Tag: agip

3 milioni di spari nel mare di S.Maria di Leuca. D’Orsogna lancia l’allarme

L’esplorazione sismica […] può comunque determinare un impatto negativo sulla comunità ittica e le altre specie alieutiche, è scritto nella Valutazione d’impatto ambientale per la Edison 3D e la Petroceltic, sul progetto di ricerca, per mezzo di airgun, che interesserà 300 km² di mare a Santa Maria di Leuca, in Puglia. Dunque è chiaro che l’air gun può nuocere alla fauna ittica e nel suo blog la ricercatrice Maria Rita D’Orsogna, fisico e docente universitario della California State university at Northridge, affronta la questione, calcoli alla mano, del progetto che tradotto significa: 3 milioni di spari nel mare, 24 ore su 24 (H24), con 33 airgun e altri di riserva. Un trambusto di queste dimensioni lascerà sicuramente un segno indelebile fuori e dentro i fondali marini.

Aggiornamento

Continue reading “3 milioni di spari nel mare di S.Maria di Leuca. D’Orsogna lancia l’allarme”

Estrazioni gas a Bomba, l’Abruzzo chiede la definitiva impossibilità a sfruttare il giacimento

Pescara. Firme in calce oggi a Pescara, dei rappresentanti istituzionali di Regione, Provincia, Comuni e delle associazioni, nelle lettere appena inviate ai ministeri dell’ambiente e dello sviluppo economico per fermare non solo l’assurdo progetto di estrazione di gas sotto il lago di Bomba, ma per sancire una volta per tutte l’impossibilità di sfruttare il giacimento di questa località della provincia di Chieti, a rischio idrogeologico. Così l’Abruzzo intero dice no al progetto della Cmi Energia srl anche perché sembra assurdo insistere dopo la bocciatura del Comitato Via Abruzzo e del Consiglio di Stato.

Immagine di Copertina

Continue reading “Estrazioni gas a Bomba, l’Abruzzo chiede la definitiva impossibilità a sfruttare il giacimento”

Progetto Bomba disinnescato: ‘E anche questa volta ce l’abbiamo fatta’

Provincia di Chieti. Diffidano il ministero dell’ambiente perché non esprima parere favorevole sul progetto e al ministero dello sviluppo economico chiedono di ritirare il permesso di ricerca Colle Santo, ereditato dalla Forest oil, bloccando inoltre ogni ulteriore richiesta di coltivazione in quell’area. Alla Regione Abruzzo domandano di non rendere disponibili i terreni per l’insediamento delle attività della Cmi spa. 

Aggiornamento 1

Continue reading “Progetto Bomba disinnescato: ‘E anche questa volta ce l’abbiamo fatta’”