WWF e Stop 5G chiedono di essere ascoltati sul Piano antenne

Wwf e Stop 5g Chieti hanno chiesto al presidente del consiglio comunale Liberato Aceto di essere ascoltati  sull’aggiornamento del Piano antenne in discussione nella riunione congiunta delle Commissioni (III e VI) Ambiente e Statuto.

Il presidente della VI commissione, Stefano Costa, ha riferito che l’ascolto delle associazioni sarà possibile soltanto in un secondo momento. Il Wwf e Stop 5g Chieti auspicano che le loro informazioni siano tenute in considerazione dai consiglieri comunali prima di assumere ogni decisione. “Su un argomento così delicato è indispensabile ascoltare associazioni e cittadini e assumere tutte le informazioni possibili, a cominciare dai rischi per la salute – sottolineano Nicoletta Di Francesco del Wwf e Gemma Reggimenti di Stop 5g – Per questo abbiamo chiesto l’audizione in commissione e aspettiamo fiduciose di essere convocate: tutti i consiglieri, e attraverso loro tutti i partiti politici, devono poter scegliere sapendo bene a che cosa si potrebbe andare incontro”.

É la legge regionale 45/2004 a disciplinare la telefonia mobile e il Comune di Chieti ha approvato (22.09.2017) il regolamento in vigore. Ha invece acquisito il Piano antenne, redazione affidata nel 2018 alla ditta toscana Polab, a giugno 2019. Un piano considerato come integrazione al vigente regolamento, in attesa di approvazione da parte del consiglio comunale. È stato infine redatto, sempre a cura della Polab, il nuovo Regolamento comunale per l’installazione degli impianti di telecomunicazioni che sostituisce integralmente quello precedente e contiene, come previsto dalla legge regionale 45/2004, anche l’individuazione di nuovi siti per gli impianti di telefonia mobile. Il nuovo regolamento e il piano sono nella fase approvativa ed è su questi le associazioni ambientaliste vogliono essere ascoltate.