Centrale Snam, Casini al ministero dell’Ambiente: “Ferma tutto”

Sospendere attività e istruttoria del 4 settembre a Roma sull’autorizzazione integrata ambientale (Aia) per la centrale  Snam prevista a Sulmona e avviare una nuova Valutazione d’impatto ambientale (Via) sottoponendo però a  Valutazione ambientale strategica (Vas) l’opera è  quanto ha chiesto il sindaco Annamaria Casini al ministero dell’Ambiente, in vista dell’incontro capitolino per Regione, Provincia dell’Aquila e  amministrazioni che hanno ripetutamente espresso, negli anni, contrarietà al progetto Snam.

Opera impattante e inutile, ribadiscono gli ambientalisti e Casini auspica che analoga iniziativa venga assunta anche dal presidente della Regione, Marco Marsilio, e dal presidente della Provincia, Angelo Caruso, coerentemente alle posizioni assunte sulla questione Snam. “Da ultimo, anche l’attuale consiglio regionale, lo scorso 1° agosto, ha approvato all’unanimità una nuova risoluzione con cui impegna il governatore a promuovere una specifica azione, tesa a sottoporre il progetto Snam (metanodotto e centrale) a una nuova Via (quella precedente risale ad oltre otto anni fa) e alla Vas dell’intera opera, necessaria, ma mai effettuata. Questioni che ho sottolineato nelle osservazioni inviate a marzo scorso al ministero”.