Incendio in galleria a Bussi: provvidenziale la richiesta di sicurezza della rampa al casello

A dir poco provvidenziale la richiesta di messa in sicurezza della rampa d’ingresso all’autostrada (A25) del casello Popoli-Bussi. Fortunatamente questa volta i cittadini sono stati ascoltati e l’incidente in galleria a Bussi non ha avuto gravi conseguenze in termini di traffico e imbottigliamento nemmeno sulla statale 5.

L’autista del furgone proveniente dalla  Marsica che ha preso fuoco in galleria, trasportava materiale infiammabile,  è rimasto  leggermente intossicato ed è stato subito assistito dal personale, dell’ambilanza dele 118, intervenuto sul posto. Nessun altro guaio nei ditorni proprio grazie all’uscita che ha reso sicuro anche l’accesso per la statale 5. Merito anche di cittadini attenti e vigili che hanno chiesto sicurezza sui tratti in questione.

Il mezzo ha preso fuoco all’interno del tunnel colle Castiglione, tra Bussi e Pratola Peligna, sull’autostrada gestita dalla società Strada dei Parchi. Si tratta del troncone A25 che attraversa la val Pescara. Sulla carreggiata è stato bloccato il traffico garantendo l’intervento ai mezzi di soccorso ed è stata ristretta la corsia di sorpasso in direzione opposta per la bonifica della galleria. Un’uscita obbligatoria allo svincolo  Bussi – Popoli ha garantito il passaggio a tutti i veicoli rimasti bloccati. Il punto d’ingresso fortunatamente è messo in sicurezza proprio in questi giorni grazie alle richieste del Comitato di cittadini Luci su Popoli e dell’associazione Ripensiamo il territorio che hanno chiesto ad amministrazioni, Anas e società che gestisce il troncone autostradale di garantire il tratto di segnaletica stradale verticale e orizzontale sui punti critici di un percorso trafficato. Quanto mai opportuna la richiesta d’intervento visto il  grave incidente che documentiamo con questa ampia galleria immaginei.

Galleria Immagini

Immagini per gentile concessione di Gianni Natale

 

Archivio

Ingresso in autostrada Popoli-Bussi chiuso e poca sicurezza sul tratto, le domande rimaste in sospeso di 30 cittadini