Tag: amministrative

Introdacqua. Colasante: ‘Insieme per rilanciare un borgo in difficoltà anche senza grandi esperienze’

Oggi Cristian Colasante, diplomato e introdacquese doc, è sostenuto dalla lista Solidarietà e progresso Il Campanile. Ha 28 anni ed è il più giovane tra i candidati sindaco ad Introdacqua (Aq). La sua prima esperienza come consigliere comunale di maggioranza si è sviluppata attorno nell’amministrazione guidata da Terenzio Di Censo sindaco che ha concluso in anticipo il suo mandato con un commissariamento segnato da un disavanzo di circa 618 mila euro (31 dicembre 2017).

Aggiornamento

Continua a leggere “Introdacqua. Colasante: ‘Insieme per rilanciare un borgo in difficoltà anche senza grandi esperienze’”

Salvatore Esposito: “La vostra fiducia sarà il Nostro Impegno”

Una pomeriggio per sciogliere gli ultimi nodi ad Introdacqua con il candidato sindaco, Salvatore Esposito che dal balcone di piazza Cavour porta avanti con la lista civica Legalità per Introdacqua, un progetto del tutto nuovo che sa di cambiamento. É sostenuto da Ludovica Pelino, Denny Primavera, Antonella Santilli, Angelo Silveri, Barbara Fascione, Livio Susi e Vincenzo Antonio D’Amico, Massimo Giammarco, Paola Diodati e Simonetta Cipriani. Continua a leggere “Salvatore Esposito: “La vostra fiducia sarà il Nostro Impegno””

Uniti per Caramanico con Mario Mazzocca oggi la presentazione dei candidati in lista

Caramanico Terme (Pe). Alle ore 19 Mario Mazzocca, candidato sindaco alle prossime elezioni comunali,  presenterà in sala consiliare la squadra di candidati della lista Uniti per Caramanico con Mario Mazzocca di nuovo Sindaco. Continua a leggere “Uniti per Caramanico con Mario Mazzocca oggi la presentazione dei candidati in lista”

Elezioni. Le Nobili Aspettative dei Candidati Privilegiati

Sono 99 consigli comunali in Abruzzo al voto il 26 maggio e, come in tutta Italia, si ripropone il problema dell’aspettativa retribuita per gli agenti candidati alle amministrative. La sospensione temporanea dell’obbligo di prestare servizio interesserà circa 60 agenti in regione e una ventina sono di stanza nel carcere di Sulmona. Le soluzioni proposte sino ad ora non sono passate, qualcosa si frappone ad un aggiornamento della legge 121/1981 che disciplina la candidatura alle elezioni delle divise. Continua a leggere “Elezioni. Le Nobili Aspettative dei Candidati Privilegiati”

Dimissioni sindaco. Carugno (Psi): ‘Tra fare male e mollare la barca, provare a fare meglio’

Sulmona (Aq). “L’azione dell’amministrazione comunale, sino ad ora, non ha meritato medaglie, ma tra il fare male e il mollare la barca non c’è differenza perché meriterebbe di essere esplorata la terza opzione che è il provare a fare meglio” così Massimo Carugno della Segreteria nazionale Psi sulle dimissioni del sindaco di Sulmona Annamaria Casini.  Continua a leggere “Dimissioni sindaco. Carugno (Psi): ‘Tra fare male e mollare la barca, provare a fare meglio’”

Zero voti per 30 candidati della Polizia Penitenziaria del carcere di Sulmona

Sulmona (Aq). Escluso Cesare Tarantello, agente della Polizia penitenziaria impegnato in questa campagna elettorale con 146 preferenze ottenute nella lista Pratola Insieme, tutto il resto rivela che l’aspettativa retribuita, per i 33 agenti della Polizia penitenziaria candidati alle amministrative di giugno e di stanza nel carcere di Sulmona, ha fruttato per tutti complessivamente qualcosa in più di un voto. 

