Tag: bollette

Differenziata alle stelle, ma la Tassa rifiuti aumenta: Fidio Bianchi interroga

Castelvecchio Subequo (Aq). Il consigliere comunale di opposizione Fidio Bianchi interroga il sindaco Pietro Salutari  per avere chiarimenti sulla  tariffa dei rifiuti che continua ad aumentare anche se la raccolta differenziata sia in forte crescita.  Continue reading “Differenziata alle stelle, ma la Tassa rifiuti aumenta: Fidio Bianchi interroga”

Depurazione, maxi multa per l’Italia già graziata nel 2012. Peggio la Sicilia

“Inquinare e non impedirlo, è veramente un pessimo affare per l’ambiente, la salute umana e le nostre tasche” è il commento del Wwf alla notizia che l’Italia è stata condannata dalla Corte di giustizia europea a 25 milioni di euro di multa per mancata depurazione delle acque reflue. Sono oltre 70 le aree e i centri urbani della penisola sprovvisti di reti fognarie o di sistemi di trattamento delle acque di scarico. Tra le 18 regioni maglia nera per la Sicilia dove oltre la metà dei Comuni è inadempiente, ma l’Abruzzo non è da meno. Non sono bastati 18 anni di tempo per mettersi in regola e così la Commissione europea ha chiesto una nuova condanna per l’Italia già graziata 6 anni che puntualmente oggi è arrivata.

Aggiornamento 1 e 2 Continue reading “Depurazione, maxi multa per l’Italia già graziata nel 2012. Peggio la Sicilia”

Codici inaugura la sede di Sulmona: soprattutto donne in prima linea a difesa dei diritti

Sulmona (Aq). Appena un mese dall’apertura della sede e sono oltre 30 gli iscritti per Il Centro per i diritti del cittadino del capoluogo Peligno (30.1.2018). Continue reading “Codici inaugura la sede di Sulmona: soprattutto donne in prima linea a difesa dei diritti”

Comuni teatini senza voto all’assemblea: paradossi legislativi del servizio idrico integrato in provincia di Chieti

Chieti. Il Consiglio comunale ha approvato la cessione delle reti idriche all’Ersi, Ente regionale per il servizio idrico e il Wwf ha chiesto all’assise di prendere finalmente in esame la petizione sull’inserimento del concetto di acqua bene comune nello Statuto comunale, sottoscrizione ferma in un cassetto da oltre 5 anni

Continue reading “Comuni teatini senza voto all’assemblea: paradossi legislativi del servizio idrico integrato in provincia di Chieti”

Nuovi incentivi all’eolico: il Governo con una mano dà e con l’altra leva

Foto Maria Trozzi
Foto Maria Trozzi

Roma. Perché destinare nuovi incentivi alle fonti rinnovabili elettriche, in particolare all’eolico industriale, se sono stati raggiunti gli obiettivi europei con 7 anni di anticipo? Perché continuare a farlo se il governo riconosce che l’eccesso di incentivi solo a queste fonti è un errore? Perché con un decreto s e ne spalmano altri per alleggerire le bollette e con un altro atto governativo se ne elargiscono di nuovi che pesano sui costi fissi delle bollette in tempi di crisi? Non sono domande qualunque quelle poste dalle associazioni ambientaliste che scrivono al governo proprio contro il nuovo decreto.  Continue reading “Nuovi incentivi all’eolico: il Governo con una mano dà e con l’altra leva”

Riforma tariffe elettriche. Legambiente: “Penalizza famiglie e fonti rinnovabili”

Per Legambiente, la riforma delle tariffe elettriche proposta dall’Autorità per l’energia penalizza le famiglie meno numerose e gli interventi di autoproduzione da rinnovabili.

Secondo Legambiente la proposta presentata dall’autorità per l’energia, avanzata i primi di febbraio per la riforma delle tariffe elettriche dei clienti domestici, non premia i comportamenti virtuosi, non premia la riduzione dei consumi e della spesa energetica e comporta aggravi soprattutto per anziani e famiglie poco numerose.

In attuazione del decreto sull’efficienza energetica (102/2014), la proposta dell’Autorità prevede 4 possibili opzioni, per la nuova struttura tariffaria, che porterebbero a superare la progressività rispetto ai consumi riducendo la spesa per coloro che hanno i consumi elettrici più alti, cancella la distinzione residenti non residenti, riforma il bonus sociale per le famiglie meno abbienti. In pratica, scomparirebbe qualsiasi incentivo a ridurre i consumi. Rispetto a oggi, in proporzione, pagherebbe meno chi consuma di più, tanto che, secondo alcune simulazioni, l’aggravio medio per le famiglie con consumi bassi si attesterebbe tra il 15 e il 20%. Inoltre, la revisione degli oneri di rete e di sistema, spostati dalla componente variabile a quella fissa, penalizzerebbe l’autoproduzione da fonti rinnovabili. Il rischio di queste novità proposte è che si avrebbero aggravi certi per larga parte delle famiglie, in particolare quelle a basso reddito, che oltretutto non possono accedere all’Ecobonus per gli interventi di efficienza energetica perché hanno limitati o nulli redditi da detrarre. “Nonostante gli intenti siano condivisibili, tra cui la volontà di spingere gli usi elettrici diventati oggi competitivi anche da un punto di vista ambientale la revisione delle tariffe proposta dall’autorità non aiuta le famiglie, ne risponde alle sfide che l’Italia deve cogliere per ripensare il sistema energetico – commenta Edoardo Zanchini, vicepresidente di Legambiente – Occorre ripensare le tariffe per premiare gli interventi di riduzione dei consumi attraverso l’efficienza e l’autoproduzione. Chiediamo all’Autorità di aprire un confronto sulle proposte più efficaci in questa direzione anche guardando all’esperienza di altri Paesi”. La preoccupazione di Legambiente è che il Decreto concorrenza, del 20 febbraio, prevede che nel 2018 tutti i contratti passino al mercato libero, attraverso l’abolizione del cosiddetto servizio di maggior tutela. Passaggio che secondo l’associazione ambientalista impone la definizione di obiettivi chiari sul futuro delle bollette e di regole trasparenti per evitare che si determinino conseguenze sociali e ambientali rilevanti nei prossimi anni.

mariatrozzi77@gmail.com

Debiti Aca, 69 milioni di euro graveranno sulle bollette dell’acqua

Pescara. “I cittadini con le bollette pagheranno 69 milioni di euro fino al 2020 per la gestione fallimentare dell’Aca” annuncia il Forum abruzzese acqua pubblica in un comunicato. Continue reading “Debiti Aca, 69 milioni di euro graveranno sulle bollette dell’acqua”