Residenza per anziani non autosufficienti. Cgil: la Regione finanzi gli adeguamenti ulteriori e necessari

Più di 3 anni dalla firma della convenzione tra Comune di Pratola Peligna (Aq) e  Asl Avezzano Sulmona L’Aquila per la realizzazione di una residenza per anziani, non autosufficienti, e non c’è nemmeno l’ombra della struttura nella ex scuola media. Il ritardo sarebbe causato dall’entità dei lavori da eseguire superiore a quelli previsti.

Per i lavori di adeguamento sismico e la razionalizzazione degli spazi interni la Regione Abruzzo ha stanziato 3 milioni di euro con l’obiettivo di garantire 60 posti letto con medici, infermieri e figure professionali per le prestazioni spiega il sindacato Cgil: “Dalle notizie non ufficiali in nostro possesso, sembrerebbe che, a seguito degli approfondimenti progettuali e rilievi effettuati sulla struttura esistente, i fondi messi a disposizione non siano sufficienti per la realizzazione dei necessari adeguamenti e messa in sicurezza sismica, oltre quelli per la ristrutturazione dell’immobile – Cgil rivolge un appello alla Regione – Se queste sono le ragioni, riteniamo necessario e urgente che la Regione metta a disposizione le ulteriori risorse necessarie per riavviare i procedimenti relativi alla progettazione ed esecuzione dei lavori previsti, così da dotare la valle Peligna di una struttura residenziale per gli anziani e le persone non autosufficienti, attualmente costrette a ricoverarsi in strutture pubbliche a notevoli distanze, oppure in strutture private dai costi insostenibili per le famiglie”.