Discarica di Sosta sulla Strada Statale 17 tra Pettorano sul Gizio e Sulmona

Mancano i raccoglitori di rifiuti ed è anche per questo che l’area di sosta sulla statale 17 si è trasformata in una discarica. Un biglietto da visita per l’Alto Sangro davvero impressionante e spettrale per chi ha bisogno di rifocillarsi e fermasi quel punto non é proprio salutare. Il video notturno, girato ieri, dà l’idea di cosa si tratta. Chi è solito frequentare l’area non porta a casa i rifiuti che pian piano si accumulano formando dei cumuli seminati qua e là sull’area.

Read more

Cedimenti da monte Morrone, venerdì tavolo per aggredire il problema

Sopralluogo oggi nell’area della frana del 16 agosto su monte Morrone che ha raggiunto Casino pantano a Marane nuove, area Santa Lucia. La mulattiera per le Vicenne, già poco praticabile prima della frana, ora sarebbe interrotta. Il cedimento del  terreno petroso ha origine sul punto più in alto della sterrata, verso il canalone. Read more

‘Sterilità amministrativa’ replica il Meetup alla risposta di Casini sul trasloco Finanza

Sulmona (Aq). “Nel prendere atto della cortese risposta di chiarimento del sindaco Casini e dell’assessore fresco di nomina Angelone, in merito alla questione dello stabile di proprietà comunale adiacente la chiesa di San Giovanni Evangelista, rimaniamo quantomeno incuriositi dalla singolare accusa di sterilità con la quale viene liquidata la nostra critica, soprattutto a fronte di una palese sterilità, quella sí nei fatti, derivante alle casse comunali da un mancato introito – replica  il Meetyup amici di Beppe Grillo alla risposta del primo cittadino – Vedano, signora sindaco e signor assessore, ignorare quale sia e in che cosa consista concretamente il proprio patrimonio immobiliare, mancare di rimodularne la destinazione d’uso, dimenticare di poterlo affittare ad esempio alla Regione, in attesa che torni agibile  Palazzo Portoghesi per la Biblioteca, ricordarsi d’un tratto che sì, c’é una struttura disponibile,  per darla in concessione d’uso gratuito alla Guarda di Finanza “perché altrimenti andrebbe via (siamo a questo punto di inconsistenza di potere per così dire contrattuale nella gestione delle pubbliche relazioni con… Il pubblico!) e ancora, più in generale, omettere di rinnovare le concessioni, non procedere agli sfratti dopo le scadenze dei comodati d’uso, non riscuotere gli affitti dei locali e delle strutture… ebbene, dicevamo, questo, a nostro avviso, é un grande indicatore di Sterilità amministrativa e depauperamento patrimoniale della comunità. Infine, per tornare alla questione dell’uso più oculato dei termini, spiace registrare nel linguaggio della nostra prima cittadina, un abuso del termine “populista” nei nostri confronti, improntato ad un vezzo superficialmente modaiolo, soprattutto in considerazione che la stessa, nel riferirsi ai suoi concittadini parla sprezzantemente di gente, anziché, più rispettosamente di persone”.

 

Partito trasloco della Finanza. Meetup propone altro luogo.’Critiche sterili’ per Casini

Già da lunedì è cominciato il trasloco della Guardia di Finanza nei nuovi locali dell’edificio dell’area Peep con appartamenti a canone concordato. Il Meet up chiede di trasferire la caserma altrove e il sindaco replica: “Critiche sterili”.

Aggiornamento

Read more

Una riserva naturale del Lago di Bomba per scongiurare altri progetti impattanti

Il lago di Bomba potrebbe diventare area protetta, è la proposta per i 10 consigli comunali dei territori prossimi al lago. Tutto per arrivare alla istituzione di una riserva regionale per la tutela ambientale di una delle località più interessanti dal punto di vista della biodiversità in Abruzzo. Read more

Convegno a Capracotta per la Salvaguardia dall’estinzione dell’Orso Marsicano

Capracotta ospita sabato un interessante convegno sull’Orso, appuntamento alle ore 16 nel giardino della Flora Appenninica. Quando si parla di orso marsicano si pensa immediatamente al Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise (Pnalm) casa natale del plantigrado, tecnicamente core area, perché è soprattutto in quel territorio protetto e nella sua area contigua che vive la maggior parte dell’esigua popolazione di orso dell’Appennino, si contano non più di 50 esemplari ormai. Read more

