Bilancio, impegni concreti anche per l’ambiente con M5S

Tra gli interventi nella manovra di bilancio, approvato questa notte, anche importanti stanziamenti per l’ambiente a favore dell’Orso bruno marsicano (40 mila euro) e del territorio. I primi 2 sono a firma del consigliere regionale del Movimento 5 stelle Giorgio Fedele. Ottanta mila euro per le aree protette e altrettanti per uno studio di mitigazione del dissesto idrogeologico a Lanciano (Ch) garantito su iniziativa del capogruppo in Regione del Movimento 5 stelle, Sara Marcozzi.

“Abbiamo ottenuto dei fondi per la tutela della bio diversità e della conservazione dell’orso bruno marsicano che rappresenta una specie tanto rappresentativa della nostra regione quanto in pericolo di estinzione – spiega Fedele –  I fatti di cronaca spesso ci raccontano di tristi avvenimenti, come quello accaduto a Castel di Sangro (Aq) pochi giorni fa in cui un cucciolo ha vegliato tutta la notte mamma orsa uccisa da un automobilista” ed è stato comunque ferito nell’incidente che ha causato la morte di mamma Orsa. Non manca poi un contributo da 15 mila euro per verificare, con uno studio, i veri danni da fauna selvatica. Mossa intelligente er mettere a tacere tutti coloro che attribuiscono agli animali selvatici danni che di fatto sono provocati anche da altro come cani randagi. “Per sanare finalmente la situazione degli agricoltori messi in ginocchio a causa dei danni da fauna selvatica serve uno studio attendibile che ne verifichi i numeri reali – conclude Fedele – Questi fondi rappresentano un primo importante passo per poter iniziare a ragionare, dati alla mano, sulla situazione che grava ormai da anni sulle spalle di troppi agricoltori abruzzesi”. Un primo pass per partire magari con un censimento, là dove è possibile, sui lup, gli ungulati in generale e i cinghiali in particolare per poter confermare l’allarme diffuso in Abruzzo sul sovrappopolamento di certe specie.

Sono 80 mila euro per le aree protette: “Ciclicamente le amministrazioni regionali, sia di centro sinistra che di centro destra, ci parlano dell’Abruzzo come la regione più verde d’Europa.Tuttavia, si dimenticano di trovare le risorse necessarie per proteggere le nostre aree protette. Col nostro intervento, abbiamo finalmente ottenuto un ulteriore impegno concreto nella direzione giusta” aggiunge Marcozzi.

 

 

mariatrozzi77@gmail.com