Tag: anziani

Abruzzo tra i 12 migliori posti al mondo

Abruzzo conquista la V posizione assoluta tra i 12 migliori posti al mondo per la qualità dela vita, in cui vivere o godersi la pensione senza preoccupazione per coppie di anziani americani, questo è l’inatteso e inaspettato esito di una indagine conoscitiva sostenuta dal quotidiano on line Huffington Post.

Copertina Maria Trozzi Continua a leggere “Abruzzo tra i 12 migliori posti al mondo”

Bilancio e elezione Circolo anziani il 2 maggio al Consiglio comunale

Sulmona (Aq). Non manca una integrazione all’ordine del giorno del consiglio Comunale fissato mercoledì 2 maggio alle ore 9 e in seconda convocazione giovedì alle ore 10. Il sesto punto appena aggiunto interessa proprio il Centro sociale anziani su cui sono puntati i riflettori da novembre per una diatriba tra frequentatori dei locali al secondo piano e il servizio di ristorazione annesso. Continua a leggere “Bilancio e elezione Circolo anziani il 2 maggio al Consiglio comunale”

Vertenza sanitaria per le aree interne, mancano 1000 posti letto. Fp Cgil: alla Asl1 è emorragia di posti di lavoro

Per anziani e disabili la carenza di strutture riabilitative in provincia dell’Aquila è lampante se si guarda ai posti letto garantiti che non raggiungono nemmeno 1/10 del fabbisogno complessivo (1000) in un territorio che, per estensione, occupa metà della superficie regionale. Per disabili e anziani sono solo 60 posti letto rispetto ai 525 attivati in tutta la regione, anche da qui l’emorragia di posti di lavoro nella Asl 1. 

Continua a leggere “Vertenza sanitaria per le aree interne, mancano 1000 posti letto. Fp Cgil: alla Asl1 è emorragia di posti di lavoro”

Anziani in rivolta: ‘Chiuso il bar chiudete anche il centro sociale!’

Sulmona (Aq). É come farsi forza al grido ‘Muoia Sansone con tutti i filistei‘ almeno così sembra a sentire loro: “Se il bar del centro anziani è stato chiuso per inagibilità allora si chiudano tutti i locali del centro nell’ex caserma Pace”. Sembra un capriccio più che un ricatto, come dire, senza bar ce ne andiamo.

Continua a leggere “Anziani in rivolta: ‘Chiuso il bar chiudete anche il centro sociale!’”

Furto a casa di una coppia di anziani, arrestate 2 rom

Sono indagate per tanti altri furti, ma sicuramente responsabili del furto messo a segno nella casa di una coppia di anziani l’ultimo giorno di febbraio. Hanno 48 e 43 anni, le autrici sono di origine e sono state arrestare dalla Polizia dell’Aquila e di Teramo.  Continua a leggere “Furto a casa di una coppia di anziani, arrestate 2 rom”

Visite specialistiche oltre 440 giorni d’attesa. Fp Cgil chiede audizione al Comitato ristretto dei sindaci

Provincia dell’Aquila. Facendo un calcolo approssimato la provincia dell’Aquila ha una estensione pari alla metà del territorio abruzzese, ma fruisce e ha accesso solo ad 1/5 dei servizi sanitari offerti a livello regionale. Funzione pubblica Cgil torna così ad affrontare la questione dei servizi sanitari e socio-assistenziali e la grave di carenza di personale della Asl di Avezzano Sulmona L’Aquila e chiede una audizione nel Comitato ristretto dei sindaci. Continua a leggere “Visite specialistiche oltre 440 giorni d’attesa. Fp Cgil chiede audizione al Comitato ristretto dei sindaci”

Nomine alla luce del sole nel Cda Casa Santa, soddisfatti da Sbic

Sulmona (Aq). “Finalmente un punto per la città, per la difficile amministrazione di un ente così importante” è il commento di Sulmona bene in comune alla notizia dell’assegnazione dell’incarico di consiglieri d’amministrazione della Casa santa dell’Annunziata, ex Ipab (Istituto pubblico di assistenza e beneficienza), oggi Azienda servizi alla persona (Asp2).

Continua a leggere “Nomine alla luce del sole nel Cda Casa Santa, soddisfatti da Sbic”

Rinviata l’assemblea per ricostituire il Cda della Asp2

Sulmona (Aq). È stata rinviata al 25 gennaio ore 18 nei locali della Casasanta dell’Annunziata l’assemblea dei soggetti portatori di interesse, fissata pr domani per ricostituire il consiglio di amministrazione della Asp 2, in seguito alle dimissioni dei 2 consiglieri.

