Violenta l’ex e finisce in carcere albanese irregolare beccato con la droga

Ieri sera la Polizia dell’Aquila ha eseguito la misura cautelare della custodia in carcere per L. M. 31enne albanese.

Dalle indagini, avviate a seguito di una denuncia del 7 marzo, gli investigatori hanno raccolto indizi di colpevolezza sull’uomo accusato di violenza sessuale, atti persecutori e violenza privata nei confronti della ex compagna. L’applicazione della misura è stata ritenuta assolutamente necessaria per la procura della Repubblica dell’Aquila.

Va rilevato, peraltro, che l’arrestato ha precedenti penali ed è già sottoposto alle misure cautelari del divieto di avvicinamento alla parte offesa e dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per fatti precedentemente denunciati dalla donna. L’albanese, irregolare in Italia è rientrato in Italia clandestinamente, avrebbe costretto ad un rapporto sessuale la ex. Il 31enne è stato rintracciato ed arrestato. Nel corso della perquisizione personale e domiciliare i poliziotti hanno trovato 15 grammi di cocaina,  suddivisi in dosi. Il questore dell’Aquila, Gennaro Capoluongo ha affermato: “Il risultato di questa operazione è frutto di un ottimo lavoro di squadra degli attori della sicurezza, l’Autorità giudiziaria e la Polizia di Stato, che, nel conferire certezze investigative, sempre più adottano particolare attenzione alle azioni di contrasto alla violenza fisica e psicologica portata contro vittime vulnerabili. L’impegno è quello di continuare ad offrire il massimo aiuto a supporto delle vittime di questi odiosi delitti, nell’ottica di considerare le Istituzioni sempre più vicine alla gente”.