Nuove telecametre ai confini del centro storico, il resto della città può attendere

Delle nuove videocamere sono state aggiunte al sistema di videosorveglianza per vigilare sui confini del centro storico: una a via Togliatti, 2 lungo la Circonvallazione orientale, 2 nei pressi della deserta e ancora chiusa area camper ristrutturata e 4 al cimitero comunale dove non sembra sia rimasto altro da rubare.

In tutto le telecamere a disposizione sarebbero 59 ma il Comune non indica quante di queste funzinano davvero. L’obiettivo sarebbe quello di arrivare a 94  videocamere, molte crediamo serviranno per sostituire le vecchie.

“Garantire maggiore sicurezza alla cittadinanza e contribuire a contrastare i fenomeni di microcriminalità, rinforzando un’azione di prevenzione è sempre stato tra le priorità di questa amministrazione – dichiara la sindaca Annamaria Casini criticando il Partito democratico che insiste nel dire – Sulmona non è una città violenta. Il Pd locale si è svegliato solo adesso e dimostra di non essersi mai occupato di questo tema tanto da non sapere nemmeno che al riguardo si sono svolte, negli ultimi mesi, 2 riunioni del Comitato provinciale in Prefettura proprio incentrate sulla sicurezza nella nostra città” di cui nessuno si è accorto anche perchè le cose negli ultimi giorni sono peggiorate.

Il sindaco preme nel voler ricordare l’efficientamento dell’illuminazione pubblica, ma ci sono intere aree del territorio comunale completamente immerse nel buio come le rotonde dell’area industriale e l’area artigianale che soffoca tra cespugli ed erbacce ormai anche d’inverno e non è un tantitno considerata nemmeno per le luminarie.Se non provvedono gli artigiani  è Natale sono al centro comemrciale Il borgo.

E se le forze dell’ordine non hanno ancora identificato gli autori delle più recenti risse la sindaca sa già che “Gli episodi accaduti negli ultimi weekend non possono essere  riferiti a situazioni malavitose in senso stretto,  dando l’immagine di una città violenta, ma vanno ricondotti a una movida che va tenuta sicuramente sotto controllo con misure specifiche, mantenendo sempre alta l’attenzione con il supporto determinante delle Forze dell’Ordine, per garantire una reale tranquillità e sicurezza cittadina. Nei prossimi giorni incontrerò alcuni residenti del centro storico, al fine di affrontare problematiche specifiche legate proprio alla movida del sabato sera”. Il resto della cittàpuò attendere.

mariatrozzi77@gmail.com