Le proposte di Luci su Popoli per rilanciare corso Gramsci

Il corso di Popoli (Pe) versa in stato di abbandono e il movimento Luci su Popoli ha messo a punto un progetto partecipato presentato, nei giorni scorsi,  agli amministratori del Comune di Popoli, Alfredo La Capruccia (ambiente), Dino Santoro (arredo urbano) e Silvia Pescara (cultura).

La relazione è  frutto di un dibattito rivolto al rinascimento del Corso come leva partecipativa per allargarsi poi, metodologicamente, anche al resto dei problemi del paese. Questo in coerenza con la delibera consiliare del 5 aprile 2019 e della relazione approvata che si chiama Progetto futuro Popoli. L’idea centrale con tutti i dettagli propositivi per corso Gramsci, partono dal presupposto che se ne migliori l’aspetto, rendendolo attrattivo, puntando subito alla riconquista di Dignità e decoro dei luoghi che lo costituiscono, oggi scaduti nell’immagine. Parliamo di locali, negozi chiusi e disadorni, saracinesche abbassate e arrugginite, tendaggi decrepiti, cose che danno l’idea di un luogo abbandonato a un destino segnato, piuttosto che fulcro di un qualche barlume di rinascita. “É ora di dire basta all’atteggiamento perdente che traspare e ci pervade, rialzando invece il capo e l’immagine, l’autostima, il decoro di ciascun punto o locale attivo o no – sottolinea in una nota Luci su Popoli-Basterebbero un po’ di colore e pulizia per cominciare, ma nella relazione ci sono decine e decine di altre idee. Éstata sottolineata e richiamata l’importanza che l’amministrazione assolva modernamente a una precisa responsabilità, individuabile anche in un assessorato di marketing territoriale che sintetizzi una serie di tematiche ora sparpagliate e polverizzate, verso una visione unitaria e condivisa di ripresa per il futuro della comunità, Chiave dei 3 Abruzzi” conclude il gruppo.