Aggiornamento 1 e 2

1e2 Continua a leggere “Zero voti per 30 candidati della Polizia Penitenziaria del carcere di Sulmona”

Italica a Casini e Gerosolimo: “Ponete rimedio alle disattenzioni politico-amministrative che massacrano il territorio, 

Sulmona (Aq).&nbs

  1. style=”color:#000000;”>“Mi rivolgo, in primis, al sindaco di Sulmona,w. Annamarilĺllĺlĺl

Lĺlpa Casini, perché torni ad amministrare bene insieme alla lmaggioranza e con la sua Giunta” è l’ĺappello di Alberto Di Giandomenico che chiede al primo cittadino di Sulmona di vere polso con i suoi.

Continua a leggere “Italica a Casini e Gerosolimo: “Ponete rimedio alle disattenzioni politico-amministrative che massacrano il territorio, “

Candidature in divisa: dalle Carceri Aquilane Ambiscono a fare politica 72 Baschi Blu

L’Aquila. Crisi delle vocazioni? Politica sempre a parte se le fila degli aspiranti consiglieri comunali e sindaci in divisa è in crescita esponenziale. Nelle liste elettorali, la parte del leone la gioca la Polizia penitenziaria e tra pochi giorni gli agenti entreranno in aspettativa elettorale retribuita. Numeri da capogiro in provincia dell’Aquila dove a candidarsi, per le amministrative dell’11 giugno, sono  almeno 72 baschi blu, 12 in più rispetto alle elezioni dello scorso anno.

Risultati Amministrative 2017

Continua a leggere “Candidature in divisa: dalle Carceri Aquilane Ambiscono a fare politica 72 Baschi Blu”

Isola pedonale? ‘Ok, non sia però uno spot elettorale’ WWF Abruzzo Montano

Avezzano (Aq). “Correva l’anno 2016 e a febbraio coloro che volevano vedere nella nuova Avezzano il tratto distintivo della modernità e del rispetto della legge aspettavano fiduciosi che l’amministrazione comunale desse attuazione alla delibera 180/2009, come sancito dal Tribunale amministrativo regionale e dal Consiglio di Stato”. 

Zona a traffico limitato, isola pedonale

Speranze vane, segnala in una nota il Direttivo del WWF Abruzzo Montano che risponde all’invito dell’assessore comunale all’ambiente, Roberto Verdecchia, di lavorare insieme per un’idea diversa di isola pedonale permanente. “Il tempo dei progetti è concluso, è ora di fare. Il restyling di piazza Risorgimento e delle vie adiacenti è già stato progettato e tutti gli addetti ai lavori lo conoscono – aggiunge Walter Delle Coste, presidente del WWF Abruzzo montano – Se l’attuale amministrazione comunale vuole mettere in atto quel che è già scritto sulle carte, noi saremo ben lieti di lodare il loro operato. Non ci presteremo, però, ad operazioni dal vago sapore di campagna elettorale”.

Il centro della città ha purtroppo raggiunto livelli di abbandono mai registrati nella sua storia centenaria, scrive l’associazione. Al di là delle questioni ambientali, sociali e di salute pubblica, a cui l’isola pedonale gioverebbe indiscutibilmente, il WWF Abruzzo Montano sottolinea anche i vantaggi economici che essa porterebbe: “È necessario attrarre le persone in centro. Soltanto la predisposizione del salotto buono potrà riuscire in questo intento. La paura che il divieto di utilizzare la macchina potesse deprimere ancor di più il commercio del centro cittadino è ormai superata, e quei negozi che più di tutti paventavano la loro chiusura con l’introduzione dell’isola pedonale, hanno abbassato le serrande con le macchine ancora accanto” conclude l’associazione ambientalista.

WWF Abruzzo Montano: ‘Avezzano torni ad essere città giardino’

Avezzano (Aq). Dialogare e pungolare per un’associazione ambientalista è indispensabile se l’obiettivo è la tutela dell’ambiente che si traduce anche in un invito alla corretta gestione del verde rivolto alle amministrazioni comunali. Il WWF Abruzzo montano risponde alle polemiche sui social media scatenate dall’arrivo in città del delegato regionale del WWF, Luciano Di Tizio, ritenuta da alcuni inopportuna, a 3 mesi dalle amministrative di Avezzano. Visita che però coincide con l’apertura dei cantieri che potrebbero penalizzare il verde urbano.