Ass. Celestiniana: La riapertura della Chiesa di S.Spirito porti al recupero dell’area circostante

Un gioiello incastonato nella roccia questo è l’area Celestina sul Morrone, montagna Sacra a papa Celestino V. Un gioiello che non brilla più perché non è considerato parte integrante nei progetti d’investimento oggi concentrati a ricomporre un solo tassello del magnifico mosaico che fa grande la valle Pelgina. E l’opera è imperfetta se mancano i dettagli: progetti di sviluppo dell’area attorno al complesso monumentale realizzato dall’ordine dei Celestini. Da un decennio la questione è relegata ad un paio si battute: ci sono cose più importanti! Eppure lo sviluppo dell’area circostante porterebbe qualche posto di lavoro, una manna dal cielo in questo territorio. Il problema a quanto pare è sentito solo dall’associazione Celestiniana chi fruisce del luogo s’indigna a vederlo così e basta! Giulio Mastrogiuseppe, presidente dell’Associazione Celestiniana, chiede che la cerimonia di riapertura della Chiesa di Santo Spirito sia l’occasione per avviare un intervento di recupero dell’intera area ormai completamente abbandonata.  Read more

Comando della Finanza, al vaglio diverse sedi per eventuale trasloco

Sulmona (Aq). “Consentire alla Compagnia della Guardia di finanza di individuare una sede in città, in considerazione di un eventuale trasloco dalla storica caserma di piazza Garibaldi, è l’obiettivo che ci siamo posti a stretto giro – dichiara in sindaco di Sulmona Annamaria Casini – Da oltre un mese, infatti, stiamo incontrando i vertici della Finanza in diverse riunioni, una alla presenza anche del prefetto dell’Aquila Giuseppe Linardi, per trovare una soluzione idonea, valutando insieme anche le varie ipotesi in caso di trasferimento imminente. Read more

Domenica in marcia contro il cementificio a Punta Aderci

Vasto (Ch). Anche Legambiente e Wwf saranno presenti domenica alla marcia, in programma dalle ore 10, contro il cementificio a Punta Aderci, insieme alle altre associazioni e ai comitati, agli operatori turistici e ai cittadini. 

Read more

Incendi Morrone: Qualità aria dati dal 22 al 29 agosto

Incendio Morrone, il monte brucia da 10 giorni e Arta diffonde i dati aggiornati sulla qualità dell’’aria grazie al laboratorio mobile situato nella frazione Marane di Sulmona. Il monitoraggio sarà ampliato con altre 2 centraline. I dati sono riferiti al periodo compreso tra il 22 agosto, a partire dalla tarda mattina, e le prime ore del 29 agosto. Gli inquinanti monitorati sono: Monossido di carbonio (CO), Benzene, Toluene, polveri sottili (PM10) e Idrocarburi policiclici aromatici (Ipa) totali. Vengono forniti inoltre i dati relativi alla velocità e alla direzione del vento registrati nello stesso arco temporale. 

In generale, si riscontra per gli inquinanti monitorati un andamento delle concentrazioni progressivamente in diminuzione rispetto ai primi giorni. Non si registra ancora un ritorno alle condizioni caratteristiche della zona in esame in quanto persiste una differenza tra giorno e notte, con valori che si innalzano nelle ore notturne al mutare della direzione del vento. Come già annunciato, il monitoraggio della qualità dell’aria in località Marane proseguirà per il tempo necessario a verificare tale tendenza. Oltre che nella frazione Marane di Sulmona, un’altra centralina mobile per il rilevamento degli inquinanti atmosferici è stata posizionata questa mattina a Pacentro, in piazza Madonna delle Grazie. Si tratta del laboratorio mobile concesso dall’Arpa (agenzia regionale ambiente) Molise su richiesta del Direttore generale dell’Arta, Francesco Chiavaroli. Non avendo riscontrato altre disponibilità di analoghi mezzi attrezzati presso le altre Agenzie regionali del Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente, Chiavaroli ha individuato con procedura di “somma urgenza” un laboratorio privato abruzzese che nel primo pomeriggio di oggi posizionerà a Prezza il proprio mezzo per il monitoraggio della qualità dell’aria, nel sito individuato d’intesa con il Comune. Da oggi saranno dunque 3 le postazioni che verificheranno le concentrazioni degli inquinanti nell’aria delle zone interessate dagli incendi della Valle Peligna. «Ringrazio il personale dell’Agenzia che – spiega Chiavaroli – nella giornata di ieri si è attivato prontamente per consentire la ricerca e l’attivazione delle nuove unità mobili per le misurazioni e i tecnici dei Distretti provinciali di Chieti e L’Aquila che da giorni sono impegnati nelle attività a supporto di Regione e Comuni per far fronte all’emergenza incendi». 

