Lupo investito nonostante l’autovelox. Permeabilità: unica soluzione per la sicurezza stradale

É stato investito un Lupo appenninico questa mattina sulla famigerata statale 153, un altro grave incidente nonostante la presenza degli autovelox.

Non ci stancheremo mai di ripetere che su questi tratti occorre moderare la velocità e che gli autovelox non migliorano la sicurezza su strade e autostrade, ma rimpinguano per un brevissimo periodo di tempo le casse delle amministrazioni che ne fanno uso e abuso.

É indispensabile per la sicurezza e la sopravvivenza di tutte le specie, inclusa quella umana, considerare che la realizzazione di passaggi per la fauna selvatica con un preventivo censimento dei corridoi ecologici è l’unico sistema per garantire la vita. Cosa di cui, a quanto sembra, non ha voluto sentire parlare la società per azioni italiana che in queste settimane interviene e  amplia la statale 5, ma senza prevedere alcuna permeabilità nonostante le proposte che in tal senso sono state presentate dall’amministrazione di Popoli (Pe).

Il lupo investito, grande carnivoro e specie protetta perchè in via d’estinzione, è stato preso in pieno da un mezzo  nel primo mattino di oggi (vedi foto), sulla statale 153 al bivio con via Giacomo Matteotti per le officine di Bussi sul Tirino, in provincia di Pescara. Non è la prima vittima in questo punto che accadono incidenti del genere, anche qui è dunque confermato un altro passaggio di fauna selvatica. Dunque il tratto va messo in sicurezza, almeno segnalando con un cartello il passaggio, tanto per cominciare, come si fa nei luoghi di montagna per l’attraversamento del bestiame. Poi magari attraverso l’installazione di veri e propri segnalatori sonori e ottici di movimento ai margini della carreggiata riusciamo a viaggiare più sicuri su questa strada statale.

mariatrozzi77@gmail.com

Archivio

Niente Passaggi per la Fauna selvatica nuovo incidente sulla statale 17