Continua a leggere “Rinviata l’assemblea per ricostituire il Cda della Asp2”

Il Caso del Presidente Asp2. Italica: “Intanto cresce il numero di migranti in città”

Sulmona (Aq). “Sorge il dubbio che l’ultima levata di scudi dell’opposizione non sia tanto volta a difendere la presidente della Asp 2, Katia Puglielli, quanto ad attaccare ad oltranza avviando così la campagna elettorale del proprio schieramento, per le elezioni del 4 marzo, con interventi fini a se stessi che non giovano certo al territorio, un tempo, conosciuto per essere propositivo dinanzi ad ogni forma di sacrosanta protesta” così interviene Alberto di Giandomenico, coordinatore del Movimento Italica Sulmona-Valle Peligna, sul caso delle dimissioni nel Consiglio di amministrazioni della Asp 2 Sulmona e anche del direttore dell’azienda. Tensioni interne minaccerebbero il ruolo del presidente designato la scorsa Estate. 

Continua a leggere “Il Caso del Presidente Asp2. Italica: “Intanto cresce il numero di migranti in città””

Contratto di quartiere: Primi traslochi in viale delle Metamorfosi nel palazzo di ultima generazione

Sulmona (Aq). Sono cominciati i primi traslochi in viale delle Metamorfosi per le famiglie che andranno ad abitare negli alloggi a canone concordato, spaziosi e confortevoli, del palazzo bianco e verde costruito nei pressi delle case Ater, primo esempio sulmonese del futuro sostenibile in valle Peligna.

Continua a leggere “Contratto di quartiere: Primi traslochi in viale delle Metamorfosi nel palazzo di ultima generazione”

Dimissioni ai vertici della ex Casa Santa, Gerosolimo approfondirà e Casini fa chiarezza

Sulmona (Aq). Le dimissioni contestuali di 2 componenti del Consiglio di amministrazione e del direttore dell’azienda pubblica di servizi Asp 2 della provincia dell’Aquila, con sede a Sulmona, rappresentano certamente un fatto rilevante e l’assessore regionale alle aree interne, Andrea Gerosolimo, vista la preoccupazione diffusa intende approfondire la questione.

Aggiornamento 1 e 2

Continua a leggere “Dimissioni ai vertici della ex Casa Santa, Gerosolimo approfondirà e Casini fa chiarezza”

Padre malmenato dal figlio per soldi, a Pratola

Pratola Peligna (Aq). Schiaffi e calci al padre per farsi dare quasi ogni giorno delle cospicue somme di denaro, i Carabinieri di Pratola Peligna hanno arrestato in flagranza di reato  G. S. 33enne del posto. 

Il ragazzo esigeva dal familiare del denaro, nel più recente episodio la somma di 120 euro. Al suo rifiuto del padre, partivano le minacce e la violenza, schiaffi e calci alle gambe. Così l’anziano genitore è stato più volte  costretto a consegnare al figlio la somma pretesa. L’ultima volta, il  33enne ha impedito al padre di uscire di casa, frapponendosi tra il genitore e il portone d’ingresso, e strappandogli di mano il cellulare per chiedere aiuto. Dopo aver ottenuto il denaro, il ragazzo è uscito di casa e il padre ha contattato i Carabinieri. Rintracciato presso la propria abitazione, i militari dell’Arma gli hanno trovato addosso la somma di 60 euro, forse rimanenza dei 120 euro estorti al padre. Espletate le formalità di rito il 33enne è stato tradotto presso il carcere di Sulmona, a disposizione della Procura della Repubblica di Sulmona.

Badante trovato morto riverso nel letto

Sulmona (Aq). Un 56enne è stato trovato morto, riverso nel letto della casa in cui viveva per accudire un aziano in questi giorni però ricoverato in ospedale.

Si tratta di un uomo di nazionalità ucraina che lavorava da badante e viveva in casa dell’assistito in viale Stazione Introdacqua. L’uomo potrebbe avere avuto un malore improvviso. Il corpo è stato scoperto dal figlio dell’anziano che ha telefonato ripetutamente a casa del padre, ma non ricevendo risposta si è recato nell’abitazione paterna. Lì ha trovato l’uomo senza vita. Sono stati avvertiti i Carabinieri e il servizio di soccorso 118 e non si è potuto fare altro che constatare il decesso. Sulla vicenda è stato aperto un fascicolo, dai primi rilievi sembrerebbe che non ci siano altre persone coinvolte nella morte. Si attende solo la ricognizione del medico legale per sciogliere i pochi dubbi e riconsegnare la salma ai familiari per la celebrazione dei funerali.