Tag: biomasse

Pini Abbattuti sull’Altopiano delle 5 Miglia. Esposto di Italia Nostra: “Erano Sani”

I filari erano sani e perfettamente efficienti, è Italia Nostra (1955)a confermarlo grazie alla perizia dell’esperta forestale messa in campo dall’Associazione ambientalista che ha presentato esposto/denuncia alla procura della Repubblica di Sulmona (Aq) per l’intervento d’urgenza di abbattimento di 120 alberi (Pini neri di Villetta Barrea) disposto dall’Anas che ha così fatto tabula rasa, i primi giorni di novembre, dei fusti sul Piano delle 5 Miglia, nel Grande Quarto, là dove corre la statale 17. Taglio dovuto, dicono, per estrema e imminente pericolosità.

Aggiornamento

Continua a leggere “Pini Abbattuti sull’Altopiano delle 5 Miglia. Esposto di Italia Nostra: “Erano Sani””

Decreto Ammazza Foreste: colpo di coda del Pd. Spieghiamo il No al Testo unico forestale

A preoccupare docenti e ricercatori sono le disposizioni proposte sulla revisione e l’armonizzazione della normativa nazionale in materia di foreste e filiere forestali (in attuazione dell’articolo 5 della legge 28 luglio 2016, n. 154) ossia lo schema di decreto che è quasi legge visto che è al vaglio definitivo del Consiglio dei ministri e che passerà dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, per la firma.  Gravi errori scientifici sugli interventi previsti nel testo e numerosi aspetti tecnici minacciano gli ecosistemi sul suolo, sulla biodiversità e sul paesaggio. Sono 250 i primi firmatari dell’appello al presidente Mattarella, al premier Paoplo Gentiloni, al ministro delle politiche agricole alimentari e forestali,  Maurizio Martina e dell’ambiente, Gian Luca Galletti per denunciare la gravità de testo. 

Aggiornamento

Continua a leggere “Decreto Ammazza Foreste: colpo di coda del Pd. Spieghiamo il No al Testo unico forestale”

Incendi Morrone: Analogia con roghi Piemonte e Lombardia per Capo Vigili del fuoco di Sulmona

Sulmona (Aq). Di analogia con gli incendi del Piemonte e della Lombardia parla stamane il capo dei vigili del fuoco di Sulmona, Enzo Paolo Giovannone, a margine della funzione sacra dedicata alla protettrice dei Vigili del fuoco, Santa Barbara, celebrata oggi con una santa messa nella cattedrale San Panfilo.

Aggiornamento

Continua a leggere “Incendi Morrone: Analogia con roghi Piemonte e Lombardia per Capo Vigili del fuoco di Sulmona”

Come funghi le Piste Tagliafuoco: spianate troppe strade sul Morrone, fuoco spento, brucia la speculazione

In tutto 10 i comunicati del Com, l’ultimo annuncia un’ora fa: l’incendio sul Morrone è spento. Dieci, cento, mille tagliafuoco ancora da costruire? Più di quello che si possa immaginare. Sino a ieri era in fase di realizzazione un’altra pista per fermare un incendio già domato da giorni. Spianano la strada alla deforestazione? Ecco un altro grosso affare del dopo incendio di cui approfittare, stile post terremoto. Per la gente per bene è da evitare, ma soprattutto è un grande rischio per il monte Morrone. Indifeso da ogni attacco, ieri abbiamo percorso una costola dell’altura ed è apparsa un’altra pista tagliafuoco. É la quarta visibile e accessibile realizzata sulla montagna Sacra. Questo è, da quando è partita la moda delle ‘tagliafuoco’ che dovrebbero fermare gli incendi. Più la spesa che l’impresa per rallentare le fiamme! Unica benedizione per un incendio tanto grande è la pioggia, nemmeno i Canadair, dicono i Direttori delle operazioni di spegnimento (Dos). Il fuoco dal bollettino Com è spento e stamane è rimasto appena un pennacchio dell’incendio che per 15 giorni ha abbrustolito monte Morrone. Allora, perché sino a ieri si spianava una strada?

