Tag: antimafia

Vittime del dovere: “Non possiamo assistere a questo perdonismo generalizzato”

“Non possiamo assistere a questo buonismo, a questo perdonismo generalizzato senza tener conto del sacrificio dei nostri cari, senza tener conto dei nostri sentimenti” prova ad arginare un passaggio ai mafiosi non collaborativi con la giustizia e mai pentiti la presidente dell’associazione Vittime del dovere, Emanuela Piantadosi, in riferimento alle ultime sentenze pronunciate in materia di ergastolo ostativo e chiede coraggio ai tantissimi che seguono il seminario di criminologia Le mafie estere in Italia e la loro radicalizzazione, all’Universita dell’Aquila, nell’aula Alessandro Clementi del dipartimento di Scienze umane perchè la cultura riprenda lo spazio occupato spesso dalla criminalità. Continua a leggere “Vittime del dovere: “Non possiamo assistere a questo perdonismo generalizzato””

L’ex pocuratore antimafia e antiterrorismo Roberti sull’ergastolo ostativo

La disciplina sull’egastolo ostativo, art. 4 bis dell’ordinamento penitenziario, sta bene così com’è a prescindere da quanto sentenziato dalla Corte europea dei diritti dell’uomo (Cedu).

Aggiornamento

Continua a leggere “L’ex pocuratore antimafia e antiterrorismo Roberti sull’ergastolo ostativo”

Un anno dall’arresto del boss: nella casa di Sulmona i summit del clan Mallardo

Sulmona (Aq). Punto d’incontro per i boss, ideale e tranquillo per discutere di affari, complice anche un carcere di alta sicurezza a due passi dalla città, quello di via Lamaccio che ha ospitato il fratello, Giuseppe Mallardo. L’altro, Feliciano, sembra avesse acquistato dei terreni in valle Peligna. Nonostante gli arresti, la detenzione, le condanne, il carcere duro e le malattie, forse vere ma strumentalizzate, il boss del clan Mallardo-Contini ha continuato a gestire, per 2 anni da Sulmona, agenzie scommesse, contrabbando di sigarette, imprese di pulizia, edilizia, apertura di esercizi commerciali, acquisti di garage, di pizzerie, gestione del mercato della frutta e controllo delle Case del risanamento.

Continua a leggere “Un anno dall’arresto del boss: nella casa di Sulmona i summit del clan Mallardo”

Concordia e Casalesi. Ai domiciliari Lancia sindaco di San Vincenzo valle Roveto

San Vincenzo valle Roveto (Aq). Ad aprile, quando per l’appalto sulla metanizzazione dell’isola finì in manette il sindaco di Ischia, Giuseppe Ferrandino, un altro primo cittadino di un piccolo comune dell’aquilano fu iscritto nel registro degli indagati con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa.

Continua a leggere “Concordia e Casalesi. Ai domiciliari Lancia sindaco di San Vincenzo valle Roveto”

Arrestato operaio casertano, soldato della fazione Schiavone clan casalesi

Carabinieri Sulmona arresto foto Trozzi Report-age.com 2015Tornimparte (Aq). E’ stato localizzato a Tornimparte, Salvatore Tana 28enne muratore originario di Santa Maria Capua Vetere, provincia di Caserta, arrestato dai carabinieri. Sarebbe uno dei 19 destinatari dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal tribunale di Napoli nell’ambito delle indagini della Direzione distrettuale antimafia a carico degli affiliati al clan casalesi, fazione Schiavone, gruppo criminale destinatario di 40 imputazioni provvisorie. Continua a leggere “Arrestato operaio casertano, soldato della fazione Schiavone clan casalesi”

Abruzzo al centro della rotta adriatica della camorra

É morto Carmine Schiavone, il pentito della Terra dei fuochi. La commissione parlamentare negli anni ’90 lo ascoltò e sulll’Abruzzo e Molise fu chiaro ciò che non voleva proprio vedere chi, fingendosi ancora a proprio agio in un sogno imbrunito s’immaginava di vivere in un’Isola felice, in realtà un territorio sin troppo impreparato. Si fa luce sui traffici e sugli sversamenti di rifiuti nella Regione verde dei parchi che la relazione semestrale della Procura nazionale Antimafia (Dia) dipinge ormai come verdognola e dove prostituzione, lavoro nero, usura, riciclaggio e traffici di droga dettano il passo.

Continua a leggere “Abruzzo al centro della rotta adriatica della camorra”

Caminiti: il calvario del testimone di giustizia. Valeria Grasso chiede audizione in Commissione antimafia

L’Associazione nazionale Cittadini contro le mafie e la corruzione chiede formalmente un’audizione in Commissione antimafia nazionale per ascoltare la storia di Gaetano Franco Caminiti, imprenditore di Reggio Calabria vessato da 20 anni dalla ‘Ndrangheta. Continua a leggere “Caminiti: il calvario del testimone di giustizia. Valeria Grasso chiede audizione in Commissione antimafia”

Vasto territorio di Mafia in Abruzzo

Alla cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario all’Aquila, la città di Vasto (Ch) viene indicata come territorio a rischio dal presidente della Corte d’appello Stefano Schirò. In un convegno, tenuto proprio a Vasto lo stesso giorno e nelle stesse ore, Rosy Bindi, presidente della commissione parlamentare antimafia, si confronta con centinaia di studenti vastesi, residenti dunque in una località a forte rischio di infiltrazioni e con presenze criminali di alto livello. Continua a leggere “Vasto territorio di Mafia in Abruzzo”