Dall’Abruzzo a Verona, al via il Festival del cinema naturalistico e ambientale

Domani prende il via la XIX edizione del Festival internazionale del cinema naturalistico e ambientale che da 3 anni si avvale della collaborazione dell’Arma dei Carabinieri. La cerimonia di premiazione questa volta si terrà a Verona il 30 agosto nel teatro romano con un concerto di beneficenza in cui si esibiranno Red Canzian, storica voce e basso dei Pooh, Dolcenera e Paolo Vallesi.

A presentare la serata sarà Osvaldo Bevilacqua, autore e conduttore della trasmissione Sereno variabile e Chiara Giallonardo, conduttrice di Linea verde. I biglietti sono in vendita, al costo di 25 euro per le gradinate e 40 euro per la platea (info qui). Il ricavato della serata sarà devoluto per il rifacimento dei boschi veneti distrutti dalle calamità naturali del novembre 2018.

Le proiezioni dei film documentari si svolgeranno dal 20 al 21 agosto in piazza Martiri a Teramo, e il 23, 24 e 25 agosto a Chieti, in corso Marruccino. Film in concorso proiettati a Teramo saranno La 11a Ora, di Leonardo Di  Caprio e Trashed, verso rifiuti zero di Jeremy Irons.

Il festival è organizzato dall’associazione Comunicazione e immagine, di cui è presidente il regista teramano Riccardo Forti: “In questi quasi vent’anni di festival abbiamo raggiunto 30 piazze di altrettanti paesi e città d’Abruzzo. Il carattere itinerante il Festival ce lo ha nel sangue e questa volta però abbiamo deciso di oltrepassare i confini abruzzesi per la serata delle premiazioni, anche per far conoscere la nostra regione che avrà il suo spazio di attenzione, nel corso della serata”.

Ogni giorno, oltre alle proiezioni in concorso, a partire dalle ore 21.30, nell’area della manifestazione saranno presenti degli stand espositivi del Wwf e delle istallazioni dedicate alle attività dell’Arma dei Carabinieri del comparto di specialità forestali nell’ambito della salvaguardia, della tutela della natura, della biodiversità e dell’ambiente. A cura dell’Arma dei Carabinieri il concerto della Fanfara a Chieti, in programma ed esibizioni dimostrative del Nucleo cinofilo antiveleno dei carabinieri forestali, nella giornate a Teramo.

I premi che saranno assegnati, quest’anno a Verona, sono Natura e Ambiente, riservato ai personaggi che con il loro impegno hanno contribuito alla salvaguardia e alla valorizzazione della natura e dell’ambiente e nella rosa dei premiati ci sono l’attore Alessandro Gassman, la conduttrice televisiva Tessa Gelisio e l’alpinista e scultore italiano Mauro Corona. Anche i premi  Miglior documentario, Miglior film e il Premio alla Carriera sono assegnati da una giuria popolare. Sono legati ai temi ambientali anche i 3 della canzone italiana protagonisti, al teatro romano di Verona, della serata finale nella quale proporranno  i loro successi.

Red Canzian è la storica voce e basso dei Pooh, in cui è entrato a far parte nel 1973, dopo l’uscita dal gruppo di Riccardo Fogli. Nel 1986, con Io e Red, registrata assieme Roberto Vecchioni, Enrico Ruggeri e Paolo Conte, iniziata la sua altrettanto fortunata carriera da solista.

Dolcenera ha raggiunto la notorietà nel 2002 partecipando e vincendo il programma Destinazione Sanremo, che le ha consentito di partecipare al Festival di Sanremo 2003 che vinse nella categoria Proposte con il brano Siamo tutti là fuori. Premiata con diversi dischi d’oro, di platino e multiplatino, come membro del collettivo Artisti Uniti per l’Abruzzo, ha al suo attivo numerose partecipazioni al Festival di Sanremo. Dal 2007, ha avviato una carriera anche nel cinema come attrice.

Paolo Vallesi è salito alla ribalta nel 1991 vince il Festival di Sanremo nella categoria Nuove proposte con il brano “Le persone inutili”. Pubblica il suo primo album con la Sugarmusic di Caterina Caselli dal titolo “Paolo Vallesi” e l’album, con quasi 200.000 copie vendute gli conferisce il suo primo Disco d’Oro. A seguire una carriera tutta in ascesa. Da Gennaio 2019 partecipa alla trasmissione televisiva ‘Ora o mai più’ su RaiUno dove interpreta suoi brani e duetta assieme ad Ornella Vanoni.

Storia. Il Festival internazionale del cinema naturalistico e ambientale nasce nel 1999. Si è sempre svolto in Abruzzo e precisamente in 30 paesi delle 4 Province.É stato sempre organizzato dall’associazione Comunicazione e immagine e dal 2017 si avvale della collaborazione diretta dell’Arma dei Carabinieri.

In concorso sono film, documentari, reportage e animazione che abbiano come tematiche la natura, l’ambiente e quelle attività umane eco-compatibili. Le opere presentate provengono da ogni parte del mondo. Nelle 18 passate edizioni il festival ha svolto numerose attività collaterali come convegni, conferenze, mostre, escursioni naturalistiche guidate, attività didattiche, programmi televisivi, iniziative di beneficenza, campagne informative di educazione e sostenibilità ambientale e sono stati realizzati 3 libri. Ogni 2 anni si svolge in autunno anche il festival dedicato alle scuole, rassegna di video e attività didattiche dedicate all’educazione ambientale.

L’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico (Enea) ha donato al festival l’intera documentazione filmata, originale, della spedizione scientifica in Antartide. Ci sono state collaborazioni con il ministero delle politiche agricole e Forestali, il ministero dell’Ambiente, le università di Teramo, della Tuscia, La Sapienza, Enea, Enel, Organizzazione nazioni unite, Rai, Wwf, Legambiente, Ambiente e vita, Mountain wilderness, Club alpino italiano (Cai),diversi Parchi nazionali e Protezione civile. Nel 2003 le Province dell’Italia Centrale hanno scelto il festival per l’Anno internazionale dell’Acqua. Nel 2011 la manifestazione ha ricevuto la medaglia di bronzo di rappresentanza del Presidente della Repubblica.

Diversi i personaggi che hanno popolato e partecipato alle manifestazione, tra i più importanti Piero ed Alberto Angela, Licia Colò, Folco Quilici, Sveva Sagramola, Francesco Petretti, Osvado Bevilacqua, Roberto Giacobbo, Fulco Pratesi, Mario Tozzi, Renzo Arbore, Veronica Maya, Massimiliano Ossini, Federico Fazzuoli , il Premio Nobel della Letteratura Marcia Teophilo. Non sono mancati delegati e ambasciatori di Paesi come Colombia, Cina, Giappone, Romania, Venezuela, Spagna , Norvegia e Francia.