Aggiornamento 1  e 2

Continua a leggere “Come funghi le Piste Tagliafuoco: spianate troppe strade sul Morrone, fuoco spento, brucia la speculazione”

Guasto alla biomasse: un mese di liquidi nauseabondi sulle coltivazioni e nessuno sapeva. Dossier

Lanciano (Ch). Terreni coltivati, vigneti e uliveti che marciscono, forse da più di un mese sommersi da un liquido scuro e maleodorante che ha invaso tutt’attorno la centrale a biomasse. Nell’impianto si produce energia elettrica per l’Enel. Non è difficile sapere chi pagherà per tutto questo: coltivatori diretti e cittadini. L’aspetto delle polizze fideussorie, a quanto dicono, è stato trascurato con i cambiamenti di gestione dell’impianto dovuto alla crisi della compagnia, 6 anni fa, cioè un anno prima che la centrale entrasse in esercizio.

Continua a leggere “Guasto alla biomasse: un mese di liquidi nauseabondi sulle coltivazioni e nessuno sapeva. Dossier”

Imbroglio a biomassa: perchè spuntano centrali come funghi. Il caso San Buono

Si parte da un progettino per una ‘innocua’ centrale a biomasse, di modeste dimensioni e senza troppo disturbare. Roba da poco, magari da piazzare in solitaria, nascosta tra le campagne così che nessuno se ne lamenti. L’impiantino però è uno specchietto per le allodole, il vero scopo è bypassare la conferenza dei servizi regionale, procedura necessaria lunga e impegnativa, che non sempre va a buon fine per la società che intende metter su una centrale a biomasse degna del nome e degli incentivi ventennali.

Aggiornamento Continua a leggere “Imbroglio a biomassa: perchè spuntano centrali come funghi. Il caso San Buono”

Dietro front sulle trivelle. Via libera alla Legge di stabilità: il senato approva la manovra

Roma. Dietro front del governo sulle trivelle, anche se non mancano dubbi sull’emendamento governativo, non è tutto oro quello che luccica per l’ambiente nella Legge di stabilità che foraggia purtroppo le biomasse con la previsione di altri corposi incentivi per i grandi impianti.

Continua a leggere “Dietro front sulle trivelle. Via libera alla Legge di stabilità: il senato approva la manovra”

Inceneritori: fanno male, ma sono strategici per Renzi. Regioni e Wwf dicono No

Rientrano nella strategia energetica nazionale anche i maledetti inceneritori, dannosi per la salute come tante altre opere inutili e pericolose a cui è stata spianata la strada e il governo nazionale ha deciso persino di incenerire il significato dei termini piegandone il senso ad uso e consumo delle lobbies per confondere terribilmente gli italiani. A dare del filo da torcere a questo centro di potere e all’articolo 35 dello Sblocca Italia finalmente si schierano molte regioni del Sud e si affiancano alle battaglie di comitati cittadini e associazioni egologiste. 

Continua a leggere “Inceneritori: fanno male, ma sono strategici per Renzi. Regioni e Wwf dicono No”

Far West dei rifiuti: ora basta !

08.09.2015 Sono davvero troppi e la situazione preoccupa, un impianto rifiuti è previsto a Cepagatti (Pe) e un altro è in progetto a Rosciano. Per le associazioni e i comitati cittadini è indispensabile allora valutare le esigenze del territorio e programmare prima di concedere altre autorizzazioni per lo stoccaggio di rifiuti, in linea con le richieste presentate in Regione da una quindicina di associazioni, il 30 luglio scorso, ma la Regione ancora non risponde sulla moratoria richiesta da associazioni e comitati.

Continua a leggere “Far West dei rifiuti: ora basta !”

Comitati No biomasse: “La Regione proceda alla moratoria sugli impianti”

Foto

L’Aquila. Nell’incontro a Monticchio l’associazione Terra dei figli e gli  8 firmatari del ricorso al Tribunale amministrativo regionale hanno deciso di resistere al Consiglio di stato contro la M&D/FuturisS e il suo progetto di realizzare una centrale a biomasse. Continua a leggere “Comitati No biomasse: “La Regione proceda alla moratoria sugli impianti””