Area pedonale, code da palazzo Sanità, inquinate le vie del centro storico

Sulmona (Aq). L’area pedonale del week end (dalle ore 17 di venerdì all’1 di lunedì) sta intossicando i residenti dei vicoli che fanno da sbocco ai mezzi non autorizzati ad attraversare corso Ovidio, ad un primo impatto l’aria di via Ercole Ciofano, via Corfinio e corso Ovidio è appesantita: al limite del respirabile.

I gas di scarico delle automobili, dei furgoncini, dei motociclisti, dei soliti automibilisti – incapaci di fare 3 metri a piedi – tutti in coda in attesa di avere chiarimenti e di essere dirottati dai vigili urbani, sta inquinando mezzo mondo.

“La puzza arriva sino a casa” riferisce un anziano  che con qualche colpo di tosse si allontana dal punto, resiede in via Ercole Ciofano e così è anche per commercianti, appartamenti ed uffici nei paraggi, sul corso e per le abitazioni dei vicoli dove il lungo corteo di disinformati sparge una miscela di sostanze.

Si tratta  principalmente di azoto, acqua e anidride carbonica e una percentuale tra l’1 e l’1,5% di sostanze nocive per l’ambiente e per l’uomo. Una miscela velenosa composta da Carbonio (CO), idrocarburi non combusti (HC), Ossidi di azoto (NOx), Ossidi di Zolfo (SOx) e  Particolato carbonioso (PMx).

Tutti arrivano al punto, senza permesso, ma ci provano e poi sono costretti a deviare a spese della salute degli altri. L’inquinamento e la puzza non risparmiano nessuno, nemmeno i negozi e palazzo Sanità e di questa ne è rimasta pochina nella città dei confetti.

mariatrozzi77@gmail.com