Incendio Morrone: Asl potenzia monitoraggio qualità aria

Situazione sotto controllo, finora nessuna richiesta intervento. (Fonte Ansa) – Saranno 3 le postazioni Arta (Agenzia regionale di tutela dell’ambiente) che da domani monitoreranno la qualità dell’aria nella valle Peligna ancora invasa dal fumo che viene dal Morrone. Lo ha annunciato Palmiero Susi, delegato del dipartimento di Prevenzione dell’Asl di Sulmona. In questo modo si renderà ancor più efficace e completo l’esame delle sostanze presenti nell’aria per  effetto dell’incendio.     Intanto il responsabile del dipartimento Asl, Domenico Pompei, presente al vertice di oggi pomeriggio nella sede del Centro operativo misto (Com) a Sulmona, ha sottolineato che la situazione è sotto controllo e per il momento non è il caso di fare allarmismo, limitandosi a semplici precauzioni. “Abbiamo rilevato l’innalzamento dei livelli di sostanze inquinanti particolari solo in alcune ore della notte – ha detto Pompei – ma un pericolo reale per la salute dei cittadini non c’è. Chiaro, le precauzioni vadano osservate soprattutto da persone soggette già a patologie delle vie respiratorie, come anziani o ragazzi sofferenti d’asma. Peraltro finora dai servizi di pronto soccorso degli ospedali di Sulmona, Castel di Sangro e Popoli non vengono segnalate richieste di intervento per disturbi provocati dal fumo”. Pompei ha poi dato alcuni suggerimenti come quello di evitare attività fisica nelle zone invase dal fumo dell’incendio e di lavare frutta e verdura raccolti negli orti e nei campi della Valle Peligna.

Incendi: Bonelli, gravi ritardi su spegnimento al parco Maiella (Fonte Agi) “Da molti giorni sta bruciando il Parco della Maiella, ci sono paesi come quello di Pacentro che a causa della grande quantità di fumo prodotta dall’incendio, ci arrivano segnalazioni che la popolazione si trovi in seri problemi di salute, soprattutto a livello respiratorio – Lo scrive, in una nota, il coordinatore nazionale dei verdi Angelo Bonelli, che aggiunge – Troviamo sconcertante il ritardo con cui si e’ cominciato ad intervenire per spegnere l’incendio. Ci è arrivata anche una segnalazione di un elicottero non più in grado di intervenire nelle operazioni di spegnimento per problemi legati alla manutenzione. Ci chiediamo per quale motivo Regione Abruzzo, Protezione civile e ministero dell’Ambiente non abbiano attivato le procedure del Sistema di protezione Civile Europeo e non abbiano convogliato più mezzi antincendio possibili – conclude Bonelli – É incredibile che per 10 giorni il fuoco, partito da monte Morrone abbia continuato a bruciare il Parco della Maiella. Il ministero dell’Ambiente è chiamato a rispondere di questa grave inadempienza e degli enormi ritardi con i quali sono partiti i soccorsi e le operazioni di spegnimento”.

Borsacchio: 4 associazioni disponibili a gestire la Riserva naturale

Roseto degli Abruzzi (Te). Istituita a febbraio 2005, la Riserva regionale del Borsacchio non è mai stata gestita dall’amministrazione comunale priva, ancora oggi, del Piano di gestione. Attività, eventi e perfino interventi di piccola manutenzione, per 12 anni sono stati garantiti senza nessun contributo pubblico, ma solo grazie alla fruttuosa collaborazione dei volontari WWF, Legambiente, Italia nostra e Comitato per la riserva Borsacchio.

Read more