblico di Pratola Peligna. Praticamente è stata distrutta la vetrina di un bar di via Levante, in pieno centro storico. Nei danni vanno inclusi gli arredi, con sedie e un tavolo mezzi rotti. La vittima sarebbe un giovane, probabilmente del posto, che ha tentato di fuggire al suo aggressore e ha cercato rifugio nel bar intrufolandosi nel bagno del locale. Nella toilette del locale il ragazzo è stato raggiunto da un uomo alto e robusto che sembra sapesse picchiare. Il tipo, circa trentanni probabilmente originario della valle Peligna, ha preso a botte l’altro nel bagno forse per la restituzione di una somma di denaro. Sulla vicenda indagano i carabinieri di Pratola Peligna. Un altro episodio, stessa matrice violenta, si è verificato a Sulmona sabato notte. Breve discussione fra tre persone, sembra, poi sono volati i pugni. A rimetterci è stato soprattutto un ragazzo di Roccacasale che, ricoverato in ospedale, per le ferite riportate dall’aggressione dovrà essere sottoposto ad un intervento chirurgico alla mandibola.

Sorpreso con cocaina tenta di investire un carabiniere: marocchino in manette

Celano (Aq) 18.7.2016 I Carabinieri della Compagnia di Avezzano hanno arrestato uno spacciatore, di origine marocchina, finito in manette per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: Mohamed Ettadili, immigrato 26enne, irregolare sul territorio nazionale e senza fissa dimora, tratto in arresto dai militari delle Stazioni Carabinieri di Gioia dei Marsi e San Benedetto dei Marsi.I movimenti sospetti dello straniero, a bordo di un’autovettura non sono sfuggiti ai militari, impegnati in uno specifico servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dello spaccio di droga. I Carabinieri hanno deciso di procedere al controllo dello straniero, noto alle firze dell’ordine che l’avevano già tratto in arresto per droga a novembre dell’anno scorso. Alla vista dei militari, lo straniero ha tentato una manovra elusiva cercando d’investire uno dei militari sceso dalla vettura di servizio per intimare l’alt. Il magrebino si è fermato poco più avanti e, una volta abbandonata la vettura, si è dato alla fuga a piedi per i campi circostanti. Dopo un breve inseguimento, nel corso del quale lo straniero ha tentato di liberarsi di un involucro di cellophane, è stato raggiunto e bloccato malgrado i suoi tentativi di divincolarsi. Nell’involucro recuperato c’erano 7 grammi di cocaina. Lo straniero arrestato è trattenuto in camera di sicurezza al Comando Compagnia di Avezzano, su disposizione della Procura della Repubblica, in attesa del rito direttissimo.

Sorpresi con 600 pannelli rubati. Arrestati 4  marocchini in flagranza di reato

Pescara 18.7.2016 Si sono specializzati in furti di pannelli fotovoltaici in tutto il centro Italia. Una banda di 4 cittadini di origine marocchina, domiciliati in provincia di Salerno, sono stati sorpresi ed arrestati nella notte tra il 14 ed il 15 luglio dai Carabinieri del Nucleo investigativo e della Compagnia di Popoli, al termine di un’articolata operazione che ha visto coinvolti circa 20 militari del Comando provinciale Carabinieri di Pescara nella prevenzione e contrasto ai reati predatori. L’operazione ha consentito di recuperare refurtiva per una valore di circa 250 mila euro.

Rubò bancomat a Sulmona, arrestato dalla Polizia

Sulmona (Aq) 16-7-2016 In esecuzione  della custodia cautelare in carcere emessa da Marco Billi, giudice per le indagini preliminari presso il tribunale di Sulmona, la Polizia ha arrestato un 26enne, sorvegliato speciale di etnia rom pescarese, per furto aggravato, ricettazione e indebito utilizzo di carte di credito e di pagamento commessi a Sulmona, Pratola Peligna ed in località del pescarese.

L’indagine è scaturita dalla denuncia di una giovane di Sulmona a cui era stato sottratto il bancomat dalla vettura con la quale sono stati effettuati dei prelievi presso gli sportelli automatici di un istituto di credito della valle Peligna e del pescarese e transazioni su pos in dotazione a diverse attività commerciali, per una somma di circa 4 mila euro. La ricostruzione degli eventi e l’individuazione del responsabile è stata effettuata  attraverso la visione delle immagini estrapolate dai vari sistemi di videosorveglianza, dai riconoscimenti fotografici, dai servizi di appostamento e da alcune testimonianze raccolte. Nella vicenda  era  coinvolta anche una 21enne di Torremaggiore (Fg), compagna dell’arrestato, denunciata in stato di libertà per i reati di ricettazione e indebito utilizzo di carte di credito o di pagamento. Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Sulmona, accogliendo la richiesta formulata dalla pubblico ministero Aura Scarsella, ha emesso la misura di custodia cautelare in carcere nei confronti dell’uomo, che, rintracciato a Montesilvano (Pe),  è stato associato presso la Casa circondariale di Sulmona, dopo le formalità di rito.

mariatrozzi77@gmail.com