Cinghiali. Controllo fallimentare, problema creato dai cacciatori siano gli Atc a pagare

Cinghiali? La proposta dell’assessore regionale all’Agricoltura, Dino Pepe, di attuare una filiera delle carni da cinghiale con gabbie di cattura e chiusini anche nelle aree protette per prevenire e risolvere ..i danneggiamenti alle coltivazioni agricole e alle attività antropiche sensibili obbliga il Wwf Abruzzo a chiarire su un problema affrontato con preoccupante approssimazione. “L’attuale sistema di controllo della popolazione è fallimentare e va cambiato, non ha senso affidare la riparazione di un danno a chi lo ha determinato come continua a fare la Regione” spiega l’associazione ambientalista.

Aggiornamento

Read more

Tigli inglobati in una storica Casina d’abbattere, esposto del Wwf ai Carabinieri forestali

Chieti. Wwf a difesa di 2 alberi d’abbattere inglobati nella storica Casina dei tigli, edificio di proprietà comunale. La stabilità dei fusti, Tigli per l’esattezza, sarebbe compromessa e così il Wwf Chieti-Pescara è intervenuto con un esposto ai Carabinieri forestali in cui si indica che nella villa comunale esiste, sin dalle origini del giardino pubblico (tra fine ‘800 e inizio ‘900), un filare di Tigli su un viale certamente di particolare valore storico e paesaggistico legato alla memoria popolare. Alcuni di questi tigli nel 2007 sono stati inglobati nella struttura “in condizioni tali da ostacolarne il normale ciclo vegetativo” segnala  l’associazione ambientalista. 

Read more

Fauna selvatica, risarcimenti danni fermi dal 2010 in Regione: Altro Grido di Dolore tra fantomatiche soluzioni

L’Aquila. Risarcimento dei danni da fauna selvatica? Alcuni debiti della Regione, nei confronti degli agricoltori, risalirebbero al 2010,segnala il capogruppo in consiglio regionale, Gianluca Ranieri: “L’ammontare complessivo potrebbe superare i 4, 5 milionidi euro“. Si fa più fatica a non pagarli, con un contenzioso da 5 milioni di euro l’anno a fronte del debito complessivo che la Regione ha maturato nei confronti degli imprenditori agricoli, chiarisce il pentastellato.

Read more

Caccia al cinghiale sino a giugno, ma l’abbattimento peggiora il problema del sovrappopolaménto

Non è una soluzione. Così il problema del sovrappopolaménto non si risolve, anzi! L’abbattimento che la Regione spalma sulle prossime stagioni, autorizzando la caccia al cinghiale fino a giugno, fa bene solo ai cacciatori “responsabili del proliferare dei cinghiali” scrive il WWF Abruzzo. Cinghiali reintrodotti in Abruzzo proprio per le dippiette, sottolinea l’associazione ambientalista. E gli agricoltori, se non hanno l’hobby della caccia, vengono strumentalizzati e continuano a subire danni. Senza studi di settore, censimento accurato, indagini nelle aree più colpite dall’ungulato, si interviene ‘a mosca cieca forse proprio per peggiorare la situazione. 

Read more

Piemonte, Chiamparino: “Sospesa la caccia selettiva del Lupo”

Il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiaparino, ha annunciato 3 ore fa, con un tweet la sospensione della caccia selettiva del #lupo decisa nel corso della riunione plenaria degli assessori all’agricoltura.

Read more

Paura per i Lupi: primo sì all’abbattimento. Galletti: ‘Ci sono attività che chiudono per la loro presenza’

“Viene da dire che abbiamo tanta paura per i lupi e faremo di tutto affinché siano difesi – è il commento di Dante Caserta del WWF Italia alla notizia dell’approvazione del Piano di conservazione del Lupo che, alla faccia della conservazione della specie, prevede nella misura più controversa, la numero 22, un abbattimento ‘controllato’ di un numero di lupi non superiore al 5% del loro numero complessivo in Italia. Qual è il totale dei lupi presenti nel Paese? A quali calcoli dovremmo affidarci non è dato sapere. Abbattimento controllato, ossia, li ammazzeranno previo un Piano regionale approvato dal ministero dell’ambiente. Probabilmente nessuno li ha contati i lupi, ma si insiste nel dire che l’abbattimento sarebbe controllato e che altrimenti la loro sopravvivenza è a rischio. Il ministro Gian Luca Galletti dichiara inoltre che la ‘presenza’ dei lupi ha fatto chiudere delle attività, ma a questo punto a che pro una misura tanto estrema se il problema è la presenza del lupo, non un eventuale sovrappopolamento.
Foto di copertina Di Marzio

Read more

Demolita storica testimonianza dell’ex quartiere marinaro di Pescara: ‘Vogliamo i nomi dei responsabili’ denuncia il Cap

Pescara. La città passa per la sistematica distruzione delle sue radici, alle prove inoppugnabili dello scempio messo in atto, da tempo anche sulla costa, si aggiunge il vuoto lasciato dalla demolizione di uno degli edifici più interessanti della storica località di mare, ultima testimonianza dell’ex quartiere marinaro, abbattuto a colpi di ruspa. Ignoti i responsabili dell’intervento, il Comitato abruzzese per il paesaggio (Cap) riferisce che sull’area non sembra sia stato esposta la tabella con le informazioni relative all’operazione in atto.

Read more

Cinghiali nel Parco nazionale: le associazioni chiedono incontro urgente al presidente Navarra

Le associazioni ambientaliste Legambiente, Mountain wilderness, Pronatura e Wwf hanno inviato una lettera al presidente del Parco nazionale del Gran Sasso monti della Laga, Tommaso Navarra, con una richiesta d’incontro urgente sulle recenti decisioni assunte dall’ente in merito alla gestione del cinghiale nel parco che aprono la strada agli interventi dei cacciatori all’interno dell’area protetta.

Read more

Cinghiali da cacciare tutto l’anno: basta demagogia

Chieti. Le ordinanze proposte dai sindaci, per autorizzare la caccia sino al 31 dicembre 2017, vanno rigettate perché rischiose per la pubblica incolumità. La popolazione poi va informata, preparata e d è necessario installare recinti elettrificati con interventi soprattutto sulle strade per rendere sicuri i passaggi della fauna selvatica. Questo chiedono dall’entroterra dove il problema fauna selvatica è davvero sentito.

Read more

Pescara. Salvati i Pini rimasti: accordo raggiunto

Pescara. Non un capriccio come qualcuno ha cercato di far credere, ma sensibilità e nobili ragioni sono alla base delle proteste contro il taglio dei pini, 200 sono già finiti nel mirino dei taglia legna della città costiera. A confermarlo è il Coordinamento SalviAmo gli alberi che nel confronto con l’amministrazione comunale questo pomeriggio ha finalmente ottenuto che almeno gli alberi sani vengano salvati. Decine di fusti, probabilmente in salute, purtroppo sono già stati abbattuti e per i superstiti, della mattanza pescarese, scende in campo persino il Corpo forestale dello Stato per analizzarli e curarli,  solo quelli malconci e irrecuperabili verranno abbattuti.

Aggiornamento

Read more

Via del Santuario: 3 pini tagliati per sbaglio, al posto degli alberi d’abbattere

Pescara. Un quarto albero è stato salvato solo grazie al un messaggio su Whatsapp che un volontario del Coordinamento SalviaAmo gli alberi ha inviato all’assessore comunale Laura Di Pietro. Nel frattempo gli attivisti hanno dimostrato i gravi errori commessi nell’esecuzione dell’intervento.

Aggiornamento

Read more