Esercizio abusivo della professione medica, a Sulmona una denuncia

Un 37enne di origini siciliane, residente a Sulmona (Aq), è stato denunciato per esercizio abusivo della professione medica.

L’uomo è stato deferito per lesioni e danni permanenti causati ad una persona, del teatino, che a questo si era rivolta per la rimozione di un tatuaggio. Il siciliano da tempo procedeva a questo genere di interventi senza però alcuna competenza in materia e, come hanno accertato i carabinieri del Nucleo anti sofisticazioni di Pescara, privo delle necessarie autorizzazioni professionali e sanitarie.

Il 37enne è stato denunciato in stato di libertà. La rimozione di tatuaggi è una pratica d’intervento di esclusiva competenza del medicoa che può essere eseguita solo da chi è titolato e ha competenza con macchinari, come il laser, tenuti secondo un particolare protocollo e seguendo determinate procedure.