Dispositivi ottici e acustici installati dove un orso è stato investito

Sono stati installati speciali dispositivi ottici e acustici che avvisano viaggiatori e animali dei movimenti nelle aree di passaggio. Merito dei volontari del Wwf che hanno messo in sicurezza in Molise un tratto di strada, lungo 3 chilometri, nei pressi del paese di Rionero Sannitico (Is), dove purtroppo a fine agosto è morta investita una giovane orsa.

Copertina Orso investito nel 2016 a Roccaraso

Speriamo che si metta in sicurezza anche un altro punto dove spesso vengono segnalati investimenti, installando magari gli stessi dispositivi, sempre sulla statale 17, ma all’altezza del motel Agip di Roccaraso (Aq), in un punto tra la pineta, il ciglio della statale 17  e l’altro versante della statale 17, vero e proprio storico passaggio per la fauna selvatica. Il punto è noto perché il 18 ottobre 2016 vi morì investito nella notte un altro dei 50 esemplari superstiti di orso bruno marsicano.

L’intervento segue la realizzazione di oltre 1 chilometro di recinzioni elettrificate (per proteggere alveari, arnie ed allevamenti), la chiusura di 3 vasche rischiose per evitare altri annegamenti di plantigradi e la realizzazione di 4 campi di volontariato per sensibilizzare le popolazioni locali, in particolare le nuove generazioni. Gli interventi rientrano nella campagna Orso 2×50 lanciata dal Wwf per raddoppiare, con gli attori coinvolti nella  gestione e conservazione del plantigrado degli Appennini, la popolazione di Orso bruno marsicano entro il 2050.

mariatrozzi77@gmail.com

Archivio

É morto l’orso investito stanotte sulla statale 17: occorrono attraversamenti per la fauna.

Orso investito in provincia di Isernia, sulla morte interviene la Società di storia della fauna Altobello