Fedele: Ospedali di Avezzano, Sulmona e Castel di Sangro dimenticati da Regione Abruzzo

Adesso abbiamo capito chi e cosa  colpirà la mannaia sovranista sanitaria in Abruzzo. I 75 milioni di euro di tagli programmati interesseranno soprattutto, non è una novità, le aree interne. Esattamente gli ospedali di Avezzano e Sulmona, nell’entroterra abruzzese, che non sono stati affatto considerati dalla maggioranza di centro destra a trazione sovranista in Regione Abruzzo. Questi presidi sanitari sono stati completamente ignorati nel Documento economico finanziario regionale (Defr) in cui non compaiono neanche una volta. A denunciarlo il consigliere regionale del Movimento 5 stelle Giorgio Fedele che chiama all’appello gli amministratori leghisti Quaglieri ed Angelosante che non sembra si siano accorti di quanto stia accadendo alla sanità delle aree interne.

Nonostante la propaganda fatta in campagna elettorale, in merito all’edilizia sanitaria delle 2 città, quando si arriva a dover concretizzare le promesse con l’assegnazione di fondi in sede Bilancio il centro destra e l’assessore della Lega danno un ennesimo schiaffo ai cittadini abruzzesi – Fedele continua – L’ospedale di Avezzano (Aq) sul piano strutturale è del tutto inadeguato rispetto a quelle che sono le esigenze di spazi e risulta essere il meno sicuro della Regione sul piano della vulnerabilità sismica. La giunta non deve sprecare ulteriore tempo e deve procedere speditamente per la realizzazione della nuova struttura”.

Dunqaue, la maggioranza di Centrodestra, nel programmare gli interventi da realizzare nei prossimi 3 anni, non dedica neanche un cenno all’edilizia sanitaria anche per Sulmona (Aq), completamente dimenticata dai conti di Regioni Abruzzo e Castel di Sangro (Aq) dove, invece, si porta avanti la rimodulazione della Chirurgia che ha tanto il sapore di una vera e propria chiusura. “Come M5s abbiamo sollevato, nei tempi utili, tutte le osservazioni necessarie all’assessore  Nicoletta Verì, segnalando i tantissimi problemi delle strutture ospedaliere della provincia dell’Aquila. A distanza di un anno dall’insediamento di questa giunta la risposta alla propaganda del centro destra arriva nel Defr: nessuna promessa è stata mantenuta – aggiunge il consigliere pentastellato –  Mi chiedo perché i consiglieri locali di maggioranza non abbiano fatto sentire la propria voce per tutelare e garantire ai cittadini il diritto alle cure in provincia dell’Aquila. In particolare, vista l’urgenza e tenuto conto dei tempi fisiologicamente necessari per realizzare il nuovo ospedale di Avezzano, mi chiedo quale sia la posizione dei consiglieri marsicani Quaglieri ed Angelosante sul tema, visto che per i prossimi 3 anni la loro maggioranza non ha ritenuto questa una priorità. In commissione , per superare le gravi lacune all’impegno dei pentastellati per soddisfare i bisogni degli abruzzesi si sovrappone una maggioranza sorda. Sembra che stiano usando i conti di Regione Abruzzo più con lo scopo di saldare le spaccature della maggioranza che per migliorare la qualità della vita degli abruzzesi”.