Bimillenario Ovidiano e la Polemica Infinita

Nuova polemica per la legge sul Bimillenario ovidiano, non inserita nel decreto Milleproroghe. Una dote da 700 mila euro di cui Sulmona (Aq) ha solo sentito parare 2 mila e passa anni dalla scomparsa del poeta con iniziative di cui si sono vantate la sindaca Annamaria Casini e le onorevoli Stefania Pezzopane (Pd) e Paola Pelino. 

Varato dal consiglio dei ministri è in attesa di essere convertito in legge dal Parlamento, ma il Milleproroghe non contiene alcunché della legge e dei fondi necessari per festeggiare l’iustre cittadino, tra l’altro per  Casini “è una legge fatta malissimo” e la prima cittadina chiede alla Pezzopane di attivarsi al ministro dei Beni culturali.

Casini insiste sul fatto che avrebbe sollecitato i ministeri per  la proroga della legge, dall’aprile scorso (Prot 17326) anche se è una legge complessa e farraginosa per il sindaco: “con un iter assurdo che non ha consentito l’avvio delle attività legate al Bimillenario entro 2 anni dall’approvazione. La mancata operatività della legge, per Casini: ” dipende dal fatto che il Miur (ministero dell’istruzione, università e ricerca) non ha mai nominato i 50 studenti e il governo non ha neanche individuato i rappresentanti del Miur e del Mibact (ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo) per il comitato promotore che non si è mai riunito”.