In piazza Lega Giovani Abruzzo: “Casini a Casa, salviamo Sulmona dal disastro”

Gazebo a piazza Carmine e volantinaggio su corso Ovidio, piazza XX Settembre e piazza Garibaldi così stamane una ventina di abruzzesi della Lega Giovani hanno cercato di scuotere il capoluogo peligno. 

Sono arrivati dall’Aquila oggi impegnati a Sulmona (Aq) per lanciare un segnale inequivocabile alla città che ha dato i natali al grande poeta latino Ovidio: “Casini a Casa, salviamo Sulmona dal disastro“. Iniziativa accolta con interesse dalla cittadinanza, molte persone hanno sottoscritto la petizione nel gazebo e una volta conosciuto il contenuto dell’iniziativa in tanti si sono avvicinati ai ragazzi per il volantino e anche per poter parlare e rappresentare alcune problematiche della città dei confetti. “Siamo da troppo tempo male amministrati e soggiocati” dice una signora che ha il figlio disoccupato e un po’ di tempo per fermarsi nonostante il carico di  buste della  spesa.

Gentili e con tanta forza di volontà i ragazzi hanno fornito il materiale  e poi approfondito l’argomento dell’iniziativa con i giornalisti in piazza XX Settembre: “Tante chiacchiere, tante promesse, lo stesso teatrino di sempre – recita il volantino dei leghisti – Sulmona merita più lavoro, più sicurezza e più dignità per i suoi giovani” spiegano i ragazzi, accolti con favore anche dai numerosi anziani, alcuni davvero preoccupati per il futuro dei loro nipotini: “Qui non è rimasto più nulla, non c’hanno lasciato niente” hanno riferito ai giovani del Carroccio.

mariatrozzi77@gmail.com