Sottosegretario Manzella su centrale Snam Sulmona: fondamentale per approvvigionamenti e funzionalità rete gas

É tra i progetti d’interesse comunitario la centrale di compressione del  gas, targata Snam, da costruire a Sulmona (Aq) così il sottosegretario allo sviluppo economico, Gian Paolo Manzella, risponde all’interrogazione di Stefania Pezzopane (Pd), sull’impianto della valle Peligna che per il vice ministro riveste un ruolo di fondamentale importanza per la sicurezza degli approvvigionamenti e la funzionalità dell’intera rete del gas.

Aggiornamento

L’analisi. Nel corso della seduta odierna dell’Aula della Camera, il Sottosegretario allo sviluppo economico, Gian Paolo Manzella, ha risposto all’interrogazione della deputata del Pd sugli orientamenti del governo Conte bis in merito alla realizzazione della centrale di compressione a Case Pente di Sulmona e sulla necessità di aprire un confronto coni territori. In particolare, il sottosegretario ha specificato che lla “dorsale adriatica” riveste grande importanza per gli approvvigionamenti di gas, l’infrastruttura è funzionale a garantire il trasporto di volumi di gas dai punti di entrata dal Sud del Paese, diversificando così corridoi energetici che attraversano il territorio nazionale, aumentano la sicurezza del sistema di trasporto del gas naturale e incrementano potenzialità e affidabilità della rete di trasporto regionale. L’opera è inoltre inserita tra i progetti di interesse dell’Ue. La centrale servirà anche il campo di stoccaggio Stogit di Fiume Treste. Per l’area individuata per l’impianto, Manzelllla chiarisce che risulta esterna al sistema delle aree protette e tutelate. Inoltre sui profili di sismicità, la Snam Rete Gas ha considerato gli effetti diretti di un sisma potenziale sulle tubazioni interrate, allineandosi alle indicazioni della normativa più avanzata in campo internazionale.

Confronto con i territori, il  vice ministro ha rilevato come nell’iter autorizzativo dell’opera, il ministero ha avuto un confronto continuo con tutti i soggetti coinvolti nella vicenda e che l’attenzione alle comunità locali proseguirà anche nella prospettiva di ogni ulteriore decisione.

Archivio

Gasdotto e centrale Snam. Interrogazione Pezzopane: “Il Governo delocalizzerà il tracciato?”

ATTO CAMERA

INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE 3/00815

Dati di presentazione dell’atto
Legislatura: 18
Seduta di annuncio: 195 del 24/06/2019
Firmatari
Primo firmatario: PEZZOPANE STEFANIA
Gruppo: PARTITO DEMOCRATICO
Data firma: 24/06/2019
Destinatari
Ministero destinatario:
  • MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO
  • MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE
  • MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
Attuale delegato a rispondere: MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO delegato in data 24/06/2019
Stato iter:

24/09/2019

Partecipanti allo svolgimento/discussione
RISPOSTA GOVERNO 24/09/2019
Resoconto MANZELLA GIAN PAOLO SOTTOSEGRETARIO DI STATO – (SVILUPPO ECONOMICO)
REPLICA 24/09/2019
Resoconto PEZZOPANE STEFANIA PARTITO DEMOCRATICO
Fasi iter:

ATTO MODIFICATO IL 23/09/2019

DISCUSSIONE IL 24/09/2019

SVOLTO IL 24/09/2019

CONCLUSO IL 24/09/2019

Atto Camera

Interrogazione a risposta orale 3-00815

presentato da

PEZZOPANE Stefania

testo presentato

Lunedì 24 giugno 2019

modificato

Martedì 24 settembre 2019, seduta n. 226

PEZZOPANE. — Al Ministro dello sviluppo economico, al Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. — Per sapere – premesso che:

da fonti giornalistiche si apprende dell’ultimo «no» pronunciato dal competente Tar in risposta al ricorso contro la realizzazione della centrale di compressione (Snam) che dovrebbe sorgere a Sulmona, in provincia dell’Aquila, in località Case Pente, a servizio della tratta di metanodotto, Brindisi-Minerbio;

dopo il «no» al ricorso presentato dalla regione Abruzzo, il Tribunale amministrativo ha respinto anche il ricorso presentato dal comune di Sulmona;

suddetto ricorso avverso alla realizzazione della centrale di compressione era sostenuto anche dai comuni di Anversa degli Abruzzi, Campo di Giove, Cansano, Cocullo, Corfinio, Goriano Sicoli, Pacentro, Pettorano Sul Gizio, Pratola Peligna, Prezza, Raiano, Roccacasale e Vittorito;

per il Tribunale amministrativo regionale nessuna delle diverse argomentazioni presentate dall’avvocato del comune di Sulmona è risultata essere pertinente e di qui il respingimento del ricorso;

i reiterati ricorsi sono finalizzati alla delocalizzazione di un’opera – il gasdotto Snam-Rete Adriatica e la relativa centrale di decompressione a Sulmona – che non comporta alcun vantaggio per il territorio interessato e si ritiene comunque poco sicura per le popolazioni;

si tratta per gli enti locali e anche per l’interrogante di un’opera pericolosa, perché interessa tra l’altro territori, purtroppo, ad altissimo rischio sismico;

si evidenzia come il suddetto gasdotto attraversi, inoltre parchi nazionali, riserve naturali, aree d’interesse comunitario –:

quali siano gli orientamenti del Governo in relazione a questa opera e se intenda dare precisa indicazione di delocalizzare il tracciato o se intenda far andare avanti l’attuale procedura, nonostante la netta contrarietà delle comunità locali;

se il Governo non intenda porre in essere, per quanto di competenza, in tempi rapidissimi, iniziative di confronto con tutti i soggetti interessati, considerato che Snam sta attivando le prime azioni di realizzazione della infrastruttura energetica.
(3-00815)

Classificazione EUROVOC:

EUROVOC (Classificazione automatica provvisoria, in attesa di revisione):

sismologia

gasdotto

delocalizzazione