Premio Borsellino al Wwf Italia

Il Wwf Italia è tra i premiati della XXIV Edizione del premio nazionale Paolo Borsellino, nato il 3 dicembre 1992 dalla volontà del giudice Antonino Caponnetto alla presenza di Rita Borsellino che ne è stata prima presidente sino al 2002.

Il Premio, come l’associazione Società civile che l’organizza, nasce con l’intento di sollecitare il contrasto alle mafie e intende testimoniare ammirazione e gratitudine verso chi si contraddistingue per impegno sociale e civile, offrendo un’azione significativa contro ogni forma di potere mafioso e contro ogni forma d’ingiustizia e di violenza.  Il premio domani alle ore 10, nel teatro comunale di Teramo sarà consegnato a personalità e associazioni che coniugano il loro impegno alla difesa del principio di legalità: tra i premiati anche il Wwf Italia.

“Questo riconoscimento ci riempie d’orgoglio – dichiara Dante Caserta, vicepresidente dell’associazione del Panda che ritirerà il premio – Lo dedichiamo a quanti nella nostra associazione si battono con coraggio per difendere la natura e la biodiversità: al nostro attivista campano a cui hanno distrutto la macchina per le battaglie in difesa del territorio, alle nostre guardie che in tutta Italia combattono la piaga del bracconaggio e dell’abbandono dei rifiuti e per questo subiscono intimidazioni e minacce; ai nostri avvocati che ogni giorno si confrontano nelle aule dei tribunali per far condannare gli inquinatori, ai nostri volontari che gestiscono i beni confiscati alle mafie, cercando di riportare speranza in posti difficili, al nostro ufficio legale che ogni anno segue centinaia di vertenze ambientali”.