Tag: agricoltori

Cinghiali. Controllo fallimentare, problema creato dai cacciatori siano gli Atc a pagare

Cinghiali? La proposta dell’assessore regionale all’Agricoltura, Dino Pepe, di attuare una filiera delle carni da cinghiale con gabbie di cattura e chiusini anche nelle aree protette per prevenire e risolvere ..i danneggiamenti alle coltivazioni agricole e alle attività antropiche sensibili obbliga il Wwf Abruzzo a chiarire su un problema affrontato con preoccupante approssimazione. “L’attuale sistema di controllo della popolazione è fallimentare e va cambiato, non ha senso affidare la riparazione di un danno a chi lo ha determinato come continua a fare la Regione” spiega l’associazione ambientalista.

Aggiornamento 1 2 e 3

Continue reading “Cinghiali. Controllo fallimentare, problema creato dai cacciatori siano gli Atc a pagare”

Dubbi sul bando per la tutela degli Habitat seminaturali

Ci vorrebbe ben altro per assicurare la conservazione della biodiversità. Incentivi agli agricoltori per non sfalciare, per non bruciare, per non usare pesticidi ed erbicidi, questo occorrerebbe. L’impressione è che la tutela della biodiversità potrebbe essere un pretesto per assegnare fondi agli agricoltori amici e il dubbio resta anche per l’avviso di attivazione della Misura 10 del Programma di sviluppo rurale (Psr) 2014/2020 ‘Tutela degli habitat seminaturali per la conservazione della biodiversità’. 

Continue reading “Dubbi sul bando per la tutela degli Habitat seminaturali”

Fauna selvatica, risarcimenti danni fermi dal 2010 in Regione: Altro Grido di Dolore tra fantomatiche soluzioni

L’Aquila. Risarcimento dei danni da fauna selvatica? Alcuni debiti della Regione, nei confronti degli agricoltori, risalirebbero al 2010,segnala il capogruppo in consiglio regionale, Gianluca Ranieri: “L’ammontare complessivo potrebbe superare i 4, 5 milionidi euro“. Si fa più fatica a non pagarli, con un contenzioso da 5 milioni di euro l’anno a fronte del debito complessivo che la Regione ha maturato nei confronti degli imprenditori agricoli, chiarisce il pentastellato.

Continue reading “Fauna selvatica, risarcimenti danni fermi dal 2010 in Regione: Altro Grido di Dolore tra fantomatiche soluzioni”

Fucino: è  gia siccità. M5S  chiede misure di mitigazione 

Con il caldo torna il rischio siccità nel  Fucino e prima che si trasformi in emergenza è necessario che le amministrazioni comunali intervengano predisponendo misure di mitigazione e che gli agricoltori comprendano la necessità di utilizzare in modo responsabile la risorsa idrica.

Interviene il consigliere regionale Gianluca Ranieri per chiedere alle amministrazioni dei comuni della piana del Fucino,  che ancora non l’abbiano fatto,   un’ordinanza che vieti l’emungimento dell’acqua perlomeno 3 giorni a settimana in modo da consentire ai canali di riempirsi. Alle ordinanze, ovviamente, dovrà poi seguire un controllo serrato degli organi preposti affinché ci sia certezza che le regole stabilite vengano rispettate: “È opportuno richiedere l’intervento del prefetto perché vengano predisposti gli adeguati controlli e si riesca così ad evitare che alcuni si avvantaggino a danno di altri – dugferisce il consigliere – Siamo solo a giugno e il problema già comincia a farsi sentire, cosa succederà ad agosto se non interveniamo subito? Alle misure di mitigazione dovranno poi seguire azioni incisive di regolazione e normalizzazione  degli emungimenti, in attesa che venga avviata l’opera di infrastrutturazione irrigua che il territorio attende da anni – conclude il consigliere pentastellato – in primo luogo con il censimento dei pozzi privati e l’individuazione dei pozzi abusivi che costituiscono un danno all’intera comunità degli agricoltori”.  

Paura per i Lupi: primo sì all’abbattimento. Galletti: ‘Ci sono attività che chiudono per la loro presenza’

“Viene da dire che abbiamo tanta paura per i lupi e faremo di tutto affinché siano difesi – è il commento di Dante Caserta del WWF Italia alla notizia dell’approvazione del Piano di conservazione del Lupo che, alla faccia della conservazione della specie, prevede nella misura più controversa, la numero 22, un abbattimento ‘controllato’ di un numero di lupi non superiore al 5% del loro numero complessivo in Italia. Qual è il totale dei lupi presenti nel Paese? A quali calcoli dovremmo affidarci non è dato sapere. Abbattimento controllato, ossia, li ammazzeranno previo un Piano regionale approvato dal ministero dell’ambiente. Probabilmente nessuno li ha contati i lupi, ma si insiste nel dire che l’abbattimento sarebbe controllato e che altrimenti la loro sopravvivenza è a rischio. Il ministro Gian Luca Galletti dichiara inoltre che la ‘presenza’ dei lupi ha fatto chiudere delle attività, ma a questo punto a che pro una misura tanto estrema se il problema è la presenza del lupo, non un eventuale sovrappopolamento.
Foto di copertina Di Marzio

Continue reading “Paura per i Lupi: primo sì all’abbattimento. Galletti: ‘Ci sono attività che chiudono per la loro presenza’”

Cinghiali: abbatterli non è la soluzione. Associazioni agricole: “Controllo e caccia non danno i risultati attesi”

Il controllo con la caccia al cinghiale non ha dato i risultati sperati, le associazioni agricole cominciano a ricredersi sull’efficacia degli abbattimenti selettivi ammessi anche nelle province abruzzesi, misura che si sta rivelando controproducente. 

