Picchia la fidanzatina e la madre, arrestato 17enne

Ieri mattina i Carabinieri di Pescara hanno arrestato un 17enne colpevole di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate e atti persecutori nei confronti della sua ex ragazza.

La misura restrittiva scaturisce da una richiesta della procura della Repubblica per i minorenni dell’Aquila che ha pienamente condiviso le risultanze investigative dei militari dell’Arma che hanno appurato che il minore, tra  settembre e dicembre, ha minacciato di morte, molestato e picchiato una coetanea costringendola persino in un’occasione a ricorrere a cure mediche al pronto soccorso  per  lesioni  guaribili in 7 giorni.  Il giovanissimo ha anche minacciato di morte e picchiato la propria madre, medicata in ospedale (5 giorni di prognosi) cagionandole un perdurante stato di paura ed ansia al punto da costringerla a modificare le proprie abitudini. Il giovane è stato accompagnato nell’istituto penale maschile e femminile per minorenni di Roma.