Orso nell’aquilano selvaggio questa notte in visita ai pollai di Vallelarga di Pettorano

Alla ricerca di cibo per superare l’inverno appenninico, forse in letargo, un esemplare di Orso bruno marsicano questa notte ha fatto razzia nei pollai di Valle Larga di Pettorano sul Gizio (Aq).

Pollaio nel mirino dell’orso notte tra 29 e 30 agosto 2019

Da un a decina di giorni il plantigrado è in fase di iperfagia e si aggira ai confini della valle Pegna e l’Alto Gizio, è stato infatti avvistato a Pettorano, Pacentro, Cansano, Campo di Giove e avrebbe fatto danni un po’ ovunque, persino a Sulmona, tra l’area dell’Incoronata e l’ospedale, non si era mai tanto avvicinato ad un centro così popolato come il capoluogo Peligno.

La fame è tanta e purtroppo sulla dorsale appenninica non c’è abbastanza cibo per il grande mammifero. Pasquale Franciosa, sindaco di Pettorano sul Gizio ha deciso, proprio stamane e di concerto con Carabinieri forestali, direttivo della riserva monte Genzana alto Gizio e polizia provinciale di collarare l’orsa Peppina, forse l’artefice delle scorribande dell’orso di questi ultimi tempi.

Il direttore della riserva naturale regionale monte Genzana alto Gizio, responsabile del Piano di azione di tutela dell’Orso bruno marsicano, Antonio Croce, ricorda che sono a disposizione i recinti elettrificati la cui installazione e manutezione è garantita dai volontari ed è gratuita. I residenti di aree sensibili all’orso con piccoli allevamenti e animali dimestici possono farne richiesta.

mariatrozzi77@gmail.com