AnGolo Haiku. Rubrica di Claudio Spinosa

É la poesia nata nel XVII secolo in Giappone, composta di 3 versi e 17 sillabe Haiku si differenzia dalle more giapponesi, attinge dai primi 3 versi del Tanka, altra poesia antichissima d’Oriente. Il maestro zen Basho è il primo a darne un taglio mistico. L’Haiku segue la legge del triangolo: fermarsi, ascoltare, diventare.

Haiku 13

Muta bellezza

a occhi attenti disvela

La croce bianca

Haiku 12

Lago riflette

le nuvole sembrano

ora che tace

 (Claudio Spinosa)

Haiku 11

Ombra che attende

il declino del sole

un altro giorno

Haiku 10

Nuvole panna

sulla terra malsana

Dessert serale

Haiku 9

In piena estate

oltre questa siepe

piena memoria

 (Claudio Spinosa)

Haiku 8

In piena estate

oltre questa siepe

piena memoria

(Claudio Spinosa)


Haiku 7

Casa in campagna

alla finestra un uomo

lo sguardo assente

(Claudio Spinosa)

Haiku 6

Resta dolore

a consolare il tempo

Lunghe le attese

(Claudio Spinosa)

Haiku 5

Raggio di sole

sul tavolo in cucina

resti del pasto

(Claudio Spinosa)

Haiku 4

Nebbia complice

il mistero del monte

pietre su foglie

(Claudio Spinosa)

Haiku 3

Blu elementare

il dio del cielo nudo

ma quale libertà

(Claudio Spinosa)

Haiku 2

Farfalla in volo

sembra ora il mio pensiero

alla deriva

(Claudio Spinosa)

Haiku 1

 

Dei fiori gialli

un innesto alla vita

in metà di Maggio

(Claudio Spinosa)

L’avventura poetica di Claudio Spinosa, classe ’74, parte nel 2005. Dal debutto con i canti de Il mio dovere esserico comincia un lungo approfondimento d’impronta iniziatica, così la raccolta di poesie Al asor, e Amigdala104 pagine, 10 euro) dove gli stati d’animo prendono forma attraverso l’Haiku.

Pagina Facebook dell’autore