Monitorata l’Orsa dei Parchi abruzzesi

È una femmina di 5 anni che pesa circa 120 chili e, da oggi, grazie alla rete di monitoraggio predisposta tra Abruzzo e Molise, potrà fornire notizie utili sull’estensione dell’areale dell’Orso bruni marsicano.

L’orsa è stata indicats con il nome Barbara nel Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, dopo la cattura a Villetta Barrea (Aq) ed è stato accertato che si sposta anche verso il parco Maiella, attraversando il corridoio ecologico della riserva del Genzana.

È stata ricatturata nei giorni scorsi nell’area dell’alto Gizio dopo che ne era stata rilevata la presenza nei boschi di Pettorano (Aq), nel periodo d’iperfagia, ossia, durante la fase di ricerca di cibo dei plantigradi finalizzata ad accumulare grassi utili a superare l’inverno e un letargo che per gli Orsi bruni marsicani, negli Appennini abruzzesi, può tradursi in lunghi sonnellini, ma anche in periodi di veglia mattutina.
All’orsa ora hanno affibiato un radiocollare Gps per conoscere, nei prossimi mesi, le sue abitudini invernali, il luogo del letargo e i suoi pochi spostamenti.

mariatrozzi77@gmail.com