Nasce Italica Giovani, il volto inedito del Movimento D’Identità e Territorio

Nasce Italica Giovani da una massiccia adesione al Movimento d’Identità e Territorio registrata in questi ultimi mesi. Si sono così formate le fila più effervescenti del gruppo da impegnare nelle innumerevoli iniziative del Movimento politico della valle Peligna.

Valle Peligna dal Subequano Foto MariA Trozzi Report-age.com 2017
Valle Peligna Foto Trozzi

Le iscrizioni sono in aumento e fanno intuire come la strada intrapresa dal movimento sia quella giusta. Sensibile alle problematiche del compresiorio e impegnato non solo in politica, ma anche nel sociale, il gruppo nato in valle Peligna affronta le annose questioni delle aree interne provando ad attenuarne gli effetti e a risolverle.

Il Movimento di Identità e Territorio non abbasa mai  la guardia e ora abbassa la media dell’età degli iscritti con nuovi ed interessanti ingressi nel gruppo. Italica giovani sembra davvero promettente. “Siamo una realtà territoriale davvero in crescita – commenta il coordinatore di Italica Alberto Di Giandomenico – Ogni anno il gruppo si aggiorna e si rinnova restando fedele alle battaglie sociali e condividendole con la cittadinanza. I giovani nuovi iscritti sono sempre più numerosi, sono tra i più sensibili alle questioni che interessano le comunità delle aree interne, al fianco degli ultimi  e in un movimento che si fa strada tra tante difficoltà. Con le nostre iniziative contro la spoliazione dei servizi, del trasporto pubblico, della stazione ferroviaria, del centro storico, siamo a sostegno di tante categorie di lavoratori, a sostegno dei commercianti e degli artigiani, dalla parte degli studenti e delle scuole, spingiamo per la ricostruzione della città di Sulmona che sembra paralizzata. Stiamo ottenendo sempre più consensi e anche dei buoni risultati che, naturalmente, non ci illudono – conclude Di Giandomenico soddisfatto delle campagne intraprese quest’anno, guardando ai risultati anche in  termini di iscritti al movimento teso al benessere delle comunità – C’è tanto ancora da fare, magari insieme, per rimettere in piedi le realtà dell’entroterra. Noi di Italica non ci tireremo mai indietro, adesso ci conoscete. Saremo sempre pronti, saremo un punto di riferimento per chiunque chieda sostegno e aiuto, per le famiglie in difficoltà soprattutto e per i giovani. Da noi c’è posto, contro il disagio e nel desiderio d’impegnarsi per buone cause, come le iniziative per i buoni mensa troppo costosi, la tutela alimentare e la sicurezza su strade e quartieri, il verde pubblico sempre nell’interesse del territorio e per il bene delle comunità”.