Continue reading “Cinghiali: abbatterli non è la soluzione. Associazioni agricole: “Controllo e caccia non danno i risultati attesi””

Pecora Day: pecore in passerella tra clonazioni e trattati che minacciano l’italianità

L’Aquila. Transumanza di greggi e pastori dedicata, prima volta in assoluto domani, agli ovini nostrani. Le pecore saranno festeggiate in tutto il capoluogo di regione, si stenderà per loro il tappeto rosso con passerella di razze, ma anche competizioni di tosatura “dopo essere state a lungo dimenticate” scrive la Coldiretti dell’Aquila che organizza l’iniziativa. La pecora torna anche di moda negli allevamenti. Occasione, quella di domani, per ricordare Dolly e fare il punto sulla questione clonazione, ma anche sul Trattato transatlantico del commercio e degli investimenti (Ttip).

Foto copertina Maria Trozzi

Continue reading “Pecora Day: pecore in passerella tra clonazioni e trattati che minacciano l’italianità”

La verità sui cinghiali: all’Elba fanno il bagno in Abruzzo si abbattono

In uno dei golfi più affascinanti dell’isola d’Elba, l’ultimo giorno di caccia (il 31 gennaio 2016) un cinghiale sulla spiaggia di Biodola, nei pressi di Portoferraio, viene immortalato durante un bagnetto in mare, in barba a tutti i cacciatori. Scivolando qua e là tra le onde e la battigia, dopo l’accurata toeletta, l’animale è andato via tranquillamente, nonostante un curioso cineoperatore spiasse l’intimità del momento. Un cinghiale di certo più fortunato di quello che a giugno 2014 a Pescara, in spiaggia, venne catturato, sarà che scelse di fare il bagno d’estate in un periodo piuttosto affollato con i bagnanti che sgomitano per un fazzoletto di sabbia e un po’ di sole.

Continue reading “La verità sui cinghiali: all’Elba fanno il bagno in Abruzzo si abbattono”

Bandi capestro. Le banche non coprono gli agricoltori terremotati, impossibile ricostruire se la Regione li abbandona

L’Aquila. Hanno manifestato ieri, ma nessuno se n’è accorto, sono pochi e deboli così del loro grave problema sui bandi capestro che affossano la categoria, la più sfortunata tra i terremotati, nessuno se ne occupa, nessuno ne parla.

Continue reading “Bandi capestro. Le banche non coprono gli agricoltori terremotati, impossibile ricostruire se la Regione li abbandona”

Renzi all’Aquila. Protestano gli Ambientalisti: ‘L’Abruzzo non è terra di conquista’

L’Aquila. Bastava un confronto, ma il primo ministro si è tenuto lontano. Poteva bastare cantargli in coro che l’Abruzzo è contrario alle trivelle, sarebbe stato il massimo se il premier avesse ricevuto una delegazione di ambientalisti abruzzesi giunti all’Aquila per raccontare, con altri occhi, la bellezza di questa Terra che sta per essere devasta da progetti assurdi come quelli sul mare Adriatico. La costa dei Trabocchi è immolata ed è da immolare alle piattaforme petrolifere Ombrina mare 2, Elsa e Rospo mare. Assurdo poi il piano per l’entroterra abruzzese da sacrificare all’elettrodotto Terna (Villanova-Gissi) e al metanodotto della Snam, il famigerato Rete adriatica. Per questo hanno protestato oggi, le scelte di Matteo Renzi, il premier, sono davvero troppo lontane dalle ragioni di questo popolo forte e gentile che il presidente non conosce affatto. 

Copertina Maria Trozzi

Continue reading “Renzi all’Aquila. Protestano gli Ambientalisti: ‘L’Abruzzo non è terra di conquista’”

La Cia insiste con l’abbattimento selettivo e bacchetta gli ambientalisti

Chieti. Ammonisce gli ambientalisti la Confederazione italiana agricoltori e consiglia loro di considerare con maggiore attenzione e disponibilità le ragioni degli agricoltori, ma fa di più la Cia quando sollecita un intervento delle istituzioni per far fronte all’emergenza dei danni provocati dalla fauna selvatica all’agricoltura riproponendo la soluzione degli abbattimenti selettivi. L’ordine del giorno, approvato dalla direzione nazionale della Cia il 23 giugno, viene così inviato al prefetto di Chieti, Antonio Corona, al presidente della provincia di Chieti, Mario Pupillo, ed ai sindaci dei 104 Comuni della provincia teatina.

Continue reading “La Cia insiste con l’abbattimento selettivo e bacchetta gli ambientalisti”

Bandi scellerati per agricoltori aquilani: “Dove sono i fondi per riparare i danni del sisma?”

AgricolturaL’Aquila. Resta inascoltato il grido d’aiuto delle imprese agricole della provincia. Gli agricoltori, annaspano nell’urgenza di interventi per il Ripristino del potenziale produttivo agricolo danneggiato dalle calamità naturali e nella necessità di adeguate misure di prevenzione e la totale inapplicabilità dei bandi, della famigerata mis. 1.2.6, ha reso insopportabile una situazione già difficile. Per partecipare a quei bandi occorre anticipare importi di cui gli agricoltori non dispongono. In una nota il Movimento aziende agricole segnala la noncuranza, la negligenza, l’incapacità degli amministratori regionali, il gruppo scrive che la Regione è tuttora sorda e insensibile alle problematiche delle imprese del Primo settore costrette a subire dei bandi scellerati prodotti sotto l’egida della giunta Chiodi.

Continue reading “Bandi scellerati per agricoltori aquilani: “Dove sono i fondi per riparare i danni del sisma?””