La risposta allo spopolamento: i collegamenti. Tema dei prossimi finanziamenti europei per D’Annuntis

Contro lo spopolamento delle aree interne la battaglia continua. Dalla trincea  della val Pescara, Ripensiamo il territorio ha portato in Regione il progetto di Metro costa aree interne, per rafforzare i collegamenti, e la figura di corradino d’Ascanio, illustre cittadino di Popoli (Pe) che potrebbe prestare il nome all’aeroporto d’Abruzzo.

Stamane dal sottosegretario regionale ai trasporti e infrastrutture, Umberto D’Annuntiis, la delegazione del movimento territoriale ha sottolineato le criticità delle aree interne rispetto all’area costiera per i trasporti inadeguati, per i servizi sottratti o dimezzati e il conseguente spopolamento che sta producendo anche una pesante svalutazione del patrimonio edilizio.

Per Ripensioamo il territorio la coesione sarebbe una soluzione per la crescita e lo sviluppo  e il tema di affrontare sarebbe la Velocizzazioni e gli Efficientamenti  sulla base di 600 milioni di euro disponibili per la linea ferroviaria Pescara-Roma. “In questo solco abbiamo indicato la  Metropolitana di superficie che significa dare risposte ai collegamenti in termini più rapidi  ed affidabili, non come ora che sono estremamente sofferenti. Abbiamo, quindi,  sottolineato  l’importanza e l’attenzione necessaria e la risposta ineludibile allo spopolamento con collegamenti  che coniughino costa e aree interne, mare e montagna, passando per Popoli chiave dei 3 Abruzzi e snodo – cerniera tra questi territori – spiegano dall’associazione – D’Annuntiis ha concordato con le nostre argomentazioni spiegando che il tema possa essere affrontato con i prossimi finanziamenti europei. Siamo rimasti d’accordo che resteremo in contatto e in dialogo”.

Altro tema sottoposto al sottosegretario è la titolazione dell’aeroporto d’Abruzzo all’ingegnere Corradino D’Ascanio, Genio aeronautico internazionale ed universale per eccellenza ed orgoglio Abruzzese che ha inventato il Volo verticale e l’elicottero, nonché la Vespa Piaggio. “Abbiamo illustrato, quindi,  le molteplici motivazioni,  compresa la ricaduta di marketing  che ne trarrebbe Pescara e le nostre aree interne, in termini  turistici e di cucitura sinergica tra territori – conclude RiT – Abbiamo trovato disponibilità e gli abbiamo preannunciato a breve la formale delibera di proposta alla regione da parte del consiglio comunale di Popoli, di cui si sta facendo promotore il Presidente, Gaetano Diodati.   Ci siamo salutati dandoci appuntamento per il primo momento utile che si renderà necessario. la risposta ineludibile allo spopolamento con collegamenti”.

mariatrozzi77@gmail.com