Cavalcando il Sole, poesie di Spinosa

SIGNORE COBALTO

Il faggio secolare
Il vecchio sul piazzale
rincorre il cappello
portato via dal vento.

VIVENDO

Vivendo il riflusso
di immagini lontane
mi soffermo a considerare
l’affissione dolcezza
della calura estiva
che castiga e alimenta
la consapevolezza
del momento trascorso.

ATTESA
L’attesa snervante
Un pendolo infuocato
Brucia il tempo inespresso
Cammino leggero
recuperando energie disperse
L’inverno alle porte
Trovera’ solo la mia ombra
ad aspettarlo.
PELLE
Il giorno
pietoso
si compiace
Mi distendono
sul fondo di un lago
aspettando l’alba
Sogno presenze che mi attraversano
mentre la mia pelle
si squama all’infinito.

 

CADO

Cado
sovente
dentro i miei umori a quei
Il ricordo di quei momenti
intensifica il disagio
I mesi passano
ma l’illusione persiste
Buon compleanno!
Buon compleanno!
SOTTILI
Sottili percezioni
Strade lastricate
Case sagomate
Uomini di pezza
e donne in porcellana
Fili interminabili
scendono a sorreggere
la grande paura
del nostro esiguo presente
FORMICOLA
Formicola
in questo pomeriggio d’Ottobre
l’aria in attesa
d’interminabile inverno
I piccioni rinfrancati
su campi di granturco recisi
consegnano alla memoria
un’altra estate
esausta.

Per saperne di più