Continua a leggere “WWF Abruzzo Montano: ‘Avezzano torni ad essere città giardino’”

Zero voti per 37 agenti del carcere di Sulmona candidati alle Amministrative

Non è un terno al lotto, ma quasi. Ha ottenuto 111 voti il basco blu candidato a Tocco da Casauria (Pe), 56 voti l’agente della lista elettorale a Prezza (Aq) mentre a Cocullo (Aq) un candidato poliziotto ha ottenuto 8 voti. Tutti di stanza nel carcere di alta sicurezza di Sulmona, arruolati nel Corpo della Polizia penitenziaria, così come gli altri 37 agenti che hanno racimolato, assieme, nientepopodimeno che zero voti. 

Aggiornamento

Continua a leggere “Zero voti per 37 agenti del carcere di Sulmona candidati alle Amministrative”

Forza Italia al ballottaggio con Di Masci. L’unione fa la forza contro la demolizione dell’entroterra

Sulmona (Aq). Forza Italia si allea con la coalizione del candidato sindaco Bruno Di Masci e entra in consiglio comunale.

Continua a leggere “Forza Italia al ballottaggio con Di Masci. L’unione fa la forza contro la demolizione dell’entroterra”

Amministrative, aumenta l’astensione. Sulmona, Vasto, Lanciano, Roseto al ballottaggio

Sempre più in basso, ma la ridotta partecipazione al voto per le amministrative 2016 non sembra essere un problema. In generale presenta una costante, per l’Abruzzo, in molti dei 72 palazzi che rinnovano i consigli comunali si calcolano più di 4 punti percentuali d’incremento di astensione rispetto alla scorsa tornata elettorale. I telegiornali sminuiscono il problema con paroline magiche del tipo: la regione è nella media. I pappagalli dei notiziari hanno imparato la pappardella a memoria, non fa sorridere che i dati sciorinati passino nella totale indifferenza. Avanti così allora, sfiducia al massimo, pochissimi i comuni in controtendenza come Bisegna (Aq) con il 52,76% dei votanti rispetto al 51,54% del 2011 e Villalago (Aq) stabile al 60% dei votanti. Questa è la notizia. L’astensione non aumenta di molto solo in certe località dove si osserva però che le percentuali dei votanti sono già troppo basse rispetto agli aventi diritto al voto. Accade a Sulmona, ad esempio, che dal 2008 ha cominciato la sua discesa all’inferno e così i votanti non arrivano nemmeno al 70% dell’elettorato, oggi. Punta al ribasso anche la previsione d’affluenza per le future amministrative. La metà degli aventi diritto rischia di non votare più tra meno di una decina d’anni perché, dice, non ha scelta e quel che si è proposto sino ad ora non sembra essere all’altezza. I candidati non fanno programmi, nel migliore dei casi riciclano quelli degli altri, sul palco imparano subito a offendersi con possibilità di replica a distanza. L’astensione si traduce in protesta allora, serve a prendere le distanze dai messia di turno, a tenersi fuori dal gioco degli opposti, evitando di partecipare al conflitto, di ingerire i singolari veleni di una rivalità che alla fine addolcisce con la spartizione della torta. Non si vota perché tra i due litiganti il terzo … , per non fare in modo che quel terzo votabile sfrutti la fresca rendita elettorale per ottenere un premio di consolazione al ballottaggio sostenendo chi, al primo turno, non si voleva in squadra o non si voleva proprio votare. Non una resa dunque, ma un atto di coerenza, per accelerare le sorti di una comunità nella speranza che, toccato il fondo, possa rialzarsi e superare la cortina di fumo che l’affligge e la soffoca. È indicativo il fatto che i partiti evitino di affrontare il problema dell’astensione dilagante ricorrendo alle liste civiche. Gabbare è un’abitudine che non salva dal baratro.

mariatrozzi77@gmail.com

Continua a leggere “Amministrative, aumenta l’astensione. Sulmona, Vasto, Lanciano, Roseto al ballottaggio”